Maurizio Dotoli racconta la Borile CR 500

 Maurizio Dotoli racconta la Borile CR 500

Quando si entra nello store della DotoliM2 si ha la possibilità di fare un viaggio nel tempo, in una galleria d’arte motoristica.

Alla DotoliM2 il bello si unisce al moderno così come il fascino si sposa con il vintage; un mix che stupisce con meravigliose creature a 2 ruote.

Questa volta abbiamo avuto modo di provare per le strade di Napoli quella che, a detta di Maurizio Dotoli, è la creatura che meglio rappresenta la creatività di Umberto Borile, ossia la CR 500.

Una moto che durante il nostro test è stata ammirata e fotografata proprio come una bella modella: “La CR 500 – spiega Dotoliè stata presentata al salone Eicma del 1999 e sin da subito ha catalizzato l’attenzione. Nasce dall’estro di quel geniaccio che è Borile, artigiano di Vo’ Euganeo, in provincia di Padova. Per intenderci parliamo di una eccellenza dove il genio italiano diventa meccanica. Umberto è un grande appassionato di arte e delle moto inglesi. E’ un artista delle moto e nel realizzare questo modello si è ispirato ai grandi classici inglesi, interpretandoli in chiave attuale. Le sospensioni sono moderne, con una forcella upside down ed un mono al posteriore. L’impianto frenante ha una forte connotazione sportiva mentre le linee sono semplicemente stupende, classiche e intramontabili. Grazie all’utilizzo di materiali nobili, il peso è incredibilmente contenuto a 104 chili a secco. Ogni pezzo è essenziale e funzionale al progetto. Ciò che rende la CR 500 ancora più incredibile è che non siamo di fronte ad una special realizzata da un customizzatore sulla base di una moto già in produzione. In realtà la CR 500 è una moto costruita ex novo e regolarmente omologata in soli 50 esemplari (quella da noi provata è la numero 26). Anche la meccanica è di grande pregio; il motore 4 valvole deriva dal GM, ossia Giuseppe Marzotto. Marzotto è stato un campione dello speedway ed oggi produce motori che nel suo segmento sono il riferimento mondiale. Nella versione stradale eroga circa 50 cv, ma in quella da corsa si arriva a circa 70 cv. Artigianalità in questo caso significa soprattutto cura maniacale dei particolari. La marmitta è realizzata a mano ed è in alluminio; incredibile! Alla guida la CR 500 è leggera ed ha un forte carattere. La trovo eccezionale…”.

Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *