Maurizio Dotoli e la sicurezza in moto

 Maurizio Dotoli e la sicurezza in moto

La sicurezza in moto è fondamentale per chi viaggia sulle due ruote. Salire in sella senza tenerne conto può costare caro.

Parlare di sicurezza in moto è più importante perchè i rischi sono nettamente superiori rispetto a chi viaggia in auto. La guida distratta, l’eccesso di velocità e le strade dissestate sono tra le principali cause di incidente.

Da un’esperienza personale, Maurizio Dotoli ha capito ancor di più l’importanza dello stare sicuri in moto, poiché l’imprevisto è dietro l’angolo.

Tamponamento in tangenziale

“Improvvisamente mi sono trovato a terra senza averne avuto cognizione, perché un automobile mi ha tamponato. Per fortuna indossavo un casco modulare chiuso, un giubbotto tecnico in cordura e dei guanti. Questo ha ridotto al minimo l’impatto; tranne qualche contusione non ho avuto conseguenze importanti. Il casco chiuso, ad esempio, mi ha salvato da una possibile brutta esperienza al volto poiché la parte anteriore è stata letteralmente grattuggiata”.

Sicurezza, aspetto vitale

“Devo ammettere che pur essendo un operatore del settore con una lunga storia motociclistica alle spalle, non hi mai avuto una particolare attenzione specifica verso l’argomento. Certo ho sempre indossato la dotazione di base, ma, ad esempio, utilizzo quasi sempre un casco jet. Dopo questa esperienza, credo, che difficilmente lo indosserò in futuro. Oltre al casco, fondamentale è indossare un abbigliamento tecnico con protezioni omologate nei punti di maggiore esposizione al rischio come le spalle, i gomiti, la colonna vertebrale, le ginocchia, le nocche delle dita, le caviglie. Significa scegliere materiali di alta qualità resistenti allo sfregamento, all’usura e alle condizioni atmosferiche. La qualità, in merito, fa la differenza”.

 

Si ringrazia l’autore della vignetta.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *