Uno sguardo al presente e al futuro con Maurizio Dotoli

 Uno sguardo al presente e al futuro con Maurizio Dotoli

Tempo di bilanci non solo esistenziali ma anche in termini di mercato moto.

Questo periodo rappresenta, infatti, un’analisi di quanto fatto e l’auspicio di quanto si desidera fare.

Maurizio Dotoli, storico appassionato e venditore a Napoli di moto, ci da una lettura di quanto accaduto nel mercato delle moto sia a livello nazionale sia a livello locale.

Benelli in forte crescita

I dati di vendita dicono che c’è oggettivamente a Napoli una crescita robusta del marchio Benelli, con i modelli TRK e Leoncino a fare da traino. E’ un dato prettamente locale, perché tale incremento non si registra negli stessi termini nel resto d’Italia, specie nelle province più ricche dove non ci sono, fortuna loro, problematiche legate al caro assicurazioni e alla mancanza di lavoro”.

Nord moto, Sud scooter

In generale si immatricolano più moto al settentrione, più scooter nel meridione; in città come Roma, Napoli e Milano gli scooter registrano numeri impressionanti. All’ombra del Vesuvio le moto rappresentano una fetta piccola del mercato. I marchi più positivi sono Triumph, Honda, Yamaha e Kawasaki; Bmw è in leggera flessione. L’immatricolato Suzuki, poi, è inferiore a quello della Royal Enfield”.

I brand della DotoliM2

Moto Guzzi è sostanzialmente stabile, Royal Enfiled, invece, è aumenta del doppio.  Mv Agusta è ancora ferma su piccoli numeri (manca un modello come la Rivale). Norton è un marchio di affezione, poco compreso. Moto Morini è in rilancio anche se solo come interesse. L’elettrico è in grande fermento in Italia ma a Napoli ancora stenta a decollare. Funzionano, purtroppo, gli scooter cinesi non omologati che girano indisturbati per le vie della città. I monopattini, poi, sono poco adatti viste le strade dissestate. L’elettrico è un bel sogno e da noi ha senso per le flotte aziendali che, per obbligo o la spendibilità del nome, devono rispettare certi canoni. Ad esempio come DotoliM2 abbiamo rifornito gli uffici napoletani di Poste Italiane di un 3 ruote elettrico della Ligier a ruote basculanti. Questi veicoli consentono non solo un grande rispetto dell’ambiente ma anche l’abbattimento dei costi di gestione. Per infrastrutture e mentalità, però, siamo ancora lontani dal raggiungere i numeri che, ad esempio, sono di Milano. Askoll è un prodotto ottimo, italiano e ci permette di guardare con ottimismo al futuro”.

Il futuro

In prospettiva vedo bene la Benelli perchè sarà protagonista anche nelle alte cilindrate. Gli altri brand cinesi saranno ancora in calo; è finita l’euforia per questi veicoli dal prezzo e dalla qualità bassi. Al di là di tutto, se non ci saranno politiche di sviluppo del lavoro e che non penalizzino i campani che dovranno assicurare le proprie due ruote, parlare di crescita sarà fuori luogo”.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *