Moto Guzzi evolve i modelli della famiglia V7 III

Da sempre Moto Guzzi evolve i modelli della famiglia V7 III preservandone inalterati carattere e autenticità, valori unici destinati a durare nel tempo, come questo modello inimitabile che ha fatto la storia della moto.
Accade anche per l’ultima nata, la Moto Guzzi V7 III Stone nella nuova variante Night Pack, caratterizzata da una nuova fanaleria full led e da significativi interventi stilistici.
Al look essenziale tipico di V7 III Stone la variante Night Pack affianca la moderna anima high tech della fanaleria a led, che assicura elevato potere illuminante del faro anteriore, degli indicatori di direzione e della luce posteriore. Il posizionamento ribassato del faro e della strumentazione e un nuovo parafango posteriore, corto e snello, che integra il supporto della luce stop e quello, anch’esso rinnovato, del porta targa, donano inoltre alla V7 III Stone Night Pack un profilo più filante. La sella dedicata è caratterizzata da termosaldature e valorizzata dal logo Moto Guzzi ricamato a filo in colore grigio.
Oltre alla classica “total black” Nero Ruvido, V7 III Stone Night Pack è proposta anche nelle varianti Bronzo Levigato e Blu Pungente.
Moto Guzzi V7 III Stone Night Pack è già disponibile sulla rete vendita Moto Guzzi al prezzo di 8.590 Euro f.c.

Nuova gamma colori per la V7 III Special
La Moto Guzzi V7 III Special è la interpretazione più classica ed elegante della “settemmezzo” di Mandello ed è anche la versionepiù fedele allo spirito del modello originario, distinguendosi per i numerosi particolari cromati e per le grafiche lucide, ora abbinate a due nuove varianti cromatiche, Nero Onice e Grigio Cristallo.
Come la celebre V750 S3 del 1975, V7 III Special propone la tipica fascia colorata sui fianchetti sottosella che richiama la banda orizzontale dello stesso colore sul serbatoio.
Le eleganti ruote a raggi hanno i canali lucidati e i mozzi neri; la strumentazione è a doppio quadrante circolare, mentre è di serie il maniglione d’appiglio in acciaio cromato per il passeggero. La sella marrone presenta infine cuciture effetto “old school”, un ulteriore elemento dal sapore vintage. Moto Guzzi V7 III Special è disponibile sulla rete vendita Moto Guzzi al prezzo di 8.640 Euro f.c.

Moto Guzzi V85 TT: l’invito alla prova di Maurizio Dotoli

Ammirata come poche altre all’Eicma, l’attesa per acquistare la Moto Guzzi V85 TT è finita. Alla DotoliM2, infatti, è pronta per essere provata la nuovissima creatura di Mandello del Lario.

Maurizio Dotoli ci regala le prime sensazioni: “La Moto Guzzi V85 TT – svela – è una moto sorprendete, il progetto del nuovo millennio e rappresenta una vera svolta della gamma. Il motore è portante, il carter è semisecco, con un forcellone monumentale. Abbina i tradizionali pregi della casa quali il fascino, l’affidabilità e il rigore di guida a quelli nuovi quali materiali ed elettronica all’avanguardia. Un filone di classic enduro, una moto multifunzione che vanta doti dinamiche incredibili quali la maneggevolezza, l’appoggio rassicurante nei curvoni e l’erogazione lineare e corposa. Che dire, poi, del cambio a 6 marce? Semplicemente eccezionale. Si vede che è il frutto del matrimonio tra la Moto Guzzi e l’Aprilia, poiché l’elettronica viene da Noale. Un mix, insomma, perfetto che appaga sia l’estetica sia la funzionalità. Sono in tanti a volerla testare ed è enorme l’interesse che suscita in chi visita il nostro store di Via Pisciarelli n° 69. Siamo fiduciosi poiché è una moto ben fatta e vi invitiamo a provarla per scoprire le sue incredibili qualità. In Moto Guzzi si volta pagina con un modello dal carattere forte, ideale per chi non chiede potenze pazzesche dai costi di gestione esagerati, bensì una due ruote di qualità bella allo sguardo ed alla manopola”.

Royal Enfield Interceptor: la prova di Maurizio Dotoli

Royal Enfield, con il nuovo motore bicilindrico da 650 cc, ha deciso di giocare sempre di più nel ruolo di player mondiale del motociclismo.

Con l’Interceptor e la Continental, si cimenta in un settore dove al design occorre abbinare la qualità.

Maurizio Dotoli, dealer ufficiale a Napoli dello storico marchio, ci racconta le impressioni vissute in sella alla Interceptor, un modello classico in salsa moderna: “E’ – spiega – una moto studiata in Inghilterra. Il telaio, ad esempio, è stato creato dalla Harry Performance. Prima di essere commercializzata, in Royal Enfield hanno curato ogni dettaglio di queste moto, perché si giocano molto della credibilità utile per diventare un player mondiale credibile. E’ un prodotto fedele al passato della casa. I carter sono ben rifiniti e sono in alluminio, ha 6 marce, 8 valvole e la frizione antisaltellamento di serie. In sella la trovo rilassante, piacevolissima, equilibrata grazie alla ciclistica ben bilanciata. Facile da guidare ha una buona frenata ed un cambio fantastico, il tutto ad un livello di prezzo incredibile. La lista accessori, poi, è molto interessante. Sono convinto che il connubio DotoliM2 e Royal Enfield farà molto bene. Vi aspettiamo nella nostra sede di Via Pisciarelli n° 69 ad Agnano, per farvi provare questa interessante e bella moto”.

Royal Enfield Himalayan: una piacevole sorpresa

In vendita da poco più di un anno, la Royal Enfield Himalayan è diventata subito una delle moto più apprezzate della casa di Chennai.

Le sue qualità unite ad un prezzo davvero contenuto, sono le frecce che hanno colpito i cuori di molti appassionati.

I dati tecnici parlano di un monocilindrico raffreddato ad aria e olio di 411 cc., potente 25 cavalli, dotato di 5 marce ed una coppia d 3 Kgm.

All’anteriore troviamo un cerchio di 21 pollici con un freno a disco, al posteriore un cerchio da 17 pollici, sempre con un freno a disco.

Grazie alla DotoliM2 di Napoli, abbiamo avuto modo di scoprire le sue caratteristiche.

La moto è snella ed in sella la posizione è davvero comoda, anche per chi è alto quasi 1,90 cm. Il manubrio largo aiuta ad avere tutto sotto controllo. Le finiture, nonostante il prezzo contenuto, sono più che discrete.

Il motore, nel traffico cittadino, si apprezza per la fluidità e per il temperamento docile; per districarsi non occorre usare molto il cambio. Se non fosse per l’indicatore presente sul cruscotto, è difficile capire se si viaggia in seconda o in terza marcia; l’elasticità è impressionante. Le sospensioni lavorano egregiamente anche quando, improvvisamente, l’asfalto o scompare o diventa un campo di patate.

Sui tratti extraurbani, specie quelli di montagna, l’Himalayn sorprende per come riesce a tenere ritmi abbastanza elevati, nonostante una cavalleria non da moto sportiva. La tenuta di strada è buona, mentre l’ABS è poco invasivo.

L’autostrada non è proprio l’habitat naturale di questa Royal Enfield. Se la velocità di crociera è di 100 Km/h, la moto è comoda, stabile e le vibrazioni non danno fastidio. A questa andatura si gode, poi, anche il paesaggio; insomma non serve spingersi al limite della velocità del codice della strada. L’Himalayan è in grado di portarvi ovunque, anche con il passeggero e le borse piene, ma alla giusta andatura.

Abbiamo avuto modo di testarla anche su uno sterrato poco impegnativo; anche lì questa Royal Enfield sorprende positivamente.

L’unico neo è l’impianto frenante, perché la leva è un po’ spugnosa; una volta fatta l’abitudine, tutto scorre bene.

Per finire un dato che ha dell’incredibile: vi sfidiamo a percorrere meno di 100 chilometri con 5 euro di benzina; quasi impossibile!

Chi vuole testare in prima persona l’Himalayan, può farlo alla DotoliM2, presso la sede di Via Pisciarelli n° 69; lì, poi, sarà possibile scoprire interessanti promozioni non solo sul nuovo ma anche sugli accessori, in grado di trasformare questa moto in una vera e propria globetrotter.

Moto Guzzi: l’ottimismo di Maurizio Dotoli

L’universo Moto Guzzi è in fermento perchè c’è una nuova stella pronta a brillare, quella della V85TT.

 

I guzzisti, e non solo, sono impazienti di vedere come si comporterà quella che sarà la capostipite di una nuova famiglia: “La V85TT – spiega Maurizio Dotoli, manager dello store ufficiale a Napoli sarà consegnata a febbraio del 2019, ma già oggi sono numerose le richieste. Dalla V85TT deriveranno altre moto, tutte dalla cilindrata giusta, dal peso contenuto e dalla essenzialità raffinata, senza inutili orpelli. C’è tanta curiosità e tanto interesse non solo, però, attorno alla moto presentata all’Eicma dell’anno scorso. Il marchio vive una fase di rilancio che si riflette anche sulle vendite, in aumento dopo anni bui”.

 

L’immatricolato Moto Guzzi è in costante aumento: “Possiamo – dice Dotolidistinguere due anime guzziste. C’è quella tradizionale e c’è quella nuova, giovane. Quest’ultima proviene da altri marchi e porta entusiasmo e voglia di avere una moto originale anche nelle capacità di customizzazione. Per sostenere il marchio occorre anche che i guzzisti acquistino ricambi originali e affidino la manutenzione delle loro amate alle officine ufficiali. Come DotoliM2 siamo presenti ad Agnano, alla Via Pisciarelli n° 69. Veniteci a trovare anche per vivere, attraverso incontri ed uscite, insieme una passione intramontabile”.