Bmw: più di 7 milioni di veicoli con sistemi di propulsione Full Electric o Plug-in Hybrid entro il 2030

 Bmw: più di 7 milioni di veicoli con sistemi di propulsione Full Electric o Plug-in Hybrid entro il 2030

Con un piano decennale per la sostenibilità, il BMW Group sottolinea il suo impegno per gli obiettivi dell’accordo di Parigi sul clima, concentrandosi principalmente sull’espansione della mobilità elettrica. Oggi, i marchi BMW e MINI con sistemi di propulsione completamente elettrici e ibridi plug-in rappresentano già circa il 13,3 percento di tutte le nuove immatricolazioni in tutta Europa (fonte: Rapporto IHS Markit New Registrations luglio 2020). Ciò corrisponde a 1,5 volte la quota media di tutti i marchi, che è circa l’8 %. Il Gruppo prevede che questa cifra salirà a un quarto entro il 2021, a un terzo entro il 2025 e al 50 % entro il 2030.

I veicoli dei marchi BMW e MINI dotati di sistemi di propulsione elettrificata sono ora offerti in 74 mercati in tutto il mondo, dove sono stati venduti oltre 500.000 veicoli elettrificati fino al 2019. Entro la fine del 2021, questa cifra salirà probabilmente a oltre un milione. Nonostante le restrizioni legate alla pandemia, nella prima metà del 2020 sono stati venduti più veicoli del BMW Group rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente. Gli obiettivi di sostenibilità del BMW Group mirano a mettere su strada in tutto il mondo entro il 2030 più di sette milioni di veicoli con sistemi di guida elettrificati, due terzi dei quali varianti completamente elettriche. Come risultato della massiccia espansione della mobilità elettrica, le emissioni prodotte dai veicoli del BMW Group per chilometro percorso saranno ridotte di circa il 40 % entro il 2030.

 

 Power of Choice  : approccio efficace per la sostenibilit à globale

 

L’attuale offensiva di prodotto sta aprendo la strada verso questo obiettivo, con il BMW Group che segue l’approccio del “Power of Choice” per tenere conto delle esigenze dei clienti e dei requisiti legali sui mercati automobilistici globali. La BMW X3 è il primo modello disponibile con motori a benzina e diesel ad alta efficienza, inclusa la tecnologia ibrida a 48 volt, con un sistema di trasmissione ibrida plug-in o un sistema di trasmissione completamente elettrico.

In futuro, ulteriori serie di modelli con sistemi di propulsione elettrificati e convenzionali verranno costruiti su un’unica linea di produzione. Ad esempio, la prossima generazione di berline di lusso della BMW Serie 7 sarà offerta anche come variante di modello puramente elettrico. Anche le BMW Serie 5 e BMW X1 saranno immesse sul mercato non solo con motori a combustione interna convenzionali e sistemi ibridi plug-in, ma anche con unità di trasmissione completamente elettriche.

L’elettrificazione dei sistemi di propulsione è parte integrante del futuro campo D-ACES (Design, Autonomous, Connected, Electrified und Services / Shared) definito dal BMW Group nella sua strategia NUMBER ONE> NEXT. Oggi, il BMW Group offre già la più ampia selezione di veicoli corrispondenti in tutto il mondo. Questi modelli convincono anche per le caratteristiche sportive. Inoltre, la loro attrattiva è attribuibile a un design espressivo e tecnologia avanzata nelle aree di operazione e digitalizzazione, che sono orientate allo stile di vita dei gruppi target contemporanei.

La quinta generazione della tecnologia BMW eDrive debutta nella nuova BMW iX3 (consumo di carburante combinato: 0,0 l/100 km; consumo di energia: 17,8 – 17,5 kWh/100 km; emissioni di CO2 combinate: 0 g/km). La qualità dei suoi componenti – motore elettrico, batteria ad alto voltaggio, tecnologia di ricarica ed elettronica di potenza – è il risultato dell’esperienza acquisita dal marchio BMW i nel settore della mobilità elettrica dal 2011. Il BMW Group si affida allo sviluppo interno di tutti i componenti per la tecnologia BMW eDrive. Un esempio dei progressi raggiunti in questo modo è la batteria ad alta tensione per la BMW i3, la cui capacità di stoccaggio è raddoppiata dal lancio di questo modello nonostante lo spazio di installazione invariato.

 

Puro piacere di guidare: mobilità completamente elettrica con la BMW iX3, la BMW i3 e la MINI Cooper SE

 

Con la quinta generazione della tecnologia BMW eDrive presente nella BMW iX3, l’efficienza e lo sviluppo della potenza del motore elettrico, il contenuto energetico della batteria ad alto voltaggio, la capacità di carica e il controllo intelligente dell’intero sistema raggiungono un nuovo livello. Il motore elettrico di nuova concezione dell’auto eroga 210 kW/286 CV e aziona le ruote posteriori. Il primo Sports Activity Vehicle completamente elettrico combina sportività e un’autonomia elevata fino a 520 chilometri, non per mezzo di batterie particolarmente grandi, ma con un concetto generale intelligente di efficienza e dinamica. A partire dal 2021, la quinta generazione della tecnologia BMW eDrive sarà implementata anche nei modelli BMW i4 e BMW iNEXT.

Trazione completamente elettrica, telaio in alluminio e cabina passeggeri in resina rinforzata con fibra di carbonio (CFRP): ecco come funziona la BMW i3 (consumo di carburante combinato: 0,0 l/100 km; consumo di energia: 13,1 kWh/100 km; CO2 combinato emissioni: 0 g/km) afferma ancora in modo convincente il suo ruolo di pioniere della mobilità elettrica premium quasi sette anni dopo il suo debutto. Grazie al materiale leggero in carbonio, la BMW i3 raggiunge prestazioni di guida sportiva anche con una batteria relativamente piccola, per cui il peso del veicolo è allo stesso livello di quello di un modello convenzionale nel suo segmento. Il motore elettrico sincrono per la BMW i3 genera una potenza massima di 125 kW/170 CV, raggiungendo anche 135 kW/184 CV nel caso della BMW i3s (consumo di carburante combinato: 0,0 l/100 km; consumo di energia combinato: 14,6 – 14,0 kWh/100 km; emissioni di CO2 combinate: 0 g/km).

La versione più potente del sistema di propulsione è installata anche nella MINI Cooper SE. La differenza più cruciale rispetto alla BMW i3s è che il primo veicolo puramente elettrico della MINI è dotato di trazione anteriore, caratteristica del marchio. Al contrario, la BMW i3 e la BMW i3 si affidano al classico concetto di trazione posteriore. La flessibilità della tecnologia BMW eDrive si riflette anche nella versione specifica del modello della batteria ad alta tensione, che è a forma di T e situata in profondità nel pavimento del veicolo. Di conseguenza, la quantità di spazio disponibile per gli occupanti e il volume del bagagliaio nella MINI Cooper SE sono esattamente gli stessi di quelli delle varianti di modello a propulsione convenzionale della MINI a 3 porte.

 

Il meglio di entrambi i mondi: modelli ibridi plug-in di BMW e MINI

 

Grazie all’interazione controllata in modo intelligente tra i due sistemi di propulsione, i modelli ibridi plug-in di BMW e MINI combinano il meglio di due mondi. Facilitano la guida puramente elettrica nel traffico urbano e negli spostamenti tra casa e il luogo di lavoro, nonché una lunga autonomia complessiva del veicolo per i viaggi su lunghe distanze. L’autonomia elettrica è aumentata mediante rigenerazione intensiva durante le fasi di inerzia e decelerazione. Inoltre, la gestione intelligente dell’energia offre la possibilità di risparmiare la capacità della batteria ad alta tensione in modo specifico per la guida locale a emissioni zero all’interno di aree edificate. Il precondizionamento degli interni è di serie e garantisce un comfort ottimizzato in ogni stagione grazie al riscaldamento autonomo e alla climatizzazione.

Nei modelli ibridi plug-in della BMW Serie 7, la BMW X5 xDrive45e (consumo di carburante combinato: 2,1 – 1,6 l/100 km; consumo di energia combinato: 23,5 – 21,3 kWh/100 km; emissioni di CO2 combinate: 47-37 g/km) e la nuovissima BMW 545e xDrive Berlina (consumo di carburante combinato: 2,4 – 2,1 l/100 km; consumo di energia combinato: 16,3 – 15,3 kWh/100 km; emissioni min. di CO2 combinate: 49 g/km), il motore elettrico, integrato nella trasmissione Steptronic, funziona in combinazione con un motore a benzina a sei cilindri in linea, che eroga una potenza del sistema di 290 kW/394 CV.

Una combinazione tipica del marchio di sportività e sostenibilità caratterizza anche i modelli i cui sistemi ibridi plug-in sono realizzati da un motore a benzina a quattro cilindri e un motore elettrico che è anche integrato nel cambio Steptronic a 8 rapporti. In presenza di carichi particolarmente elevati, la potenza del sistema generata dalle due unità di potenza può essere aumentata di ulteriori 30 kW/40 CV per un breve periodo. Questa funzione XtraBoost aumenta la potenza del sistema, ad esempio durante le manovre di kick-down, fino a 215 kW/292 CV, fornendo uno sviluppo di potenza molto più spontaneo rispetto al caso dei tradizionali motori a benzina e diesel. Nella BMW Serie 3 e nella BMW Serie 5, questo sistema ibrido plug-in è offerto rispettivamente per quattro modelli, i modelli Berlina e Touring sono disponibili con trazione integrale e trazione posteriore. Inoltre, l’esperienza di guida della BMW X3 xDrive30e (consumo di carburante combinato: 2,4 – 2,1 l/100 km; consumo di energia combinato: 16,7 – 16,0 kWh/100 km; emissioni min. di CO2 combinate: 47 g/km) raccoglie il vantaggio di due motori e quattro ruote motrici.

Un differente approccio di sportività è la caratteristica comune dei modelli ibridi plug-in di BMW e MINI nel segmento delle compatte premium. Questo è il risultato di una tecnologia di trazione integrale specifica per l’ibrido che è unica nel settore di appartenenza. Il motore elettrico eroga coppia alle ruote posteriori tramite una trasmissione monostadio. Il motore a benzina a tre cilindri trasferisce la potenza a un cambio Steptronic a 6 rapporti e aziona le ruote anteriori. Il risultato è una potenza complessiva del sistema di 162 kW/220 CV nella BMW X1 xDrive25e (consumo di carburante combinato: 1,9 l/100 km; consumo di energia combinato 13,8 kWh/100 km; emissioni min. di CO2 combinate: 43 g/km) rispettivamente e 162 kW/220 CV nella BMW X2 xDrive25e (consumo di carburante combinato: 1,9 l/100 km; consumo di energia combinato: 13,7 kWh/100 km; emissioni min. di CO2 combinate: 43 g/km) rispettivamente e 162 kW/220 CV nella MINI Cooper SE Countryman ALL4 (consumo di carburante combinato: 2,0 – 1,7 l/100 km; consumo di energia combinato: 14,0 – 13,1 kWh/100 km; emissioni min. di CO2 combinate: 45-40 g/km). La BMW 225xe Active Tourer (consumo di carburante combinato: 1,9 l/100 km; consumo di energia combinato: 13,5 kWh/100 km; emissioni min. di CO2 combinate: 42 g/km) eroga una potenza del sistema di 165 kW/224 CV.

Con servizi digitali innovativi, il BMW Group contribuisce attivamente a migliorare la percentuale di guida elettrica offerta dai modelli ibridi plug-in. La funzione BMW eDrive Zone attiva un passaggio automatico alla modalità operativa puramente elettrica non appena il veicolo entra in zone urbane a basse emissioni e in aree urbane simili. Inoltre, la guida locale a emissioni zero con un modello ibrido plug-in BMW viene premiata attraverso il programma premium unico al mondo BMW Points.

I prodotti e i servizi di BMW Charging e MINI Charging facilitano la ricarica semplice e confortevole a casa e in viaggio. Questi comprendono vari tipi diversi di Wallbox, compreso il servizio di installazione, le offerte individuali per l’acquisto di elettricità verde e l’accesso alla più grande rete mondiale di stazioni di ricarica pubbliche che comprende più di 155.000 punti di ricarica nella sola Europa. Inoltre, il BMW Group sta estendendo sostanzialmente la sua infrastruttura di ricarica aziendale a circa 4.100 punti di ricarica nella sola Germania.

 

Dalla materia prima al riciclo: focus su tutta la catena del valore

 

Il BMW Group combina lo sviluppo continuo della mobilità elettrica con un approccio olistico della sostenibilità, tenendo sempre presente l’intera catena del valore e il ciclo di produzione completo, dall’approvvigionamento delle materie prime, alla produzione e alla vita utile del veicolo fino al successivo riciclaggio. Oggi, l’impatto ambientale totale di un modello ibrido plug-in, noto come impronta di CO2, è già significativamente inferiore a quello di un veicolo a propulsione convenzionale. La BMW X1 xDrive25e, ad esempio, raggiunge già un valore inferiore del 31% rispetto al corrispondente modello a benzina quando utilizza la corrente di carica del mix di elettricità dell’UE durante il suo intero ciclo di vita. Se il veicolo utilizza esclusivamente elettricità verde per tutta la sua vita utile, l’impronta di CO2 è addirittura inferiore del 55 %.

Per il futuro, il BMW Group sta sviluppando, tra le altre cose, un ciclo sostenibile di materiale riutilizzabile per le celle delle batterie. Le materie prime chiave come il cobalto e il litio provengono esclusivamente da fornitori che rispettano rigorosi standard in materia di sostenibilità ecologica e sociale. Sono procurate dal BMW Group e quindi mandate ai produttori delle celle della batteria. Il motore elettrico dell’ultima generazione di BMW eDrive è prodotto senza materie prime provenienti dalle cosiddette terre rare. Inoltre, la produzione di tutti i componenti della tecnologia BMW eDrive di ultima generazione utilizza esclusivamente elettricità proveniente da fonti rinnovabili. Di conseguenza, nei prossimi dieci anni verranno evitate circa 10 milioni di tonnellate di emissioni di CO2.

Complessivamente, da quest’anno, tutte le sedi di produzione del BMW Group nel mondo saranno fornite con elettricità verde al 100 %. L’azienda aumenterà anche in modo sostanziale la percentuale di materiali secondari utilizzati nei nuovi veicoli. In futuro, l’ulteriore utilizzo e riciclaggio delle batterie ad alta tensione diventerà di grande importanza. Dopo essere stati utilizzati in veicoli con sistemi di propulsione elettrificati, possono fungere da unità di stoccaggio fisse per l’energia eolica e solare, come attualmente avviene nei locali dello stabilimento BMW di Lipsia. Un efficiente riciclaggio delle materie prime non avviene se non dopo questo passaggio. Mentre una quota di riciclaggio del 50 percento è attualmente richiesta in tutta Europa, il BMW Group e lo specialista tedesco del riciclaggio Duesenfeld hanno sviluppato congiuntamente un processo con cui è prevista una quota di riciclaggio di oltre il 95 percento, inclusi grafite ed elettrolita.

 

 


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *