La passione Harley-Davidson di Marco Ciotola

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
passione

La passione per le moto è sempre stata una passione trasversale. E’ in grado di unire giovani e meno giovani, ricchi e poveri, dirigenti e operai; il motociclismo non conosce limiti e confini.

Marco Ciotola è un napoletano che nella vita di tutti i giorni è un brillante notaio della capitale e sempre nella vita di tutti i giorni è un harleysta DOC. All’aplomb della professione accompagna la personalità forte delle moto di Milwaukee.

Anni ‘90

“E’ negli anni ’90, quando spadroneggiavano le moto giapponesi stradali e da enduro, mi colpivano le immagini delle strade americane fatte di spazi sconfinati con albe e tramonti strepitosi ma con sempre al centro una Harley-Davidson. Quelle immagini le trovavo molto accattivanti. Il mondo HD è sempre stato avvolto da un mistero affascinante che rende quelle moto uniche. Unicità che mi ha conquistato totalmente”.

 

Le Harley nel garage

 “Nel mio box ci sono 2 HD. La prima è una Dyna 1450 Custom del 2005, acquistata quando ho saputo di aver superato il concorso notarile. La seconda è una Road King special acquistata quest’anno. Sono due mondi diversi; la Dyna non ha tecnologia ma ha il fascino di una bella signora curata e scintillante nelle sue cromature. La Road King è un gioiello, un diamante in puro stile dark. Queste moto mi sono molto utili nella quotidianità e quando vesto i panni del Road Captain del mio Chapter, il Roman Village. Un servizio che rendo con onore per i colori che porto dietro le spalle e vicino al cuore. Il piacere di essere con il gruppo e nel gruppo garantendo ordine e sicurezza nei run che si organizzano. Sono un notaio della repubblica italiana e svolgo la mia professione con passione e dedizione. La moto è il mio unico svago e rappresenta la mia valvola di sfogo che mi regala evasione e senso di libertà. Quando salgo in sella e accendo il bicilindrico dimentico tutti i problemi e mi concentro solo sulla strada e sul viaggio che mi aspetta”.

Ride and have fun

“Questo è il motto della HOG! Tutti noi del Chapter siamo una grande famiglia.  Ci siamo scelti e viviamo con regole precise che rispettiamo sempre nel segno della sicurezza. Andare in moto e sorridere, sorridere sempre. Salutare tutti e rispettare gli altri. Sono un appassionato delle bicilindriche americane HD e amo quelle del passato ma anche quelle attuali. Andare in moto è un’esperienza mistica che avvicina alla natura perché quando viaggi sei dentro la natura e ne percepisci ogni più piccola sfumatura.  La cosa più importante è avere delle strade sicure con un manto senza buche e irregolarità pericolose. Già questo ci aiuterebbe a percorrere i nostri run con più sicurezza”.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti