55.000 miglia in sella al suo Scrambler Ducati Desert Sled

Henry Crew, il giovane di 23 anni partito un anno fa per il giro del mondo in solitaria in sella al suo Scrambler® Desert Sled è rientrato in Inghilterra, segnando il record mondiale come motociclista più giovane a compiere il giro del mondo in moto.

Henry, partito il 3 aprile 2018 dal Bike Shed Motorcycle Club di Shoreditch a Londra, aveva previsto di percorrere 35.000 miglia in un anno. Al suo ritorno, il 19 aprile 2019, il contachilometri del Desert Sled con cui ha compiuto l’intero viaggio ne contava ben 55.000 (circa 88.000 km).

“Lo Scrambler® Desert Sled è stato un compagno di viaggio estremamente versatile, in grado di affrontare ogni tipo di terreno e di clima. Abbiamo percorso insieme tutte le 55.000 miglia, passando dalle strade più alte del mondo, con temperature a -7 °C, fino a spiagge, deserti, montagne e foreste pluviali a 52 gradi °C. – ha dichiarato Henry – La moto si è dimostrata perfettamente equilibrata, mi ha permesso di affrontare e gestire con facilità sia le tratte in autostrada che i percorsi in off-road. Le cadute, inevitabilmente, ci sono state, ma il suo peso contenuto mi ha sempre permesso di poterla rialzare in autonomia senza mai avere grossi problemi o danni tali da impedirmi di proseguire”.

Il giovane motociclista inglese, insieme allo Scrambler® Desert Sled che lo ha accompagnato nel giro del mondo, saranno presenti nello stand Scrambler® al “ Bike Shed London 2019”, la fiera di moto special organizzata dal club motociclistico londinese The Bike Shed, che si svolge a Londra dal 24 al 26 maggio, nella suggestiva location del Tobacco Dock, un antico magazzino di tabacco riqualificato a zona espositiva.

Giunto alla decima edizione, il Bike Shed London è uno degli eventi di riferimento in Europa per tutti gli appassionati della cultura motociclistica post-heritage, e una tappa chiave per il Brand Scrambler Ducati.

Nello spazio dedicato alla Land of Joy ci saranno anche due special inedite: la “Goblin Works Hooligan Hillclimber”, progettata e costruita su base Scrambler® 1100 da Anthony Partridge per la serie TV di Discovery Channel “Goblin Works Garage”, e una Full Throttle customizzata da Vikki Van Someren, organizzatore della manifestazione stessa.

In mostra anche una selezione dell’attuale gamma 2019, tra cui uno Scrambler® 1100 personalizzato con accessori originali Scrambler Ducati.

Maggiori informazioni sul viaggio di Henry sono disponibili sul sito ufficiale del suo viaggio 35000miles.com.

Il nuovo Diavel 1260 premiato per il suo stile con il prestigioso “Red Dot Design Award 2019”

Il nuovo Diavel 1260 si aggiudica il “Red Dot Award: Best of the Best” nella categoria “Product Design”, uno dei più prestigiosi riconoscimenti internazionali per il design.

Il “Red Dot Design Award” premia ogni anno, dal 1955, le proposte più originali e meritevoli per design e innovazione. Una giuria altamente qualificata, composta da 40 esperti di fama internazionale, ha valutato oltre 5.500 prodotti assegnando al nuovo Diavel 1260 l’importante titolo “Red Dot Award 2019: Best of the Best”.

Questo premio rappresenta il terzo successo per la Casa di Borgo Panigale, dopo i precedenti riconoscimenti ottenuti con due moto iconiche come la 1199 Panigale nel 2013 e con l’XDiavel S nel 2016, a dimostrazione di come una moto Ducati possa essere icona di stile, innovazione e performance.

Potente e muscoloso, il nuovo Diavel 1260 unisce le prestazioni di una maxi-naked all’ergonomia di una muscle cruiser. Il suo design ricercato reinterpreta lo stile Diavel in chiave contemporanea e integra alla perfezione il motore Testastretta DVT 1262da 159 CV, vero cuore pulsante di questa moto.

“Vincere un premio importante e ambito come il Red Dot Award è sempre difficile. Riuscire a conquistarlo per la terza volta, grazie a un’altra moto iconica come il nuovo Diavel 1260, è un tributo alla creatività e all’innovazione Ducati che ci rende veramente orgogliosi” ha commentato Andrea Ferraresi, Responsabile del Centro Stile Ducati. “Siamo consapevoli di fare moto emozionanti, ricercate e belle, però avere un riscontro così autorevole è sempre gratificante e stimolante per chi lavora nel mondo della progettazione e dello stile. A competere per questo riconoscimento ci sono tantissimi iscritti tra i maggiori protagonisti del design mondiale. Ora ci aspettiamo altrettanto entusiasmo da parte degli appassionati: la moto è, infatti, già nei concessionari Ducati”.

L’8 luglio in Germania, nell’Aalto Theather di Essen, si terrà il Gala del “Red Dot Award”, con un parterre di 1200 invitati composto dai più importanti esponenti del design internazionale, che rappresenta l’apice di questo riconoscimento.

La cerimonia di premiazione del Red Dot Design Award 2019 si inserisce all’interno di un intenso calendario: sono infatti diversi gli appuntamenti dei prossimi mesi dedicati al design e al nuovo Diavel 1260.

Margine operativo confermato al 7% per Ducati

Ducati chiude il 2018 consolidando la crescita che ha caratterizzato gli ultimi anni della Casa motociclistica bolognese. 53.004 (2017: 55.871) le moto consegnate ai clienti di tutto il mondo, risultato che ha permesso di mantenere le vendite sopra alle 50.000 unità per il quarto anno consecutivo, nonostante il mercato globale delle moto oltre 500 cc sia calato del 2,7%. Le condizioni si sono rivelate particolarmente impegnative negli Stati Uniti, fino allo scorso anno il primo mercato per Ducati, registrando un calo di quasi il 9%.

Il fatturato, a chiusura dell’esercizio 2018, ha raggiunto € 699 milioni (2017: € 736 milioni), il risultato operativo è stato di € 49 milioni (2017: € 51 milioni), con un margine operativo del 7%, ovvero la stessa percentuale fatta registrare nel 2017. L’Azienda di Borgo Panigale è riuscita quindi a compensare il calo dei volumi di vendita generato dalla flessione del mercato grazie al successo dei modelli a più alta marginalità, come ad esempio la Panigale, che ha permesso di mantenere il risultato operativo al livello dell’anno precedente.

I dati finanziari di Audi Group relativi all’esercizio 2018, di cui Ducati rappresenta il segmento motociclistico, sono stati comunicati in occasione della conferenza stampa annuale che si è svolta nella sede di AUDI AG ad Ingolstadt.

“L’anno 2018 è stato impegnativo sotto diversi punti di vista ma siamo soddisfatti della nostra performance finanziaria malgrado un anno non facile  – ha dichiarato Claudio Domenicali, CEO Ducati Motor Holding – L’Azienda sta generando le risorse per continuare a finanziare lo sviluppo di nuovi prodotti il che ci fa ben sperare anche per il futuro”.

Oliver Stein, CFO Ducati Motor Holding, ha aggiunto: “La solidità finanziaria è estremamente importante per l’Azienda per poter supportare il programma di sviluppo tecnologico in cui Ducati è attualmente impegnata a pieno regime”.

Ducati Motor Holding conta oggi in totale 1.591 dipendenti. La rete vendita della Casa motociclistica di Borgo Panigale comprende 720 concessionari in oltre 90 paesi.

Al via con una novità la quarta edizione dei Days of Joy Scrambler Ducati

Tornano per la quarta edizione i Days of Joy, gli appuntamenti per chi vuole esplorare il mondo Scrambler® tra corsi di guida, attività outdoor e puro relax. Novità 2019 sono le Scrambler Experience in Romagna e in Toscana, due itinerari per godersi strade affascinanti, sapori tipici delle colline italiane e tanto divertimento.

Si parte sabato 6 aprile da Cesenatico con la Scrambler Experience Romagna. Tour di una giornata, su asfalto o strade bianche, che permette di apprezzare la nuova gamma Scrambler®. Il checkpoint sulle colline dell’Appennino Tosco-Romagnolo a metà giornata permette di gustare la cucina locale in un ambiente rilassato in stile Land of Joy mentre, al rientro, il gran finale con arrivo in spiaggia e BBQ Beach serale in riva al mare di Cesenatico.

Due giorni di guida, il weekend del 6 e 7 luglio , su e giù per le colline senesi caratterizzano invece la Scrambler Experience Toscana. Oltre 200 km il primo giorno e più di 150 km il secondo, per un’esperienza a 360° on e off road. Un piacere da gustare alla Fattoria Pieve a Salti (Siena) insieme ai sapori dei prodotti tipici e all’atmosfera rilassata che contraddistingue tutti gli eventi della Land of Joy. Questo appuntamento è realizzato in collaborazione con il comitato organizzativo dell’Eroica®, storica gara ciclistica, sulle cui strade è sviluppato parte del percorso.

Divertimento e didattica si fondono nei corsi di guida proposti al Vairano Country House, nelle campagne pavesi a due passi da Milano, il 2 giugno e l’8 settembre. La Flat Track School, per imparare a derapare su ovali sterrati in sicurezza, la Scuola Off Road in sella alla Desert Sled per affrontare l’Off Road Track, la Scrambler Basic Riding School dedicata a tutti gli aspiranti motociclisti per imparare ad andare in moto in attesa di prendere la patente.

Relax e divertimento in mezzo al verde sono l’altro punto di forza dei Days of Joy, ovvero un BBQ all’aperto in stile americano, chill area con musica, sdraio e ombrelloni, biliardino, l’opportunità di provare l’intera gamma Scrambler Ducati e l’immancabile Cooking Class tra fornelli e brace per seguire un’autentica lezione di barbecue con un famoso maestro di cucina.

Il coordinamento dei tour e tutti i corsi sono tenuti dagli istruttori di Due Ruote.

Altra novità dei Days of Joy 2019 è la partecipazione all’evento di Pirelli, a testimonianza di quanto la sinergia di successo tra due eccellenze italiane non si limiti solamente a una collaborazione tecnica.

Tutti i partecipanti riceveranno un welcome kit con gadget marchiati Scrambler Ducati.