I tergicristalli sono una parte dell’auto da non sottovalutare, soprattutto nelle stagioni più fredde quando c’è più probabilità che piova, nevichi o grandini. Infatti, la loro funzione è proprio quella di permettere la pulizia del parabrezza (e del lunotto) e quindi la visibilità anche in condizioni climatiche più avverse.

Vanno sostituiti almeno una volta all’anno o comunque ogni qualvolta ci si renda conto che non fanno più bene il loro lavoro: non puliscono più in maniera uniforme, fanno rumore, lasciano strisce o aloni o, ancora, sono compromessi (ad esempio, la gomma è usurata o staccata dalle spazzole).

Tergicristalli, ma quale acquistare?

Sul mercato ci sono tergicristalli che costano anche poco ma l’essenziale è dotarsi di quelli di qualità, con materiali che non si usurino facilmente.

Per scegliere al meglio i tergicristalli, gli elementi da considerare sono:

  • compatibilità con la propria auto;
  • qualità dei materiali (spazzole in gomma, silicone o teflon).

Le migliori marche di tergicristalli sono:

  • Bosch, alcuni modelli di questa compagnia presentano una molla in acciaio sulle spazzole; inoltre, sono facili da montare e silenziosi, garantendo una pulizia perfetta ad un prezzo competitivo.
  • Valeo, in genere sono i tergicristalli montati già di serie su molte automobili; anche questi puliscono bene e sono silenziosi, però, a differenza della Bosch, Valeo è una marca che si sta imponendo solo da pochi anni.
  • Magneti Marelli, è un brand che è una garanzia per molti automobilisti; si tratta di tergicristalli specifici solo per le Volvo, convenienti e che assicurano una perfetta pulitura).
  • DoctorAuto, sono tergicristalli economici e che puliscono abbastanza bene ma la qualità della gomma delle spazzole non è proprio eccezionale (sono compatibili soprattutto con le Opel ma online si trovano per tutti i modelli).
  • Trico, si tratta di tergicristalli molto economici, la cui durata però è più breve rispetto alle altre marche.