D’inverno è necessario sia per sicurezza, sia per conformità alla legge, montare sulla propria auto delle gomme invernali. Se sono state conservate bene quelle dell’anno precedente (al buio e in un posto non umido), non ci saranno problemi a riutilizzarle. Viceversa, se ci si accorge che sono usurate o non più adeguate, è strettamente consigliato sostituirle oppure, se bisogna acquistarle per la prima volta, occorre sapere che, in genere, il prezzo delle gomme invernali è di circa il 10 – 20% superiore a quello delle gomme estive.

Non badare a spese e risparmio con le gomme invernali

Comunque, meglio non badare a spese e scegliere quelle migliori per garantire sicurezza a tutto l’abitacolo. E’ bene tenere presente, oltre al costo del treno nuovo di gomme, altre spese relative a:

  • manodopera per il montaggio (nel caso non si sappia come montare da soli le nuove gomme);
  • eventuale set di cerchi nuovi su cui montare le nuove gomme (il prezzo va dai 40 euro se i cerchi sono di ferro mentre è di circa 50 euro se sono in lega);
  • conservazione delle gomme estive, se non si ha un posto in cui tenerle; molti gommisti offrono questo servizio al costo di circa 20 – 30 euro ogni sei mesi.
  • Se, invece, si possiedono già le gomme invernali e quindi si deve provvedere solo a farle montare, il costo sarà di circa 10 euro a gomma, compresa l’equilibratura.

L’equilibratura, di solito, è compresa nel prezzo sia nel caso di treno nuovo di gomme invernali sia nel caso le si possieda già.

Invece, la convergenza va pagata a parte (circa 20 euro).

Ovviamente, non si può generalizzare perché il prezzo varierà sia dal tipo di gomme scelte (e più idonee per la propria auto) sia dalla manodopera di chi fa il lavoro ma può oscillare da alcune centinaia di euro fino ai 1000 euro.