Jaguar XFR-S, la berlina più potente di sempre!

 Jaguar XFR-S, la berlina più potente di sempre!

JaguarIl secondo modello a prestazioni ultra-elevate della serie Jaguar R-S, la XFR-S, si unisce alla XKR-S nell’esclusivo club dei 300 km/h, rappresentando una vivida espressione della lunga e leggendaria eredità delle berline sportive Jaguar.
La XFR-S racchiude in sé alcune delle caratteristiche della XKR-S e della nuova sportiva due-posti F-TYPE, per la più focalizzata sul guidatore, la più agile e la più reattiva della gamma delle berline Jaguar XF. La XFR-S è stata sviluppata dalla divisione specialistica ETO di Jaguar Land Rover.
Queste elettrizzanti prestazioni derivano dal motore a benzina 5.0 litri V8 sovralimentato che eroga 550 Cv e 680 Nm – 40 Cv e 55 Nm in più rispetto alla XFR. Incrementi resi possibili da modifiche apportate al sistema di gestione motore e all’ottimizzazione dei flussi d’aria in ingresso e in uscita dal motore.
Equipaggiata con il cambio a otto marce con la tecnologia Jaguar Quickshift (sviluppata per la F-TYPE), l’aumento della potenza del motore consente alla XFR-S di accelerare da 0 a 100 km/h in 4.6 secondi, con una velocità massima limitata elettronicamente a 300km/h.
Il flusso dell’aria è stato accuratamente studiato per permettere al motore di funzionare al massimo dell’efficienza e consentire all’auto di fendere l’aria in maniera pulita e sicura. Le modifiche alla carrozzeria hanno creato un aspetto tipicamente assertivo, a partire dalla sezione inferiore del paraurti anteriore con le prese d’aria più larghe, alette verticali e splitter anteriore in fibra di carbonio.
Longheroni più bassi ed esclusive lame aerodinamiche garantiscono un passaggio dell’aria più pulito lungo il lato della vettura e verso i lati più bassi del paraurti posteriore, mentre un diffusore posteriore in fibra di carbonio tra i terminali di scarico si estende sotto la parte posteriore della XFR-S per ridurre il sollevamento. Viene aiutato in questo da uno spoiler montato sul cofano posteriore. Il sollevamento complessivo è ridotto del 68%.
Gli esclusivi cerchi in lega leggera da 20” Varuna, sono più larghi e sono equipaggiati con pneumatici Pirelli specificatamente sviluppati, che conferiscono alla XFR-S un aspetto più muscolare, incrementando la sua aderenza e stabilità. Oltre ciò, un’ampia revisione delle sospensioni serve ad aumentare la rigidità laterale della sospensione del 30% per una maggiore precisione dello sterzo e migliore reattività.
La revisione della taratura delle molle e la regolazione degli ammortizzatori adattivi aumentano la sensazione di connettività diretta con l’asfalto, trasmettendo una maneggevolezza che ispira sicurezza e una guida controllata. Il differenziale elettronico attivo ricalibrato e le regolazioni del Dynamic Stability Control consentono ai guidatori più entusiasti di sfruttare al meglio l’enorme potenziale della XFR-S.
L’intenzione dell’auto è sottolineata dalla scelta dei materiali utilizzati per gli interni. Tra questi, la pelle in carbonio sui cuscini dei sedili e i braccioli e un cruscotto in Dark Aluminium, entrambi esclusivi per la gamma R-S. Un ulteriore tocco esclusivo è la scelta delle cuciture e delle bordature in contrasto che possono abbinate allo schema dei colori disponibili per l’esterno.
Andrew Whyman, Chief Programme Engineer: “Sviluppando la XFR-S, la sfida ingegneristica era quella di ampliare le già considerabili capacità dinamiche comuni all’intera gamma XF. I miglioramenti specificatamente apportati al telaio, al gruppo motore-cambio e alla carrozzeria hanno centrato l’obiettivo, dando alla XFR-S le prestazioni che avevamo determinato.”

Motore 5.0 litri V8 Sovralimentato (S/C)
La XFR-S monta l’acclamato motore Jaguar 5.0 litri Sovralimentato a benzina nella sua forma più potente, abbinato a una trasmissione a otto marce con la funzione “Quickshift”. Questa nuova combinazione fornisce una miscela di brillante accelerazione, coinvolgimento del guidatore e controllo, oltre all’ingresso nel club deli 300 km/h.
Tim Clark, Technical Specialist for Performance and Driveability Attributes: “La XFR-S è un prodotto molto armonioso nel modo in cui appare, nel modo in cui si gestisce e nel modo in cui motore e cambio rispondono. L’auto, infatti, ha una risposta immediata a qualsiasi input del guidatore che, di conseguenza, si sente in contatto diretto sin dal primo momento.”
Il motore tutto in alluminio, quattro camme, eroga non soltanto prestazioni estreme, ma anche una tremenda efficienza, grazie alle tecnologie che incorpora, tra cui l’iniezione diretta spray-guided (SGDI) e la fasatura duale variabile indipendente delle camme (DIVCT).
Il blocco in alluminio leggero pressofuso è irrigidito con camicie in ghisa e i cappellotti dei cuscinetti imbullonati a croce, erogando raffinatezza che si combina con la sua potenza. Le testate quattro valvole per cilindro sono costruite in alluminio riciclato, al centro delle quali è posizionato il compressore tipo Roots twin-vortex, alimentato da due intercooler. Questi hanno un proprio circuito di raffreddamento dell’acqua per ridurre la temperatura dell’aria pressurizzata e ottimizzare la potenza e l’efficienza.
Per liberare gli ulteriori 40 Cv e 55 Nm di coppia rispetto alla XFR, prese d’aria più grandi alloggiate nel paraurti inferiore della XFR-S consentono il passaggio di un maggior volume d’aria nel motore.
Il risultato è un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4.6 secondi e una velocità massima elettronicamente limitata a 300 km/h.
Il sistema di scarico è stato ottimizzato per canalizzare i gas di scarico fuori dal motore con maggiore efficienza. Il silenziatore centrale è stato sostituito con un elemento a X, vicino e lungo i tubi posteriori, per una nota dello scarico migliorata e con l’ulteriore vantaggio di un rombo in stile motorsport nel sovraccarico.
Un certo numero di componenti chiave della trasmissione sono stati maggiorati per essere adattati alla maggiore potenza e coppia della XFR-S e irrigidire l’intera trasmissione per rendere la sua risposta più immediata; tra questi, alberi di trasmissione maggiorati, un cuscinetto centrale più grande sull’albero di trasmissione e un nuovo convertitore di coppia.
Questa serie di cambiamenti hanno permesso agli ingegneri di Jaguar di regolare la risposta della farfalla per soddisfare la natura della XFR-S. Applicando quanto appreso dalla nuova sportiva F-TYPE, la risposta agli input della farfalla è stata resa molto più veloce. Il risultato finale è un’intima connessione tra il piede destro del guidatore e il motore. L’attivazione della modalità Dynamic aumenta ulteriormente questo coinvolgimento con una più pronta risposta del motore a ogni dato movimento del pedale dell’acceleratore.


Trasmissione otto marce Quickshift

La trasmissione automatica otto marce con tecnologia Quickshift ha ottimizzato i benefici della ricalibrazione del motore.
Sviluppata per la sportiva F-TYPE, il sistema Quickshift si adatta idealmente alle caratteristiche della XFR-S. Quando il guidatore cambia marcia manualmente utilizzando le palette montate al volante, la strategia del sistema “Quickshift” assicura cambi più rapidi grazie ad interventi rapidi e perfettamente sincronizzati della coppia motore.
Quando si scala marcia (sia manualmente che in modalità Sport) il sistema di gestione motore automaticamente apre e chiude la farfalla per assicurare che la XFR-S rimanga equilibrata e composta, particolarmente importante per l’entrata in curva. Questa funzione, inoltre, consente alla trasmissione di eseguire scalate di marcia multiple e molto rapide in caso di brusche frenate.
Quando funziona in modalità automatica, la trasmissione è in grado di rilevare il modo in cui la vettura è guidata, monitorando l’accelerazione e la frenata, le sterzate, l’attività del pedale del freno e dell’acceleratore, il carico stradale e la richiesta di kickdown. Qualora registri uno stile di guida più brillante, la trasmissione automaticamente rende i cambi marcia più aggressivi e sposta il punto di cambiata a un regime di giri più alto.
Il sistema Corner Recognition rileva quando l’auto sta per affrontare una curva, consentendo al cambio di mantenere la marcia corretta per l’uscita. La trasmissione inoltre riconosce quando l’auto sta effettuando una serie di manovre di sorpasso che richiedono rapidi cambi della posizione della farfalla e, piuttosto che passare a una marcia superiore, il cambio rimane nella marcia più bassa pronta per la successiva richiesta di accelerazione.
La trasmissione a otto rapporti, inoltre, consente alla XFR-S di essere equipaggiata con il sistema Jaguar Intelligent Stop/Start. Questo sistema automaticamente spegne il motore quando la vettura si ferma e viene azionato il pedale del freno. Quando il freno viene rilasciato, il sistema riavvia il motore in meno tempo di quanto serve al guidatore per spostare il piede sull’acceleratore.

Dinamica
Mike Cross, Chief Engineer, Vehicle Integrity: “Con la XFR abbiamo una piattaforma molto credibile e competitiva su cui lavorare. Ciò che abbiamo dato alla XFR-S è una maggiore capacità di gestione, maggiore precisione e più grande potenzialità. E’ un’auto per i puristi della guida, che ti coinvolge completamente nei primi 50 metri, ma che rimane accessibile e ispira fiducia a qualsiasi velocità.”
Le caratteristiche dinamiche della XFR-S sono il risultato dello sviluppo ingegneristico della XKR-S e della F-TYPE, e ciò che ne deriva è una super berlina incredibilmente agile, pronta e coinvolgente.
Le sospensioni anteriori e posteriori sono state maggiorate e accuratamente tarate dopo aver percorso decine di migliaia di chilometri presso il centro di prova Jaguar del leggendario circuito del Nurburgring, sull’ovale ultra-veloce di Nardò e, naturalmente, sulle strade preferite dagli ingegneri intorno al Centro di Sviluppo e Ricerca a Gaydon e nel nord del Galles.
La rigidità laterale della sospensione è stata incrementata del 30% anteriormente e posteriormente, con la taratura delle molle anteriori e posteriori aumentato dello stesso rapporto.
Le giunture della sospensione anteriore sono state riviste in linea con quelli montate sulla XKR-S per ottenere la maggiore rigidità del camber e del castor che, insieme ai nuovi cuscinetti della ruota, ottimizza la precisione dello sterzo e la maneggevolezza. Il sistema di sterzo ha inoltre beneficiato delle valvole sviluppate per la F-TYPE.
Al posteriore, un nuovo sottotelaio ha permesso di apportare revisioni alla geometria delle sospensioni che, insieme a boccole più rigide, nuove giunture posteriori che lavorano in tandem con molle più rigide, incrementano la stabilità e la risposta.
Per ottenere il massimo beneficio dalle revisioni delle sospensioni, la XFR-S monta nuovi cerchi in lega leggera da 20” Varuna. Questi cerchi sono mezzo pollice più larghi all’anteriore e un pollice più larghi al posteriore rispetto a quelli della XFR, ma senza alcun aggravio di peso grazie alla loro costruzione.
Gli pneumatici, sviluppati insieme alla Pirelli esclusivamente per la XFR-S, sono più larghi di 10 mm: 265/35 anteriori e 295/30 posteriori. La differenza tra il bordo del cerchio e gli incrementi della larghezza dello pneumatico, ha l’effetto di precaricare il fianco per migliorare la maneggevolezza e la risposta dello sterzo senza alcun effetto sulla raffinatezza.
Lavorando insieme alle sospensioni maggiorate, ai nuovi cerchi e pneumatici, sono stati rivisti anche i programmi elettronici che controllano i sistemi dell’Adaptive Dynamics, del differenziale elettronico attivo e del Dynamic Stability Control.
Il sistema Jaguar Adaptive Dynamics controlla attivamente il movimento verticale della carrozzeria, il rollio e il beccheggio grazie all’impiego di ammortizzatori continuamente variabili. Il sistema monitori gli input del guidatore e le condizioni della strada, regolando il tasso di ammortizzazione fino a 500 volte al secondo per ottimizzare la stabilità e l’agilità.
Il differenziale elettronico attivo Jaguar – che può applicare il completo bloccaggio della coppia quasi istantaneamente, quando necessario – è stato ricalibrato per sfruttare la maggiore aderenza dagli pneumatici posteriori più larghi, la sospensione controllata con più precisione e la potenza del motore. A lavorare in parallelo con il differenziale, i settaggi del ‘Trac DSC’ del Dynamic Stability
A fornire pari livelli di sicurezza il sistema frenante Jaguar ad alte prestazioni, che offre un’impareggiabile combinazione di potenza, stabilità e perfetta modulazione. I dischi freno anteriori da 380 mm e posteriori da 376 mm sono ventilati internamente per una potenza di arresto ripetuta assicurata e, sulla XFR-S, beneficiano da un sistema di raffreddamento aggiuntivo fornito dalla canalizzazione dell’aria sotto la scocca.

Design:
Wayne Burgess, Studio Director Jaguar Design: “Il Design Team era molto consapevole che sarebbero state le soluzioni aerodinamiche richieste per erogare le prestazioni della XFR-S che avrebbero imposto la sua estetica.”
Riflettendo I cambiamenti apportati sotto la sua pelle, l’aspetto della XFR-S è stato modificato in maniera discreta per consentire alla vettura di sfruttare tutto il suo incredibile potenziale.
Il nuovo, più profondo paraurti anteriore incorpora prese d’aria centrali e laterali più larghe al fine di fornire un’adeguata circolazione dell’aria nel vano motore. La fibra di carbonio è, inoltre, impiegata per lo splitter anteriore nella parte inferiore del paraurti, la prima di una serie di modifiche aerodinamiche progettate per agevolare il passaggio dell’auto attraverso l’aria alle velocità più elevate.
Gli estesi longheroni sottoporta e le modanature aerodinamiche dietro le ruote anteriori servono a creare un punto di rottura netto tra la parte inferiore della carrozzeria e la superficie stradale per mantenere il flusso d’aria il più possibile aderente ai lati della vettura.
Lo stesso intento ha suggerito l’adozione di modanature laterali dietro le ruote posteriori. Il paraurti posteriori più esteso incorpora un diffusore centrale in fibra di carbonio, più profondo dell’elemento montato sulla XFR e che va ulteriormente sotto la parte posteriore della vettura per ridurre il sollevamento.
Il sollevamento posteriore è stato egualmente ridotto grazie al montaggio di uno spoiler montato sul bagagliaio per gestire il flusso d’aria sulla superficie posteriore della vettura. Sono disponibili due opzioni, entrambe progettate grazie all’ausilio della fluidodinamica computazionale per fornire un’aerodinamica perfettamente bilanciata. La più grande delle due ali posteriori è stata realizzata con una sezione centrale in fibra di carbonio a profilo alare.
Il risultato combinato delle revisioni apportate alla carrozzeria porta a una riduzione del sollevamento del 68%.
I cerchi in lega leggera Varuna a sei razze, più larghi, a doppia finitura, che conferiscono alla XFR-S un aspetto possente, sono di serie. La superficie esterna è lucidata a ceramica, e cattura l’occhio contrastando con le parti interne in nero lucido. A richiesta, i cerchi sono disponibili anche completamente in nero lucido o in grigio “tecnico”.
L’aspetto grintoso della XFR-S è ulteriormente evidenziato grazie all’utilizzo di rifiniture in nero lucido invece delle cromature della griglia, all’interno delle prese d’aria, intorno al parabrezza anteriore e posteriore e ai finestrini. La maglia della griglia anteriore è ugualmente in nero lucido.
I clienti della XFR-S possono scegliere tra cinque colori esterni: French Racing Blue, Ultimate Black, Stratus Grey, Polaris White e Italian Racing Red.
Questa scelta di colori è integrata all’interno della XFR-S dalla pelle dei sedili Warm Charcoal ed esaltata sulle portiere dall’impiego di pelle con effetto carbonio. Esclusiva per le auto della gamma R-S, questa è utilizzata sui sostegni dei sedili e i braccioli, e riflette l’uso della fibra di carbonio sugli elementi aerodinamici della vettura. Gli stessi sedili portano il logo R-S in rilievo e possono essere rifiniti con una scelta di bordature e cuciture a contrasto in rosso e avorio. La stessa discreta finitura corre su tutta la parte superiore del cruscotto, la plancia del quale è rifinita in Dark Aluminium esclusivo per la gamma R-S, completata dal badge.
La XFR-S è equipaggiata, di serie, con il sistema audio surround Meridian da 380 W, 12 altoparlanti. Riconsociuta dagli audiofili di tutto il mondo come azienda leader nel settore della riproduzione audio e dell’alta fedeltà, il sistema Meridian utilizza il Digital Signal Processing per creare un campo sonoro che non è secondo a nessuno. A richiesta è disponibile un sistema dal 825 W e 18 altoparlanti con il Trifield System di Meridian il quale pone ogni occupante dell’auto al centro del proprio posto di ascolto in maniera perfettamente focalizzata.

 

 

Redazione

 

 

[alpine-phototile-for-flickr src=”set” uid=”90162020@N05″ sid=”72157632139912571″ imgl=”fancybox” dltext=”Flickr” style=”bookshelf” row=”4″ num=”55″ size=”240″ align=”center” max=”100″ nocredit=”1″]


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Ruggero Terlizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *