Salone di Los Angeles 2019, Volkswagen ID. Space Vizzion: aerodinamica allo stato puro

 Salone di Los Angeles 2019, Volkswagen ID. Space Vizzion: aerodinamica allo stato puro

Con l’ID. SPACE VIZZION la Volkswagen ha intrapreso nuove strade sul fronte dell’aerodinamica: la sezione anteriore e quella del tetto, particolarmente curate da questo punto di vista, rendono il design dello studio ancora più esclusivo. L’aerodinamica ottimizzata in modo efficiente consente un ottimo valore di cx di 0,24 per questa concept car straordinariamente spaziosa. Ciò riduce il consumo di energia e aumenta l’autonomia. In questo contesto, il design di una Variant all’avanguardia con sistema di trazione puramente elettrico assume un nuovo significato, considerato che una vettura come la ID. SPACE VIZZION riesce a coniugare la versatilità e la spaziosità di un SUV di grandi dimensioni con l’aerodinamica efficiente di una Gran Turismo.

Frontale

Coefficiente cx ridotto, autonomia elevata

I veicoli elettrici non hanno bisogno né di radiatori, né di ampio spazio per il montaggio del motore, offrendo così nuove opportunità a livello progettuale. Nel caso specifico della ID. SPACE VIZZION, i designer e i progettisti hanno sfruttato questa maggiore libertà, tra l’altro, per sviluppare un’aerodinamica perfetta, aumentando di conseguenza l’autonomia. A tal fine, nel frontale caratterizzato da un design incisivo sono state ricavate delle aperture per il flusso dell’aria, che, passando prima attraverso un elemento trasversale posto tra i gruppi ottici e successivamente lungo il cofano motore particolarmente spiovente, viene convogliato in modo mirato all’indietro.

Il cofano, verniciato in nero lucido scintillante, confluisce esteticamente nella vetratura scura e nel tetto panoramico in vetro di colore nero, enfatizzando così il design sportivo della ID. SPACE VIZZION. Il flusso dell’aria scorre anche all’altezza delle parti esterne del paraurti anteriore, dove l’aria viene opportunamente convogliata verso la parte posteriore. Le aperture per il flusso dell’aria presenti su paraurti e cofano motore della ID. SPACE VIZZION sono state concepite per la loro funzionalità, ma rappresentano al contempo elementi di design inconfondibili che contraddistinguono gli esterni di questo prototipo.

Logo VW illuminato di bianco

Anche gli elementi luminosi inseriti nel frontale sono uno stilema di questa concept car. Un sottile listello luminoso di colore bianco si estende trasversalmente lungo il frontale a sinistra e a destra del logo VW, a sua volta illuminato di bianco, confluendo poi nei parafanghi e nelle fiancate per proseguire, infine, con alcune interruzioni estetiche, fino alla parte posteriore.

Forte intensità luminosa e funzionalità interattiva: i fari a LED Matrix IQ. LIGHT. Un’altra novità è costituita dai moduli dei fari, che si integrano nei paraurti senza soluzione di continuità. Ulteriori elementi delle luci diurne, sulla falsariga dei LED sagomati a nido d’ape che caratterizzano la famiglia ID., sono posizionati lateralmente sia nei moduli dei fari sia nel paraurti, nella cui parte esterna svolgono anche la funzione di indicatori di direzione in formazione a X.

Tutto intorno: uno splitter nero a mo’ di piccolo spoiler anteriore sotto il paraurti, che prosegue esteticamente fino ai sottoporta e al diffusore posteriore, ottimizzando a sua volta le doti aerodinamiche della vettura.

Profilo

Maniglie delle porte digitali

Anche il design delle fiancate rivela la particolare attenzione dedicata all’aerodinamica. Non esistono più le tradizionali maniglie delle porte, che creano resistenza al flusso dell’aria; nella ID. SPACE VIZZION sono sostituite da superfici touch illuminate, che si attenuano non appena la vettura rileva, tramite Keyless Advanced, che qualcuno si sta avvicinando con la chiave della vettura o con una Mobile Key sincronizzata (sullo smartphone).

Toccando la superficie touch, viene generato un feedback ottico a pulsazioni in aggiunta a quello tattile e la porta si apre. Sotto il profilo estetico, queste superfici luminose che servono per aprire le porte rappresentano la continuazione del listello luminoso anteriore.

Cerchi da 22 pollici

Nella parte inferiore delle fiancate influiscono positivamente sull’aerodinamica le superfici essenziali dei parafanghi e delle porte, integrate senza soluzione di continuità, e il design dei nuovi cerchi in lega leggera da 22 pollici. I cerchi con cinque flap aerodinamici, la cui forma trae ispirazione da una turbina, sono montati a filo nei passaruota e non presentano alcuna superficie di contatto al flusso dell’aria.

Tetto in nero lucido scintillante

Nella parte superiore delle fiancate, il design è contraddistinto dall’incisiva linea caratteristica e dal tetto nero che degrada verso la parte posteriore in stile coupé. La linea caratteristica è realizzata sotto forma di un leggero undercut, che riflette l’elevata precisione del design. Al di sopra della linea caratteristica si sviluppa la possente zona della spalla del prototipo.

Sotto il profilo estetico, questa linea fa apparire la vettura più bassa, e quindi più dinamica, attraverso una suddivisione delle superfici. Lo stesso vale per il tetto, la cui verniciatura in nero lucido scintillante crea un perfetto contrasto con il corpo della carrozzeria. Nella linea laterale del tetto è integrato un futuro stilema di molti modelli ID.: un inserto in alluminio che si estende fino al montante centrale, dove poi si allarga; anche questo elemento contribuisce ad abbassare visivamente il baricentro della ID. SPACE VIZZION.

Lo spoiler sul tetto, che si inserisce senza soluzione di continuità nel profilo della concept car, crea un prolungamento del tetto. La forma e la funzione di questo spoiler, attraversato dal flusso dell’aria, corrispondono a quelle del diffusore posteriore, a sua volta ben visibile lateralmente. 

Posteriore

Spoiler sul tetto e diffusore caratteristici

Forma e funzione creano un sodalizio aerodinamico anche nella parte posteriore: qui, uno degli elementi predominanti è rappresentato dallo spoiler sul tetto, che si estende come un ponte attraverso la superficie del tetto e risulta aperto nella parte inferiore, consentendo così al flusso dell’aria di scorrere sia sopra sia sotto lo spoiler.

Questa configurazione riduce le turbolenze, ottimizzando in tal modo i flussi d’aria. Anche questo elemento aerodinamico rappresenta un caratteristico e inconfondibile dettaglio di design della nuova ID. SPACE VIZZION. Sotto l’aspetto tecnico, le proprietà aerodinamiche dello spoiler e dell’aletta frangivento nel tetto sono strettamente correlate a quelle del diffusore nel sottoscocca.

In quest’area, l’ottimizzazione di tutti i flussi d’aria che scorrono sotto la vettura nella parte posteriore è affidata alle caratteristiche nervature. L’azione sinergica dell’aletta frangivento e del diffusore riduce le turbolenze nella parte posteriore, ottimizzando così l’autonomia del prototipo con sistema di trazione elettrico. Un elemento di forte impatto visivo è rappresentato dalla modanatura luminosa trasparente di colore rosso, che si estende lungo tutta la coda e la cui parte esterna ospita le luci posteriori a LED, dal caratteristico design a nido d’ape, tipico dei modelli ID..

Quando si attivano gli indicatori di direzione, questi elementi a LED commutano in una formazione a X, analogamente a quanto avviene nel frontale. Nella parte superiore del listello luminoso, una striscia illuminata di rosso, posizionata a sinistra e a destra del logo VW illuminato di bianco, riprende il motivo luminoso avvolgente delle luci diurne anteriori e degli elementi luminosi laterali.

Elettronica all’insegna della praticità

L’ampio portellone della concept car si apre a comando elettrico; grazie alla funzione Easy Open, l’apertura può essere avviata non solo tramite la superficie touch sul portellone, ma anche con un movimento del piede dietro alla vettura se le mani sono impegnate.

Welcome & Goodbye

La luce diventa interattiva

L’insieme degli elementi luminosi esterni dà vita a una sorta di coreografia di benvenuto non appena la ID. SPACE VIZZION viene attivata. Inizialmente i loghi VW, realizzati secondo il nuovo design del Marchio e inseriti sia nel frontale sia nel posteriore, lampeggiano di bianco; successivamente si accendono, in una sequenza a 360 gradi, i listelli luminosi del frontale e delle fiancate e l’area con luci a nido d’ape ai lati dei fari con tecnologia a LED.

Ulteriori nidi d’ape a LED generano contemporaneamente un effetto luminoso nel paraurti, che anima il flusso dell’aria nel frontale. Parallelamente, l’elemento trasversale illuminato di rosso integrato nel posteriore viene attivato dall’esterno verso l’interno. Infine, i fari Matrix aprono gli occhi con un effetto digitale. La sequenza luminosa si svolge in senso inverso non appena la vettura viene nuovamente chiusa dall’esterno.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *