Incidenti stradali, passata la tregua Covid si ritorna a salire +28,5% il dato generale, +20% le vittime

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Incidente stradale

L’Istat come ogni anno ci dà conto dell’incidentalità stradale in Italia e come ampiamente previsto il periodo di tregua forzata data dalla pandemia è terminato.
2.875 morti sulle nostre strade, 204.728 feriti, sono numeri dietro cui ci sono storie, vite distrutte, intere famiglie a cui cambiano gli orizzonti futuri. Non può essere motivo per rallegrarsi se questi numeri sono comunque inferiori al dato 2019, ultimo anno di mobilità pienamente libera, sono numeri che raccontano di un trend in risalita e che tendenzialmente nel 2022 potrebbe tornare a superare il 2019.

L’utenza debole, pedoni e ciclisti, pagano un tributo sempre troppo consistente, 471 morti tra i primi e 229 per i secondi; dato quest’ultimo comprensivo di 9 vittime conducenti monopattini.

Quello che sconvolge è l’assenza assoluta di vere politiche dedicate

Quello che sconvolge è l’assenza assoluta di vere politiche dedicate alla prevenzione, alla formazione di quella coscienza collettiva che dovrebbe portare già nella tenera età a considerare la strada e la mobilità beni comuni e non appannaggio delle arroganze individuali. Si sono dati incentivi per i monopattini elettrici e neanche un centesimo per accertarsi che chi conduce tali mezzi sia davvero in grado di affrontare la guida o per prepararlo.

Fabrizio Premuti, presidente di Konsumer Italia, ha dichiarato:
“Stiamo tornando velocemente ai numeri di vittime di una guerra non dichiarata, la politica sembra essere indifferente al problema che, anche se solo fosse visto da un punto di vista economico, comporta un enorme costo sociale ed è diretta causa degli aumenti sulle assicurazioni RC Auto. Si allontana l’obbiettivo -50% di vittime nel decennio in corso. Purtroppo ci confermiamo essere un Paese che improvvisa affrontando, spesso male, l’emergenza del momento dimenticando le tante emergenze a cui siamo soggetti”.

Konsumer Italia continua la sua attività legata al progetto “Scatta Il Segnale”, interagendo con gli Enti Locali e cercando di segnalare i buchi neri della circolazione. Ogni anno molti incidenti stradali sono la conseguenza del cattivo stato della segnaletica. Segnali deteriorati, nascosti o sbagliati.

Le cause di questo sono molteplici

Le cause di questo sono molteplici: dalla noncuranza agli atti vandalici o, più semplicemente, al deterioramento derivante dall’annosa esposizione alle avverse condizioni atmosferiche. Ed è per questo motivo, nell’ottica del miglioramento della sicurezza stradale, che Konsumer Italia insieme a AssoSegnaletica, ha lanciato l’edizione 2022 del concorso fotografico #ScattailSegnale.

Si tratta di un’iniziativa, finalizzata alla prevenzione degli incidenti stradali, che si rivolge direttamente ai cittadini. Chiunque, infatti, potrà segnalare con una foto il segnale stradale in condizioni inidonee prendendo parte, così, al concorso e contribuendo in maniera attiva al miglioramento della sicurezza stradale. Iniziato a gennaio 2022, il concorso ha già raccolto molte adesioni da tutta Italia.

Seguiteci e inviate le vostre segnalazioni alla pagina Facebook #ScattaIlSegnale.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *