Uomini che hanno scritto la storia della Ducati a Napoli

 Uomini che hanno scritto la storia della Ducati a Napoli

Nel giorno in cui 28 anni fa usciva dalla catena di montaggio la prima Ducati Monster 900 (era il 5 marzo del 1993), viene scattata una foto che ha un altrettanto valore simbolico.

Antonio, Davide, Michele, Giuseppe e Davide a Napoli non sono dei semplici nomi.

A ben vedere, Antonio Gallo (alias Il Baffo), Davide Liccardo (alias Il Caimano), Michele Coppola, Giuseppe Cotena e Davide Piras rappresentano anni ed anni di storia desmodromica partenopea.

Un concentrato unico…

Un concentrato di passioni, esperienze, vendite, riparazioni e assistenza che da quando le foto erano in bianco e nero ha dipinto i colori più vivaci della storia ducatista napoletana.

Io stesso, insieme a mio padre Luigi, ho toccato con mano, in passato, quello che è stato più di un semplice modo di rappresentare un marchio; ho avuto modo di condividere una declinazione del motociclismo e della passione per una casa che ha prodotto non delle semplici moto bensì delle autentiche opere d’arte.

Intuizione del Baffo…

Tutto nasce quando il Baffo decise, nel 1973, di non limitarsi a vivere le sensazioni che solo una Ducati è in grado di offrire ed ebbe la brillante idea di veicolare le sue emozioni agli altri.

Per anni i loro volti a Napoli sono stati sinonimo della Ducati e se oggi le loro strade sono separate, la storia rimane.

Da appassionato che ama le moto italiane, non posso non raccontare questa fantastica storia.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *