MV Agusta F4 Claudio, impianto frenante Brembo e ammortizzatori Öhlins

 MV Agusta F4 Claudio, impianto frenante Brembo e ammortizzatori Öhlins

L’impianto frenante della MV Agusta F4 Claudio sfrutta la massima evoluzione tecnica che Brembo, leader mondiale nel settore, mette a disposizione per modelli di altissima gamma. Le pinze radiali monoblocco Brembo Stilema a 4 pistoncini (diametro 30 mm) sono azionate da una pompa anch’essa radiale.

I due dischi anteriori (diametro 320 mm) si avvalgono della tecnologia Brembo Racing con sistema T-Drive, fascia frenante in acciaio e flangia in alluminio. Più in dettaglio, l’accoppiamento tra fascia e campana – qui alleggerita da lavorazioni CNC – avviene senza nottolini, con il risultato che la coppia frenante viene trasferita in modo
più efficace e al contempo cresce la resistenza agli stress termici e meccanici. Il T-DRIVE permette al disco di flottare sia in senso radiale sia in senso assiale e riduce il peso complessivo del disco.

MV Agusta F4 ClaudioTelaio a struttura mista

La prima F4 ha introdotto lo schema del telaio con struttura mista, che prevede cioè un elemento a traliccio in tubi di acciaio CrMo e due piastre in lega di alluminio. La F4 Claudio ripropone questa soluzione, che affianca all’originalità concettuale e stilistica un’indubbia efficacia, considerati gli eccellenti valori di rigidità.
Sulle piastre trova alloggio il perno di fissaggio del monobraccio: quest’ultimo è realizzato in lega di alluminio e consente un’escursione della ruota pari a 120 mm.

Le raffinate unità ammortizzanti Öhlins garantiscono la massima efficacia, anche nell’utilizzo in pista. La forcella USD tipo NIX 30 con trattamento superficiale TiN
e steli di 43 mm di diametro dispone della regolazione manuale separata in compressione (lato sinistro) e in estensione (lato destro), nonché della regolazione del precarico molla.

Oltre al fatto di essere una unità dalle caratteristiche tecniche eccellenti, ha un aspetto esclusivo e
dedicato alla F4 Claudio, come si evince dai foderi neri. Stesse opportunità di intervento ma tramite registri in alluminio anodizzato sull’ammortizzatore TTX36 con serbatoio piggyback. Una nota sugli pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa, nelle misure 120/70 ZR17 anteriore e 200/55 ZR17 posteriore: la spalla è caratterizzata dalla colorazione dorata, un’altra soluzione estetica riservata alla F4 Claudio. Le quote della ciclistica descrivono perfettamente l’attitudine supersportiva di questo modello: interasse di 1.430 mm, avancorsa di 100,4 mm e altezza sella di 830. La capacità del serbatoio carburante è di 17 litri. Eclatante il peso a secco: 183 kg in configurazione standard, 175 con scarico SC-Project e centralina dedicata.

Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *