Nuova Golf, posto di guida digitalizzato: nuovi spazi liberi

 Nuova Golf, posto di guida digitalizzato: nuovi spazi liberi

La nuova Golf è una vettura in grado di interconnettersi con i suoi proprietari in modo più completo che mai: a tal fine, gli elementi fondamentali sono rappresentati dalla strumentazione digitale di serie (Digital Cockpit) con display da 10 pollici, dal sistema di infotainment Composition anch’esso di serie (touchscreen da 8,25 pollici e 1.083 x 480 pixel) e dal volante multifunzione.

Terza generazione della piattaforma

Importante: tutti i sistemi radio e di radio-navigazione offerti per la Golf fanno parte della terza generazione della piattaforma di infotainment modulare (MIB3) e sono abbinati a una Online Connectivity Unit (OCU) dotata di una scheda eSIM.
La OCU e la scheda eSIM consentono l’accesso a una gamma in costante crescita di funzioni e servizi online, messi a disposizione dall’ecosistema Volkswagen We proprio del Marchio. Sulla nuova Golf sono fruibili di serie le funzioni di We Connect (predisposizione per utilizzo senza limiti di tempo) e di We Connect Plus (predisposizione per utilizzo gratuito per uno
o tre anni in Europa).

Nuova architettura digitale. Dalla fusione del Digital Cockpit con il sistema di infotainment nasce una nuova architettura completamente digitale. Anche le funzioni deputate all’illuminazione e alla visibilità sono state riconfigurate, raggruppate e rese più intuitive: le luci e il riscaldamento sia del parabrezza sia del lunotto vengono ora comandati mediante una
tastiera digitale collocata a sinistra della strumentazione.

Anche la consolle centrale si contraddistingue per un’ergonomia perfezionata: questa zona presenta un design più pulito che mai soprattutto in abbinamento alla leva del cambio a doppia frizione DSG con tecnologia shift-by-wire, le cui dimensioni risultano ora nettamente più contenute. Lo stesso principio si ritrova nella nuova consolle sul padiglione, i cui comandi – incluso il  cursore touch per il tetto panoramico scorrevole (a richiesta) – sono stati a loro volta digitalizzati.

Sistemi infotainment interconnessi

La postazione di guida digitale può essere ampliata, a richiesta, con uno dei due sistemi di infotainment da 10 pollici disponibili (risoluzione: 1.560 x 700 pixel) con funzione di navigazione: il Discover Media o il Discover Pro. I due sistemi si distinguono per la rispettiva dotazione di serie: il sistema di navigazione di punta comprende, tra l’altro, una navigazione cartografica di fascia alta, App-Connect Wireless e il comando vocale naturale. Grazie alla homescreen configurabile, è possibile gestire le funzioni dei sistemi di punta in modo estremamente semplice e analogo al display di uno smartphone.

In aggiunta, è disponibile anche un Windshield Head-up Display, ossia un head-up Display nel quale le informazioni vengono
proiettate direttamente sul parabrezza e, di conseguenza, virtualmente davanti al guidatore.

Sound system Harman/Kardon

Il sound system Harman Kardon da 480 watt, dotato di un amplificatore Ethernet a 12 canali e dieci altoparlanti, è disponibile a richiesta ed è stato interamente sviluppato ex novo. Gli altoparlanti trasformano l’abitacolo in una sala da concerto, grazie alla seguente configurazione: su ciascun lato della vettura sono presenti un tweeter (diametro: 60 mm) inserito nel montante anteriore e uno nei pannelli delle porte posteriori, nonché un woofer (168 mm) montato nei pannelli delle porte anteriori e posteriori, ai quali si aggiungono un altoparlante centrale anteriore (116 mm), posizionato nella plancia, e un subwoofer (diametro: 18 pollici) collocato nel vano della ruota di scorta.

Nuova illuminazione ambiente per gli interni. A partire dalla linea di allestimento Life, la Golf è anche equipaggiata di serie con un’illuminazione ambiente per gli interni regolabile in dieci diversi colori, che consente di illuminare con la tonalità prescelta il listello decorativo sulla plancia, i listelli decorativi sulle porte anteriori e posteriori, i vani portaoggetti nelle quattro porte, il vano piedi anteriore lato sinistro e destro (a partire da Style: anche posteriore) nonché lo scomparto al centro della consolle centrale anteriore.

Anche la strumentazione digitale e il sistema di infotainment riprendono la tonalità di base selezionata. Un’illuminazione ambiente regolabile in 32 colori è disponibile a richiesta o di serie, in base alla linea di allestimento. Il cosiddetto menu Mood consente di selezionare con un semplice tocco digitale, oltre ai singoli colori che possono essere impostati separatamente a seconda delle diverse zone dell’abitacolo, anche una serie di profili d’illuminazione preconfigurati: per esempio, Infinity (una calda tonalità di arancione) o Desire (una tonalità di blu più fredda).

Personalizzazione

Sulla Golf le impostazioni personalizzate del guidatore sono memorizzate, qualora richiesto, direttamente nel cloud, per poter essere richiamate ogni volta che cambia il guidatore o si cambia vettura. Le impostazioni memorizzate riguardano, a seconda dell’equipaggiamento,
l’Innovision Cockpit, la posizione di seduta, gli specchietti retrovisori esterni e il climatizzatore, l’illuminazione ambiente e le luci Coming home/Leaving home.

Comandi intuitivi

Come gestire più funzioni in modo ancora più semplice. La Volkswagen punta da sempre a realizzare vetture dotate di comandi intuitivi. A questo proposito, la nuova Golf segna il debutto del primo modello del Marchi dotato di serie – come precedentemente anticipato – di una combinazione tra strumentazione digitale e MIB3, nella quale la plancia e l’infotainment
si fondono su un unico livello, dando origine a uno scenario digitale formato da diversi display.

Sebbene i contenuti funzionali di questi sistemi siano notevolmente aumentati, gli elementi di comando e visualizzazione risultano intuitivi. I comandi digitali riguardano, oltre al sistema di infotainment, anche le funzioni relative alle luci e alla visibilità, nonché gli elementi inseriti nella consolle sul padiglione: a seconda della funzione, tramite touchscreen, cursore touch o tasti ad accesso diretto.

Quanto il funzionamento sia intuitivo lo dimostrano, per esempio, i comandi del climatizzatore, del sistema di infotainment e del tetto panoramico: in tutti questi casi, il comando primario o secondario è affidato a dei cursori.

Prendiamo come esempio il climatizzatore e il sistema di infotainment, che presentano un cursore posizionato al centro della consolle centrale e suddiviso in tre zone: sinistra, centro e destra. Quando il guidatore o il passeggero anteriore scorrono con un dito sulle due parti esterne, regolano in modo intuitivo la temperatura all’interno dell’abitacolo. Se compiono il medesimo gesto nella zona centrale del cursore, modificano in modo altrettanto intuitivo il volume del sound system.

In modalità navigazione, invece, agendo con due dita nella parte centrale del cursore, si può modificare il livello di zoom della mappa con la stessa facilità con cui si gestisce il touchscreen dello smartphone. Prendiamo ora come esempio il tetto panoramico: per aprire o chiudere il tetto scorrevole, basta muovere il dito in avanti o all’indietro all’altezza della consolle sul padiglione.
Più intuitivo di così non si può.

“Ciao Volkswagen”: comando vocale intuitivo

I comandi intuitivi sulla Golf possono essere integrati, a richiesta, con il nuovo comando vocale naturale. Il sistema viene attivato semplicemente tramite la voce (“Ciao Volkswagen”) o premendo il tasto Voice sul volante. A questo punto la Golf risponderà, per esempio, “Sì, prego?” o “Cosa desidera?” e reagirà a comandi vocali intuitivi come “Andiamo a Lisbona” (navigazione) oppure “Ho freddo” (climatizzatore automatico).

A questo riguardo, i nuovi microfoni digitali migliorano non solo il riconoscimento vocale e la qualità della voce (durante le telefonate), ma localizzano anche chi sta parlando (guidatore o passeggero anteriore). I comandi vocali consentono di gestire, per esempio, la navigazione, il  climatizzatore, il telefono e l’infotainment. Successivamente sarà integrata l’app web Alexa, disponibile a richiesta.

“Alexa, che tempo farà?”

Il supporto vocale via Alexa viene proposto dalla Volkswagen in abbinamento ai sistemi di infotainment da 10 pollici Discover Media e Discover Pro. Tramite Alexa è possibile gestire le seguenti  funzioni relative alla vettura: la ricerca di Point of Interest (POI) nelle vicinanze, l’inserimento di POI nella navigazione e la regolazione del volume.

Si avrà a disposizione, inoltre, la gamma di funzionalità già nota in ambito domestico, che comprende domande di carattere generale, informazioni meteo, notizie, orari di apertura e la gestione della smart home, per la quale è sufficiente pronunciare un comando come “Alexa, accendi la luce in soggiorno” per attivare la relativa funzione. Sulla Golf, Alexa può essere comandata nelle seguenti lingue: inglese (USA/UK), tedesco, francese, italiano e spagnolo.

L’elettronica intelligente aiuta la gestione. Sulla nuova Golf con cambio a doppia frizione DSG anche gli inserimenti dei rapporti da parte del guidatore sono gestiti in modalità completamente elettronica, grazie alla tecnologia shift-by-wire. Il passaggio elettronico da una marcia all’altra migliora, da un lato, il comfort di innesto e, dall’altro, ha permesso di contenere notevolmente le dimensioni della leva del cambio, con conseguente riduzione dei relativi ingombri.

Facciamo un esempio: con lo shift-by-wire, a bassa andatura è possibile inserire la retromarcia anche mentre la vettura sta ancora procedendo in avanti, facilitando così le manovre; in tal caso, la Golf cambierà dolcemente in R non appena la
velocità sarà adeguata. L’elettronica, pertanto, evita azionamenti scorretti.

Sono smart anche i comandi del climatizzatore

Sono smart anche i comandi del climatizzatore automatico a tre zone (Climatronic), disponibile a richiesta e dotato di nuove funzioni: Smart Climate consente di attivare tramite il touchscreen o il comando vocale alcune funzioni clima preconfigurate, come Visuale libera, Riscalda piedi, Riscalda mani, Rinfresca piedi e Aria fresca. In quest’ottica si inseriscono anche i nuovi menu Car relativi alle funzioni della vettura, nei quali gli esterni e gli interni della Golf sono rappresentati visivamente come un tutt’uno. Quando il guidatore desidera configurare una funzione come l’Head-up display nell’abitacolo, per esempio, sul display viene visualizzato in modo intuitivo il relativo menu per le impostazioni dell’Head-up display.

Lo stesso vale per i sistemi di assistenza alla guida, la cui configurazione  risulta a sua volta comprensibile in modo intuitivo grazie alla relativa rappresentazione sul display.

App-Connect Wireless

L’ultima versione di App-Connect offre, inoltre, un comfort supplementare: App-Connect Wireless. App-Connect consente al guidatore e al passeggero anteriore di accedere direttamente, attraverso il sistema infotainment, a una determinata selezione di app dello smartphone. Sulla Golf 7 questo era possibile, in base alla procedura standard abituale, solo collegando via cavo lo smartphone e il sistema di infotainment.

Adesso funziona anche senza filo (in inglese: wireless) con iPhone e Apple CarPlay ed è facile da utilizzare come il Bluetooth: il collegamento si attiva automaticamente non appena il guidatore sale a bordo della Golf con il suo smartphone.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *