Royal Enfield Himalayan: una piacevole sorpresa

 Royal Enfield Himalayan: una piacevole sorpresa

In vendita da poco più di un anno, la Royal Enfield Himalayan è diventata subito una delle moto più apprezzate della casa di Chennai.

Le sue qualità unite ad un prezzo davvero contenuto, sono le frecce che hanno colpito i cuori di molti appassionati.

I dati tecnici parlano di un monocilindrico raffreddato ad aria e olio di 411 cc., potente 25 cavalli, dotato di 5 marce ed una coppia d 3 Kgm.

All’anteriore troviamo un cerchio di 21 pollici con un freno a disco, al posteriore un cerchio da 17 pollici, sempre con un freno a disco.

Grazie alla DotoliM2 di Napoli, abbiamo avuto modo di scoprire le sue caratteristiche.

La moto è snella ed in sella la posizione è davvero comoda, anche per chi è alto quasi 1,90 cm. Il manubrio largo aiuta ad avere tutto sotto controllo. Le finiture, nonostante il prezzo contenuto, sono più che discrete.

Il motore, nel traffico cittadino, si apprezza per la fluidità e per il temperamento docile; per districarsi non occorre usare molto il cambio. Se non fosse per l’indicatore presente sul cruscotto, è difficile capire se si viaggia in seconda o in terza marcia; l’elasticità è impressionante. Le sospensioni lavorano egregiamente anche quando, improvvisamente, l’asfalto o scompare o diventa un campo di patate.

Sui tratti extraurbani, specie quelli di montagna, l’Himalayn sorprende per come riesce a tenere ritmi abbastanza elevati, nonostante una cavalleria non da moto sportiva. La tenuta di strada è buona, mentre l’ABS è poco invasivo.

L’autostrada non è proprio l’habitat naturale di questa Royal Enfield. Se la velocità di crociera è di 100 Km/h, la moto è comoda, stabile e le vibrazioni non danno fastidio. A questa andatura si gode, poi, anche il paesaggio; insomma non serve spingersi al limite della velocità del codice della strada. L’Himalayan è in grado di portarvi ovunque, anche con il passeggero e le borse piene, ma alla giusta andatura.

Abbiamo avuto modo di testarla anche su uno sterrato poco impegnativo; anche lì questa Royal Enfield sorprende positivamente.

L’unico neo è l’impianto frenante, perché la leva è un po’ spugnosa; una volta fatta l’abitudine, tutto scorre bene.

Per finire un dato che ha dell’incredibile: vi sfidiamo a percorrere meno di 100 chilometri con 5 euro di benzina; quasi impossibile!

Chi vuole testare in prima persona l’Himalayan, può farlo alla DotoliM2, presso la sede di Via Pisciarelli n° 69; lì, poi, sarà possibile scoprire interessanti promozioni non solo sul nuovo ma anche sugli accessori, in grado di trasformare questa moto in una vera e propria globetrotter.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *