A bordo della MINI Electric a New York

 A bordo della MINI Electric a New York

Chiunque visiti New York per la prima volta si trova di fronte un gran problema: da dove partire nel viaggio alla scoperta della metropoli da otto milioni di abitanti? La città si estende per più di 1.200 chilometri quadrati, è uno dei poli commerciali più importanti del mondo e offre una selezione ricchissima di circa 500 gallerie, più di 200 musei, circa 150 teatri e non meno di 18.000 ristoranti. La risposta alla domanda diventa più facile se si sceglie di visitarla durante il periodo natalizio: Manhattan. Perché, probabilmente, in nessun’altra parte del mondo il periodo che precede le festività viene celebrato così vistosamente. Basti considerare che milioni di luci illuminano la città già da inizio dicembre.

Mare di luci

Il più che lussureggiante mare di luci è tipico della città, proprio come le strade piene di incroci, taxi gialli, limousine e pick-up. Il giro turistico nella MINI Cooper SE completamente elettrica (consumo di potenza combinato: 17,6 – 15,2 kWh/100 km secondo WLTP, 16,9 – 14,9 kWh/100 km secondo NEDC, emissioni di CO2 combinate: 0 g/km) crea un rilassante contrasto. Silenziosa e priva di emissioni, la MINI Electric scivola tra le strade di New York regalandole un assaggio della mobilità urbana del futuro.

 

Persino a Manhattan, la MINI Cooper SE si muove abilmente tra energia sportiva ed elegante sobrietà. Il motore elettrico da 135 kW/184 CV la porta a 60 km/h in soli 3,9 secondi allo scattare del semaforo. Il piacere di guidare prolungato è quindi garantito. E quando le strade sono un po’ più tranquille, i pedoni e i ciclisti vengono avvisati dell’approcciarsi del veicolo da un drive sound sviluppato appositamente per la MINI Electric e trasmesso dagli altoparlanti esterni a bassa velocità.

 

Central Park rappresenta un punto di partenza ideale per un tour della città inusuale – proprio qui, nella parte meridionale della macchia verde, si trova la celebre pista di pattinaggio. Wollman Rink ha fatto da sfondo a molti film di Hollywood, come ad esempio Love Story, ed è molto popolare sia tra i newyorkesi che tra i turisti. Trovarsi sul ghiaccio in mezzo ai grattacieli con vista sullo skyline natalizio di Manhattan e poi proseguire esplorando il parco invernale a piedi è un’esperienza incredibile.

Un viaggio a New York a dicembre include naturalmente un abbondante shopping natalizio

Tutta la città è decorata, le vetrine scintillano, raccontano storie e fanno brillare gli occhi. I grandi magazzini Macy’s (151 West 34th Street) sono splendidi. Lì, non sono solo le vetrine finemente decorate ad attrarre, ma soprattutto Babbo Natale in persona pronto a ricevere grandi e piccini. Nel famoso Santa Land all’ottavo piano di Macy’s, proprio tutti possono esprimere i desideri natalizi.

 

Attraverso la famosa 5th Avenue e West 59th Street, si arriva direttamente a Columbus Circle. Il mercatino di Natale allestito in questa piazza è uno dei più suggestivi di New York. I negozi nell’angolo sud-ovest del parco sono illuminati con colori vivaci. Dodici stelle alte più di quattro metri pendono dal soffitto di 30 metri del Time Warner Center. Lo spettacolo di luci “Under the Stars” è una vera tradizione newyorkese. Il mercatino di Natale di Union Square, invece, ricorda molto lo stile europeo, dove numerosi artisti e artigiani newyorkesi mostrano il loro talento e la loro creatività tra bancarelle con cibo, bevande e dolciumi. Sulla strada che porta alle altre vie dello shopping, la MINI Electric scivola di fronte al The Plaza, all’incrocio tra la 5th Avenue e la 59th E.

 

L’hotel dall’imponente facciata in stile francese è dimora di ospiti ricchi e famosi da più di 100 anni. Quasi 30 anni fa, fu una delle location dove girarono la famosa commedia cinematografica “Mamma ho perso l’aereo”. Donald Trump, allora proprietario del Plaza, compare come protagonista in una breve scena.

 

Non importa se genitori, nonni o madrine

Se in tasca si ha una letterina scritta da un bambino, durante il tour di New York si resterà inevitabilmente attratti dal negozio di giocattoli FAO Schwarz. Considerato una volta il più grande negozio di giocattoli del mondo, situato sulla 5th Avenue fino al 2015, si è poi spostato in Rockefeller Plaza nel 2018. Gran parte del vecchio fascino rimane, incluso il “Big Piano” sul pavimento, reso famoso dalla danza di Tom Hanks nel film “Big”. L’assortimento è enorme e alcuni comprano più di quello che alla fine riuscirà a starci sotto l’albero. Per fortuna c’è molto spazio nel bagagliaio della MINI Cooper SE. Può essere ampliato da 211 a 731 litri. Grazie alla batteria ad alto voltaggio situata in profondità nel pianale del veicolo, la MINI Electric offre esattamente lo stesso volume di stivaggio della MINI 3 porte tradizionale.

 

Vicino al Toy Paradise di New York, al 1260 della 6th Avenue, si trova il Radio City Music Hall. Qui va in scena il famosissimo Radio City Christmas Spectacular, uno degli spettacoli natalizi più iconici di New York. Include tutto ciò che ricorda la grande festa: da Babbo Natale allo Schiaccianoci alla nascita di Gesù. E proprio accanto al Rockefeller Center si trova l’albero di Natale più famoso del mondo. Quest’anno è un abete rosso alto 25 metri proveniente dal Maryland. Sulla cima si trova una grande stella, disegnata dall’acclamatissimo designer Daniel Libeskind. L’albero è illuminato da più di 50.000 luci colorate.

 

Di fronte a tale spettacolo, quasi nessuno pensa alla parcella elettrica. Ma del resto, non tutto ciò che è divertente è anche altrettanto efficiente come la MINI Electric. Il motore è altamente preciso e l’elettricità può essere reimmessa nella batteria ad alto voltaggio più e più volte durante la guida nelle fasi di spinta e di frenata. Il guidatore può determinare individualmente l’intensità del recupero dell’energia di frenata tramite un interruttore a levetta. La più elevata tra le due modalità di recupero assicura un’espressione particolarmente energica del caratteristico “one pedal feeling”. Quando il pedale dell’acceleratore viene rilasciato, l’elettricità viene reimmessa nella batteria ad alto voltaggio, portando il veicolo a frenare contemporaneamente.

 

Inoltre, i fari a LED e le luci posteriori a LED nel caratteristico design Union Jack richiedono pochissima energia. Lo stesso vale per il climatizzatore automatico della MINI Cooper SE. L’abitacolo viene riscaldato con l’aiuto di una pompa di calore che assorbe il calore residuo dal motore, dalla centralina di comando e dalla batteria ad alta tensione, nonché dall’aria esterna e lo utilizza per generare temperature confortevoli. È particolarmente efficiente e utilizza fino al 75 per cento di energia in meno rispetto a un sistema di riscaldamento elettrico convenzionale, pur fornendo un alto livello di comfort durante l’inverno.

Giro turistico

Una degna conclusione del giro turistico prenatalizio è una visita alla più recente terrazza panoramica di New York: The Summit One Vanderbilt (45 E 42nd Street). È situata molto vicino a Bryant Park e Grand Central Station ed è aperta agli ospiti da ottobre 2021. Da un’altezza di 427 metri, si gode di una splendida vista sul vicino Empire State Building, East River e Central Park. A proposito dell’Empire State Building, vale la pena di vedere lo spettacolo di musica e luci. La già straordinaria illuminazione dell’Empire State Building viene sincronizzata ogni notte con le canzoni più celebri – e a Natale non ci si può che aspettare musica particolarmente festiva.

 

var url220250 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1156&evid=220250”;
var snippet220250 = httpGetSync(url220250);
document.write(snippet220250);


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *