Revisione auto non fatta, cosa si rischia  

 Revisione auto non fatta, cosa si rischia  

La legge impone che il proprio veicolo venga sottoposto periodicamente alla revisione con l’obiettivo di garantire la sicurezza del conducente, dei passeggeri e degli altri automobilisti. È essenziale, infatti, che tutte le auto possano circolare su strada e trasportare cose e persone, limitando l’emissione di gas inquinanti e rumori, per garantire la quiete e la salute pubblica.

La revisione alla propria auto

La revisione alla propria auto va fatta dopo 4 anni dalla data della prima immatricolazione e, successivamente, ogni due anni.

Il termine entro cui far revisionare il proprio veicolo è il mese di riferimento dell’immatricolazione.

Ma cosa si rischia qualora non si effettui la revisione alla propria auto?

Secondo il Codice della strada, chi circola senza la revisione dell’auto è soggetto:

  • ad una sanzione amministrativa pecuniaria che va da 169 a 680 euro;
  • alla sospensione dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione.

Al tal proposito, il proprietario del veicolo che commette l’infrazione, può, con la propria auto, solamente raggiungere uno dei centri di revisione oppure il competente ufficio del Dipartimento per i trasporti.

Se durante il periodo di sospensione della circolazione per mancata revisione, l’auto si trova in strada, si è soggetti ad un’altra multa che può andare da 1959 euro a 7837 euro oltre al fermo amministrativo del veicolo per 90 giorni.

Infine, nel caso si ripetano nuovamente queste violazioni, scatta la confisca amministrativa del veicolo.

Nel caso in cui invece la revisione venga falsata

Nel caso in cui invece la revisione venga falsata, c’è il rischio di incorrere in una multa del valore che può andare da 419 a 1682 euro.

Inoltre, si può incorrere anche nel ritiro della carta di circolazione del veicolo.

Va detto che le sanzioni non sono solo per il proprietario dell’auto ma anche per colui che ha effettuato la revisione (o l’ha falsata o l’ha fatta scadere).

I centri di revisione, infatti, rischiano una multa che va dai 422 ai 1695 euro e, nel caso di violazioni ripetute, può essere revocata la concessione dall’ufficio referente della Motorizzazione (MCTC).


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *