Al Salone di Ginevra 2019 smart punterà sulla mobilità green e sul futuro della mobilità sostenbile per il futuro del pianeta. I designer sottolineano la forte carica emozionale e il particolare piacere di guida della showcar con numerose altre caratteristiche. Con la sua lunga “ducktail”, ossia lo spoiler che ricorda una coda d’anatra, la linea delle spalle modellata e la parte dei finestrini piatta, la showcar trasmette agilità anche da ferma. L’aletta parasole sopra il parabrezza corto fa apparire la linea della fiancata ancora più ribassata. Oltre ad avere un effetto estetico, è anche un tributo alle showcar che l’hanno preceduta, come smart forstars (2012) e smart fourjoy (2013).

Diversamente dalle luci precedenti, alle quali si sono ispirate, le luci anteriori non si nascondono più dietro a un vetro. A bordo di smart forease+ dispongono di tre elementi LED attivi che conferiscono alla vettura una fisionomia inconfondibile. La forma multidimensionale della mascherina dei fari sottolinea ulteriormente l’effetto scultoreo delle luci.

Un altro elemento tecnico ed estetico di spicco della showcar sono le luci posteriori. Nella geometria romboidale ripresa dal modello di serie, vari elementi a LED amplificano l’effetto del profilo del faro, assicurando una particolare profondità delle luci sotto il pregiato vetro di copertura. A seconda della prospettiva e della posizione dell’osservatore, si crea così una grafica delle luci in continuo cambiamento.

I cerchi di smart forease+, invece, creano un effetto di particolare larghezza. La loro conformazione aerodinamica fa apparire la vettura saldamente ancorata alla strada; con il loro look pulito che richiama la trazione elettrica, sono un chiaro riferimento alla direzione imboccata dal marchio per il futuro.

Il futuro di smart: sicuro di sé, sostenibile, maturo

Il design di smart forease+ è meno estroso, più essenziale e ordinato. Il look tecnologico che nasce dalla carrozzeria verniciata in “soft coal” opaco – a sottolineare soprattutto le superfici pulite – e dalla capote in tonalità di contrasto “rough amber” viene ripreso anche negli interni. Meno colori, ma superfici colorate più ampie caratterizzano il concept generale di smart forease+.

Anche la plancia portastrumenti in pelle nappa “rough amber” riprende lo stesso concetto. Ulteriori contrasti e dettagli estetici sono le cornici degli altoparlanti dello stesso colore tra i sedili anteriori e i punti di uscita delle cinture di sicurezza illuminati.

Altri materiali assicurano all’abitacolo un aspetto elegante e raffinato. I sedili sono rivestiti con una combinazione di pelle nappa nera, microfibra e pregiato tessuto per il piano di seduta. Volante, modanature delle porte e linee di cintura sono rivestiti in microfibra antracite, mentre per i pannelli centrali delle porte si è optato per la raffinata pelle nappa.

Sono da segnalare anche i dettagli delle maniglie delle porte e i display del sistema di Infotainment in nero lucido. Anche smart forease+ è una “connected car” e, in quanto tale, integra i “ready to” services, permettendo agli occupanti di avere sempre sotto controllo le app digitali.

smart forease+ si basa sul modello di serie smart EQ fortwo cabrio. Entro il 2020 il brand smart si convertirà completamente alle auto a trazione elettrica e sarà così il primo marchio automobilistico al mondo ad abbandonare completamente i motori a combustione interna a favore della trazione elettrica. smart ridurrà la gamma di motori a combustione interna progressivamente, puntando tutto sulla trazione elettrica a batteria a zero emissioni locali per smart fortwo, smart fortwo cabrio e smart forfour. smart forease+ sottolinea questo passaggio, preannunciando un futuro tutt’altro che monotono per smart.