Fondata nel 1898 da James Lansdowne Norton a Wolverhampton, la Norton è un marchio che ha scritto le più belle pagine del motociclismo inglese.

Norton oggi cerca una nuova dimensione sul mercato italiano e il caso ha voluto che incontrassimo presso la DotoliM2 Andreas Leuthe, business development manager della casa inglese.

E’ stato, così, un modo improvviso ma proficuo per fare quattro chiacchiere sul prossimo futuro della Norton: “In programma – dice Maurizio Dotolici sono cose interessanti con la produzione di moto sempre più aderenti alle esigenze del mercato. E’ in ristrutturazione la rete vendita con la casa madre che vuole gestire direttamente i rapporti senza l’ausilio di intermediari. In questa logica le bicilindriche Atlas Nomad e Ranger sapranno collocarsi in quella fascia che strizza l’occhio a chi è alla ricerca di moto d’élite ma dai costi non proibitivi. In fase di sviluppo, poi, c’è un motore V4 dal quale saranno ricavate una supersportiva ed una naked. Inoltre la partnership con la Zongshen servirà per incrementare lo sviluppo del brand nel mercato asiatico”.