Motori: il mercato campano secondo Maurizio Dotoli

Maurizio Dotoli, riferimento a Napoli di marchi importanti sia delle 2 sia delle 4 ruote, ci illustra l’andamento del mercato all’ombra del Vesuvio.

Un mercato che lascia ben sperare per il futuro: “I primi – spiega Dotoli due mesi sono stati sotto tono, mentre a marzo è rinata la voglia di motori. Aprile, poi, è iniziato sotto una buona stella. La regina del mercato è la nuova Moto Guzzi TT 85 che suscita molto interesse, chiedono di provarla motociclisti che vengono dai marchi più disparati. Molto interessante, poi, è la nuova formula Moto Guzzi-Ride Now; in sostanza è una vendita con patto di riacquisto, dove la casa madre assicura l’acquisto della moto dopo vari mesi, con l’inserimento nel finanziamento di rate basse e l’estensione della garanzia. La gamma V7 tira sempre, con numeri importanti. Royal Enfield punta molto sulle bicilindriche che hanno bisogno di essere conosciute per farne apprezzare la validità. Il modello più gettonato rimane l’Himalayan.  Mv Agusta è una casa che vendo molto all’estero ma in Italia; si vendono i prodotti top non quelli base. A giugno avremo i test bike Made in Mv Agusta. Askoll, in attesa degli ecoincentivi, riscuote sempre più curiosità; ci sono prospettive interessanti. L’ecobonus, però, doveva essere creato diversamente. Per quanto riguarda la Moto Morini, siamo in attesa della nuova Milano. E’ una casa che abbisogna di tempo per rimettersi in moto dopo la cessione; speriamo sia la volta buona. Per la Norton siamo in attesa di nuove versioni, con prezzi più contenuti. Il settore delle Minicar suscita interesse seppur di nicchia. La Campania sia assesta su buoni livelli di vendita”.

Ducati World: si accendono i motori

Si accendono i motori di Ducati World, la nuova area di Mirabilandia dedicata alle “Rosse di Borgo Panigale”. Dal 18 aprile i visitatori del più grande Parco d’Italia potranno essere proiettati nel mondo delle due ruote: 35.000 mq completamente trasformati, per accogliere la prima area tematica al mondo ispirata a un brand motociclistico inserita in un parco di divertimenti.

Gli ospiti potranno divertirsi con Diavel Ring, dando libero sfogo a incredibili derapate, dosando marce e freni in sella alla power-cruiser di Borgo Panigale. Per i più piccoli c’è il Kiddy Monster, attrazione ispirata all’iconica naked Ducati, che consente ai giovani piloti di salire a bordo di una moto e provare la sensazione della velocità, in un contesto divertente, sicuro ed emozionante al tempo stesso.

Per avere la scarica di adrenalina di un giro in sella a una Panigale V4 R, il Ducati World propone i Motion Sphere: due sofisticati simulatori di ultima generazione, capaci di far provare una guida a tre dimensioni, molto vicina a quella dei veri piloti. La tecnologia e la meccanica altamente innovative di questi dispositivi rendono l’esperienza così realistica, da sembrare quasi vera. Nella stessa area sono stati allestiti altri sei simulatori, altrettanto divertenti e con la possibilità di “guidare” Monster 1200 R, Diavel Carbon e 1299 Panigale R Final Edition.

Il grande pubblico di Mirabilandia dovrà pazientare ancora qualche settimana prima di poter provare Desmo Race e Scrambler Run . È quasi pronto il primo duelling coaster interattivo a doppio binario. Un prototipo unico al mondo, attualmente nella fase finale di ottimizzazione del software, ma presto disponibile per garantire emozioni e adrenalina a tutti gli ospiti del Ducati World. Immediatamente a seguire arriverà anche l’apertura di Scrambler Run, l’attrazione ispirata al mitico Scrambler Ducati sinonimo di libertà degli anni ’60 e ’70, oggi riproposto in una moto con contenuti e tecnologia attuale.

Nell’Experience Building, con il suo suggestivo ingresso a forma di cupolino della Panigale V4, gli appassionati troveranno in esposizione permanente i più famosi modelli della casa motociclistica, per ammirare da vicino ogni singolo dettaglio.

Completano l’area uno store ufficiale, il Ducati World Shop, dove sarà possibile trovare abbigliamento, gadget e una serie di accessori, oltre ai tre punti ristoro: Paddock Cafè, Pit Stop e Scrambler BBQ . Quest’ultimo è una declinazione del format Scrambler Ducati Food Factory già presente a Bologna con due locali, che vuole proporre, anche attraverso il cibo, gli stessi valori di libertà e divertimento tipici del brand Scrambler® e della Land of Joy.

Bautista e Davies festeggiano a Borgo Panigale il traguardo delle 350 vittorie Sbk

Ieri, nello stabilimento Ducati di Borgo Panigale, i due piloti ufficiali Superbike hanno festeggiato insieme a tutti i dipendenti della casa bolognese il prestigioso traguardo di 350 vittorie nel Campionato Mondiale Superbike, raggiunto nella terza gara ad Aragón in Spagna il 7 aprile scorso.

L’onore di aver stabilito questo primato è toccato ad Álvaro Bautista. Il pilota 34enne di Talavera de la Reina (Spagna), al suo debutto nel campionato per le derivate di serie, è stato il vero dominatore della prima parte della stagione 2019, con 11 vittorie consecutive in sella alla nuova Ducati Panigale V4 R.

Presente ai festeggiamenti in azienda anche il suo compagno di squadra nel team Aruba.it Racing – Ducati Chaz Davies, autore di ben 25 delle 350 vittorie Ducati, ottenute dal pilota gallese sempre sulla Panigale R bicilindrica.

Un fatto singolare è che la vittoria numero 350 ottenuta da Bautista è arrivata esattamente 31 anni dopo il primo successo Ducati nel Mondiale Superbike, che risale all’ormai lontano 3 aprile 1988, quando Marco Lucchinelli vinse gara 2 a Donington (UK) sulla Ducati 851.

Domenica scorsa Ducati è poi arrivata a quota 352, con le due vittorie ottenute da Bautista nel round SBK di Assen in Olanda.

La moto di Álvaro deriva strettamente dalla Panigale V4, la moto di serie che la Ducati ha sviluppato mettendo a frutto l’esperienza accumulata in 15 anni di MotoGP. La base di partenza per la Superbike è la versione R della Panigale V4 che, con 221 CV, è la moto sportiva più potente oggi sul mercato.