Quali pneumatici scegliere per la propria auto?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
pneumatici

Le gomme rappresentano un elemento essenziale per garantire all’automobile la massima sicurezza su strada. Questo perché sono una sorta di elemento di contatto tra la parte interna e quella esterna della vettura, assicurandone le effettive prestazioni.

È importante tenere gli pneumatici costantemente sotto controllo e predisporre di un’adeguata assicurazione auto, dotata anche di polizza di assistenza stradale in grado di intervenire prontamente in caso di foratura dello pneumatico. Quando arriva il momento di effettuare il cambio è necessario predisporre le gomme delle giuste misure nonché secondo modelli adatti alla propria guida e allo stile di vita.

In questo articolo ci concentriamo proprio su un tema particolarmente importante: come e quali pneumatici scegliere per la propria auto. Un aspetto cruciale per chi guida le quattro ruote.

Gli elementi da considerare nella scelta delle gomme

La scelta delle gomme dipende da diversi fattori: quanto si desidera investire, il numero di chilometri percorsi durante l’anno, le condizioni in cui ci si trova a guidare, le prestazioni che si vogliono ottenere dalla propria vettura.

La prima domanda con cui bisogna necessariamente confrontarsi quando si scelgono gli pneumatici è: meglio termici o 4 stagioni? Nel primo caso l’automobilista si trova a dotare la propria vettura di due treni di gomme: uno invernale e uno estivo. Nel secondo dispone di un unico treno adattabile alle diverse situazioni climatiche.

È bene tenere presente che per circolare su strade extraurbane e autostrade si rivela necessario per legge aver montato dal 15 novembre al 15 aprile o gomme invernali, oppure, qualora non si volesse rinunciare a quelle estive, dotarsi di catene a bordo.

Gli pneumatici possono essere ordinati sia presso un gommista di fiducia sia online, così da poter approfittare di ulteriori offerte: basta guardare le misure sul libretto di circolazione.

Quando scegliere gli pneumatici termici

Avere due treni di gomme, uno per il periodo dell’inverno e uno per quello estivo, rappresenta la soluzione ottimale in tutti quei casi in cui si rivela obbligatorio predisporre l’auto di dotazioni invernali. Un parametro valido è quello delle temperature: quando risultano inferiori ai 7°C, a prescindere che nevichi oppure no, il ghiaccio è ben più pericoloso, gli pneumatici invernali sono davvero indispensabili.

Si tratta di gomme che lavorano meglio di quelle tradizionali, ma anche delle quattro stagioni, in situazioni di criticità quali asfalto bagnato, grandine, neve, ghiaccio. Il loro impiego è imprescindibile per chi vive in zone di montagna o che vedono un sali e scendi di vie piuttosto impegnativo.

Gli pneumatici termici, inoltre, rappresentano la soluzione ottimale per tutte quelle persone che per lavoro si trovano a viaggiare per molti chilometri ogni giorno, superando i 10.000/15.000 km annui. L’alternanza di due treni di gomme permette di avere la vettura rispondente al meglio durante tutte le stagioni e di risparmiare persino nel lungo periodo a livello economico.

E le gomme 4 stagioni?

Le gomme 4 stagioni rappresentano una soluzione estremamente comoda e versatile, adattabile all’estate come all’inverno. Possono viaggiare oltre che nelle strade dei centri urbani, anche su quelle extraurbane e nelle autostrade.

Sono un’opzione valida per quelle persone che si trovano a utilizzare la macchina in territori che non presentano particolari criticità climatiche e in cui le temperature sono piuttosto miti. Sono da preferire per quegli automobilisti che non hanno un chilometraggio troppo importante: il termine di riferimento è, come abbiamo già accennato nel caso delle gomme termiche, entro i 10.000/15.000 chilometri.

In questo modo le gomme 4 stagioni riescono a durare per due o tre anni, mantenendosi sempre in maniera ottimale: basterà controllare una volta al mese la pressione come per tutti gli altri pneumatici. Diversamente tendono a usurarsi con maggiore facilità, non rappresentando un investimento conveniente.

Conclusione

Quale tipo di pneumatico preferire quindi? Come abbiamo visto la risposta è necessariamente una soltanto: dipende. I fattori da considerare sono molteplici e riguardano lo stile di vista del singolo automobilista, le sue abitudini e il contesto geografico in cui vive.

Quello che non cambia, una volta scelti gli pneumatici giusti, è il costante monitoraggio da effettuare, in modo da essere certi che le gomme “siano in salute” e limitare i rischi di possibili problematiche al veicolo. Un qualcosa da cui comunque è bene tutelarsi predisponendo un’assicurazione ad hoc ed effettuando gli opportuni interventi di manutenzione.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.