EICMA 2013: Honda CTX700N, tra naked e cruiser

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Honda-CTX700N
Honda-CTX700N

Un naked con impostazione di guida e look da cruiser pensata per la massima facilità e piacere di guida. Cambio a doppia frizione DCT e ABS sono di serie mentre il motore bicilindrico parallelo da 35 kW (48 CV) è linea con la normativa sulla patente A2 e vanta bassissimi i consumi.

Introduzione
Con la CTX700N Honda vuole offrire una moto comoda, tecnologica e divertente a motociclisti di qualsiasi esperienza, con l’obiettivo di regalare un appagante piacere di guida su qualsiasi tipo di percorso. Per ottenere ciò i progettisti sono partiti dall’efficacissima piattaforma della gamma NC700, dotata di motore bicilindrico parallelo ad alta efficienza.
La sigla CTX ha un preciso significato, e racchiude in sé la filosofia di questa  affascinante cruiser. “C” come comfort. Posizione di guida comoda, sella bassa per poggiare facilmente i piedi a terra, grande angolo di sterzo per manovrare anche rumorosità. In una parola, facilità e piacere di guida assoluti. “T” come tecnologia. Motore dalla coppia generosa con soluzioni a basso attrito per massimizzare efficienza dei consumi e prestazioni globali. Inoltre, grazie al sensazionale cambio a doppia frizione Honda (DCT, Dual Clutch Transmission) baricentro basso e al sistema frenante ABS montati di serie, la padronanza della moto e la sicurezza sono ai massimi livelli.
“X” come ‘eXperience’. Vivere la moto, in ogni stagione, contando su sicurezza, divertimento, praticità, prestazioni e su ogni tipo di percorso, dalla città alle autostrade, così come sui più piacevoli percorsi del week end.
La CTX700N interpreta queste tre chiavi di lettura con uno stile personale e inconfondibile, che contribuisce a renderne non solo la guida, ma il possesso stesso, appagante e piacevole in ogni situazione.
Masanori Aoki, Large Project Leader per la serie CTX: “Il motore bicilindrico della CTX700N, con il suo baricentro basso, conferisce una manovrabilità eccellente e una qualità di guida elevata grazie alla generosa erogazione di coppia ai regimi bassi e medi, il tutto enfatizzato dall’eccezionale  velocità di intervento del cambio a doppia frizione DCT. La facilità d’uso di questa motocicletta si combina con lo spirito libero che ispira il suo design, che contribuisce a rendere la sua guida ancora più divertente e comoda. La CTX è tutto questo. Guardando a una nuova era, abbiamo accettato la sfida di realizzare delle motociclette che soddisfino appieno lo spirito CTX, ovvero dotate di caratteristiche tecniche esclusive, eccellente manovrabilità, massimo controllo ed erogazione perfettamente sfruttabile con un look orizzontale tipicamente cruiser che ispira potenza e velocità. ”

Panoramica del modello
La CTX700N fonde perfettamente le caratteristiche delle cruiser con quelle delle naked. La posizione di guida rilassata, con l’ampio manubrio, i piedi in posizione avanzata e la sella bassa, rendono ogni tragitto puro piacere di guida. Aggiungete il motore bicilindrico parallelo dalla coppia elevata, il cambio a doppia frizione DCT a sei rapporti e la ciclistica rigorosa, e otterrete una moto eccezionalmente divertente, facile da guidare e pratica.
Ma la nuova CTX700N è anche una moto versatile, capace di accompagnarvi comodamente nei lunghi viaggi come per le gite del weekend. E poi c’è la sicurezza garantita dall’ABS di serie, per affrontare con tranquillità ogni fondo stradale, mentre l’ampia gamma di accessori originali Honda consente di personalizzarla secondo le proprie esigenze.
Unica in tutti i suoi aspetti e antesignana di quella che sarà una gamma estremamente innovativa di Honda, la CTX700N apre la strada a un mix di comfort, tecnologia ed esperienze su due ruote che non ha precedenti. Grazie ai 35 kW (48 CV) del suo motore, è pensata anche per i motociclisti possessori di patente A2, e vanta inoltre consumi bassissimi, affidabilità eccezionale e design all’avanguardia.

Caratteristiche principali
Stile e telaio
Per il design della CTX700N, il team di progetto si è ispirato al look ‘Horizontal Dynamic’ della serie GL1800 (F6B e Gold Wing). In questo caso al frontale massiccio si sostituisce un look tipico da naked, con faro singolo e un ampio manubrio facile da impugnare, ma rimane la caratteristica linea di cintura bassa e la centralizzazione delle masse intorno al baricentro che conferiscono alla CTX700N un aspetto che coniuga alla perfezione l’anima cruiser con il carattere naked.
Il nero opaco delle protezioni radiatore, dei fianchetti del serbatoio e dell’area mediana, nonché del puntale, si legano perfettamente con il nero del motore offrendo un look deciso. Il faro singolo con parabola multi-reflector è sormontato da un mini plexiglass protettivo che accentua la dinamicità del frontale coprendo il quadro strumenti completamente digitale.
Il telaio in acciaio a diamante è compatto e resistente. Il telaietto reggisella è stato riprogettato in funzione di un sostanziale abbassamento dell’altezza sella, posta a soli 720 mm, ben 70 mm in meno rispetto alla già manovrabilissima naked NC700S. Ciò, grazie al motore che presenta la soluzione della bancata cilindri molto inclinata in avanti, ha permesso di abbassare ulteriormente il baricentro, rendendo la CTX700N ancora più facile e pratica da guidare. Anche il cannotto di sterzo è più “aperto” rispetto alla sorella naked, con un’inclinazione 27°40’ (erano 27° sulla NC700S), per un’avancorsa di 114 mm che configura un interasse di 1.530 mm.
Nonostante le misure tipicamente da cruiser, la distribuzione dei pesi è rimasta equilibratissima,pari al 49,5/50,5%. Il peso in ordine di marcia e con il pieno di benzina della CTX700N è di 227 kg.
La sella bassa, il baricentro ribassato e le pedane in posizione avanzata, insieme alla geometria di sterzo improntata al massimo equilibrio dinamico, danno vita a una moto stabile e maneggevole, dalla guida morbida e sempre piacevole, proprio come una vera cruiser deve essere.
A differenza delle NC700, con cui condivide la base tecnica, il serbatoio benzina da 12,4 litri è nella posizione tradizionale, rivestito dalla carrozzeria che prevede anche un piccolo vano portaoggetti anteriore per gli oggetti di uso quotidiano come portafogli, chiavi o telefono. La strumentazione è completamente digitale con pannello LCD, e prevede tachimetro, contakm (con doppio parziale), contagiri a barre, indicatore livello carburante e orologio, oltre ovviamente alle indicazioni del cambio DCT (marcia inserita e modalità di guida). Il passeggero gode di ottimo comfort, grazie a un’ampia porzione di sella e al grande maniglione per sorreggersi.
Confortevole e ben ammortizzata, la CTX700N vanta un’invidiabile tenuta di strada. La forcella telescopica con steli da 41 mm e il monoammortizzatore HMAS (Honda Multi-Action System) con leveraggio progressivo Pro-Link assorbono con efficacia le imperfezioni della strada garantendo la massima aderenza degli pneumatici.
L’impianto frenante con dischi a margherita prevede un diametro di 320 mm all’anteriore con pinza a due pistoncini e 240 mm al posteriore con pinza a singolo pistoncino. L’ABS a due canali di serie garantisce il massimo livello di sicurezza attiva e un controllo stabile della moto anche in condizioni di pericolo imminente. I bei cerchi in alluminio a 5 razze sdoppiate misurano  17 x 3,5 pollici e 17 x 4,5 pollici con pneumatici 120/70 ZR17 e 160/60 ZR17.
Sulla CTX700N è installato di serie l’efficiente sistema antifurto HISS (Honda Ignition Security System). Se il chip identificativo incorporato nella chiave della moto e l’identificativo della centralina ECU (Engine Control Unit) non corrispondono, il motore non si avvia. La CTX700N sarà disponibile nel solo colore Matt Gunpowder Metallic.

Motore
Il motore bicilindrico parallelo monoalbero a 8 valvole raffreddato a liquido della CTX700N ha una cilindrata di 670cc. Frutto di un innovativo progetto che ha visto prediligere l’erogazione di coppia ai regimi bassi e medi piuttosto che il picco di potenza, si caratterizza per una serie di soluzioni tecnologiche che hanno permesso di ottenere anche strepitosi traguardi in termini di efficienza dei consumi. Con un peso contenuto in appena 67,3 kg e grazie all’inclinazione in avanti di 61°20’ della bancata dei cilindri, il motore contribuisce a mantenere basso il baricentro e complessivamente compatta la moto. Alesaggio e corsa misurano 73 x 80 mm e il rapporto di compressione è pari a 10,7:1. La potenza massima è volutamente contenuta in 35 kW (48 CV) a 6.250 giri/min per mantenere la CTX700N nel limite imposto dalla normativa sulla patente A2, una scelta intelligente considerando la grande facilità di guida di questa cruiser. Notevole anche il risultato in termini di coppia erogata (il picco è di 60 Nm a 4.750 giri/min), disponibile peraltro già a bassissimo numero di giri.
Ad esaltare ulteriormente l’erogazione della coppia è l’albero motore, con manovellismo a 270° e un elevato livello di massa inerziale. Vi è un solo corpo sfarfallato da 36 mm e un solo condotto di scarico integrato nella testata. Anche la distribuzione e i condotti di aspirazione vantano soluzioni all’avanguardia: gli alberi a camme si muovono su bilancieri a rullo, che riducono gli attriti, e gestiscono in maniera dedicata le singole valvole di aspirazione, grazie anche al condotto sdoppiato per generare opportune turbolenze funzionali a generare un’erogazione sempre piena e vigorosa oltre che a ridurre i consumi. Sui pistoni è presente poi un rivestimento in resina che riduce ulteriormente gli attriti.
Laddove possibile, i componenti sono impiegati per svolgere più di un compito. L’albero a camme muove anche la pompa dell’acqua per il sistema di  raffreddamento, mentre il contralbero antivibrazioni, che contribuisce a garantire un‘erogazione fluida e regolare, aziona anche la pompa dell’olio del circuito di lubrificazione.
Per ridurre ulteriormente il consumo di carburante, lo sviluppo del motore ha seguito i principi dell’analisi stechiometrica. E’ stato così possibile assicurare il giusto rapporto aria/carburante necessario per una combustione completa e pulita a tutti i regimi di giri del motore. Grazie a questi sviluppi tecnologici è stato raggiunto l’importante obiettivo di 27,9 km/l nel ciclo medio WMTC e abbattere drasticamente le emissioni inquinanti.
Il sistema di alimentazione a iniezione elettronica PGM-FI grazie alla sonda lambda nello scarico fornisce esattamente la quantità ottimale di carburante. Il catalizzatore ad alta efficienza è stato ubicato molto vicino al motore, in modo che raggiunga la temperatura operativa con maggiore rapidità. L’insieme di queste tecnologie garantisce piena conformità ai parametri Euro3.

Cambio a doppia frizione
Il cambio DCT (Dual Clutch Transmission) è stato introdotto da Honda per la prima volta su una motocicletta nel 2010 sul VFR1200F, “road sport” ad altissime prestazioni con motore V4 da 173 CV. Successivamente, con l’arrivo della serie NC700 (nelle versioni X, S ed Integra), è stato sviluppato il cambio DCT di seconda generazione, più compatto e con un software di gestione ancora più evoluto, poi implementato anche sullo stesso VFR1200F YM2012 e sulla maxi crossover Honda Crosstourer. Il gradimento del pubblico europeo per questa sensazionale tecnologia, precedentemente prerogativa del solo mondo auto con le costosissime supercar di fascia premium, è stato tale che oltre il 70% delle moto Honda offerte in questa variante sono state acquistate appunto con cambio DCT. Una cruiser divertente, efficiente e facile da guidare come la CTX700N non poteva rinunciarvi.
Il cambio sequenziale a doppia frizione Honda DCT esalta il piacere di guida perché offre sia le sensazioni di guida tipiche del cambio manuale sia due modalità totalmente automatiche che permettono di guidare pensando solo a gestire la manopola del gas. Il sistema sfrutta due frizioni coassiali: una per le partenze e quindi per la 1^, 3^ e 5^ marcia, l’altra per la 2^, 4^ e 6^ marcia. Preselezionando la marcia successiva tramite la frizione non in uso, il sistema è in grado di innestare elettronicamente e in modo istantaneo le marce garantendo un cambio di rapporto sempre rapido, fluido e senza interruzione dell’erogazione. Queste qualità rendono la guida piacevolissima in ogni situazione, e particolarmente confortevole quando si viaggia con il passeggero.
Le tre modalità del cambio Dual Clutch Transmission offrono tutta la flessibilità necessaria per assecondare i diversi stili di guida e per affrontare ogni situazione. La modalità Manuale (MT) permette di cambiare marcia agendo sulle apposite palette al manubrio, lasciando al pilota la scelta sul momento più opportuno per cambiare marcia, proprio come avverrebbe su una moto con tradizionale cambio manuale. La modalità automatica (AT) è disponibile in due funzionalità. Drive (D) è ideale per le andature turistiche, per i percorsi cittadini o le percorrenze autostradali, ed enfatizza inoltre l’efficienza nell’uso del carburante. In modalità Sport (S) il motore sale maggiormente di giri prima di cambiare, assicurando in questo modo accelerazioni brucianti, e in fase di rallentamento scala marcia con anticipo per un feeling più sportivo con maggior freno motore.
Infine, sia in modalità D che S, è sempre possibile un immediato intervento manuale se ritenuto necessario dal pilota: è sufficiente agire sulle palette al manubrio della modalità MT. In questo caso avviene il ritorno alla modalità automatica al momento opportuno, per lasciare al pilota la libertà di affrontare una particolare situazione di guida, come un sorpasso o un tornante, nella marcia che preferisce, offrendogli al tempo stesso la comodità del ripristino automatico della modalità D o S con cui stava procedendo.
I vantaggi del cambio Honda DCT sono innumerevoli e innegabili. La gestione elettronica impedisce qualsiasi errore nella gestione delle cambiate, ottimizza il regime di giri e quindi massimizza l’efficienza dei consumi, inoltre aumenta durata e affidabilità del motore, in quanto le due frizioni lavorano alternativamente dimezzando di fatto il deterioramento nel tempo delle stesse. Ecco perché il pubblico lo ha apprezzato fin da subito determinando il successo commerciale dei modelli che ne sono equipaggiati.

Accessori
La già ottima dotazione di serie della CTX700N può essere migliorata attingendo alla ricca lista di accessori ufficiali Honda. La lista comprende:

  • Manopole riscaldabili
  • Valigie laterali, supporti valigie e pannelli in tinta
  • Portapacchi posteriore
  • Schienale con staffe di supporto
  • Cablaggio secondario per presa corrente accessori
  • Cover cromata serbatoio olio freno

 

 

Redazione


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.