Auto elettriche e autonomia: come preservarla nei mesi invernali

 Auto elettriche e autonomia: come preservarla nei mesi invernali

I veicoli 100% elettrici consumano più energia durante l’inverno, in particolare quando utilizzati per spostamenti brevi. Perché? In queste condizioni l’elettricità della batteria viene utilizzata sia per riscaldare l’abitacolo, sia per portare le batterie alla giusta temperatura, e ciò si traduce in un aumento dei consumi, a cui corrisponde una minore autonomia. Un principio di funzionamento diverso da quello dei propulsori termici, che utilizzano invece il calore prodotto dal motore per riscaldare l’interno del veicolo.

Batterie al litio e temperatura

Per lavorare al meglio, le batterie agli ioni di litio dei veicoli elettrici devono essere mantenute a temperature comprese entro un range ben definito: un contesto in cui sono garantite le performance migliori sia in termini di potenza erogata che di recupero dell’energia, ma anche rispetto alla ricarica rapida in corrente continua.

“L’obiettivo della gestione termica è far funzionare la batteria con la massima parsimonia possibile, in modo che ‘invecchi’ lentamente. Per questo ha un proprio circuito di raffreddamento e riscaldamento, che la mantiene alla giusta temperatura” spiega Jens Obernolte, Head of Energy and Weight Management di Volkswagen. Quando il clima è freddo, un’unità di riscaldamento esterna interviene a supporto per riscaldare le celle fino a quando non raggiungono tutte la temperatura di esercizio ideale.

var url223359 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1156&evid=223359”;
var snippet223359 = httpGetSync(url223359);
document.write(snippet223359);


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *