Mercedes: auto tra storia, innovazione e Formula 1

 Mercedes: auto tra storia, innovazione e Formula 1

La Mercedes è tornata in vetta alle cronache giornalistiche recenti. Il motivo? La clamorosa sconfitta di Lewis Hamilton al Gran Premio di Abu Dhabi che ha visto l’assegnazione del titolo iridato, per quanto riguarda il campionato piloti, a Max Verstappen, il primo olandese vittorioso della Formula 1. Questo non ha impedito, tuttavia, alla McLaren Mercedes di conquistare il primo posto nella classifica costruttori, per la gioia dei suoi tifosi.

Il motore Mercedes torna a far parlare di sé e si conferma al top per quanto riguarda l’appeal che le sue performance riescono a garantire. Non a caso sono proprio le prestazioni della vettura unite a un design minimale e d’effetto a portare la Casa della Stella costantemente in cima alle classifiche di gradimento.

Una storia fatta di passione e convinzione dei propri mezzi nonché di un sapere ingegneristico che ha visto da sempre la Germania, al pari di altri Paesi, tra cui l’Italia, all’avanguardia. Lo testimoniano anche le vicende della Mercedes e i modelli di ultima generazione introdotti negli ultimi anni.

1926: l’anno di nascita della Mercedes

La casa motoristica tedesca è nata ufficialmente nel 1926 anche se la sua storia presenta radici che si perdono nel tempo fino a ben 40 anni prima e precisamente al 1886, anno in cui Karl Benz inventa la prima automobile con motore a scoppio.

La Mercedes nasce dalla fusione proprio tra la Benz e un’altra casa produttrice, la Daimler, la quale si specializza presto proprio in vetture da corsa. La prima vittoria significativa in ambito sportivo arriva nel 1934 e da allora, possiamo affermarlo senza esitazione, la Mercedes di strada ne ha fatta e non poca.

I modelli più interessanti dagli anni Sessanta a Oggi

La casa della Stella è stata capace, con gli anni, di innovarsi e studiare uno stile riconoscibile e definito. Lo testimoniano anche le vetture di recente introduzione come la Mercedes EQB, dotata di un motore possente, come da stile Mercedes, un design iconico e declinata in più versioni, una più attrattiva dell’altra.

Ma torniamo un attimo indietro, agli anni Sessanta e Settanta, in cui non mancano i modelli di successo come la Spider SL, la 300 SD e, soprattutto l’iconica Classe G. Tutte vetture che raccontano un impegno atto a garantire da un lato esterni piacevoli come non mai, dall’altro un motore e la sua voglia di sfrecciare, dove possibile, a tutta velocità, portando il suo conducente lontano.

Negli ultimi anni Mercedes si è inserita all’interno dei trend di mercato che vedono la richiesta, e conseguente ricerca e produzione, di SUV e vetture ibride ed elettriche. La casa motoristica tedesca non delude e realizza, per i giorni nostri, automobili in grado di garantire non poche soddisfazioni. Oltre alla già citata EQB non possiamo non parlare della Classe A, sempre molto amata dagli automobilisti grazie al suo mood europeo e raffinato, e un modello davvero valido come Mercedes EQC, elettrico, ecologico e altamente performante.

Concludiamo con una considerazione finale: che si tratti di spider, berlina o coupé-cabriolet il fascino Mercedes rimane inalterato. Un po’ come una hit intramontabile, capace di far sognare tutta la vita.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *