Auto elettriche e semplificazione dei trasporti

 Auto elettriche e semplificazione dei trasporti

Quello della tutela del pianeta, a beneficio non soltanto nostro ma anche – e soprattutto – delle generazioni che verranno, è ormai divenuto un mantra di respiro globale. Abbiamo compreso quanto sia importante e urgente intervenire, sia da parte delle grandi industrie che dei privati cittadini, mettendo in atto un’inversione di tendenza attraverso comportamenti sostenibili e virtuosi. Se c’è un settore che più di altri contribuisce ancora troppo all’emissione nell’atmosfera di sostanze inquinanti quello è senza dubbio il settore dei trasporti. Il traffico stradale, infatti, risulta essere – fin dalla metà degli anni Cinquanta del secolo scorso – il principale indiziato per l’emissione in primis di ossido di azoto, polveri fini e fuliggine.

L’innovazione è parte integrante dello sviluppo delle macchine

Con il trascorrere del tempo, prima con l’avvento del diesel e infine con lo sbarco sul mercato delle auto elettriche, le emissioni sono sempre andate diminuendo. Un risultato importante ma ancora in divenire, che dipende molto dalle innovazioni connesse allo sviluppo delle macchine stesse. I veicoli diesel emettono ancora troppo ossido di azoto ma anche polveri fini (specie se non è presente un adeguato filtro antiparticolato), mentre le macchine con motore alimentato a benzina emettono idrocarburi soprattutto nella fase di avviamento.

Il futuro dunque sembra essere proprio delle automobili elettriche: esse, mancando il momento della combustione, non vanno infatti a emettere particolato, ossido di azoto, monossido di carbonio e composti organici volatili. Ed ecco spiegato in estrema sintesi il motivo per cui, senza dubbio, la diffusione di questa tipologia di veicoli rappresenta una svolta vantaggiosa sia per la qualità dell’aria lungo la rete stradale che nei centri cittadini. Sono, inoltre, presenti normative di settore molto stringenti e puntuali che obbligano le case produttrici di automobili a porsi importanti traguardi, oggi come negli anni a venire, per ciò che concerne la continua riduzione delle emissioni dannose nell’aria.

Come cambia il modo di vivere la mobilità

Il modo stesso di vivere la mobilità e dunque il momento degli spostamenti in auto deve essere in parte ripensato e a favorire questa svolta ci sono servizi specifici come, ad esempio, MyParking parcheggi online.

Si tratta di una realtà che a suo modo contribuisce alla semplificazione dei trasporti su quattro ruote. Come funziona? Grazie a questo servizio diventa possibile prenotare i posti auto direttamente tramite smartphone e computer, senza dover girare ed effettuare estenuanti ricerche per trovare un parcheggio (si riducono in tal modo sia lo spreco di tempo prezioso che l’emissione di sostanze nocive). Gli spostamenti possono essere agevolmente pianificati: prima ancora di salire in macchina e partire alla volta della propria destinazione si saprà già dove lasciarla.

I punti di forza delle automobili elettriche

Le auto elettriche, che vengono spesso identificate con l’appellativo ‘auto del futuro’, offrono un ampio spettro di vantaggi. Tra i punti di forza sarà corretto citare l’elevata silenziosità e, di conseguenza, il maggiore comfort alla guida. C’è anche da dire che l’assenza della ‘meccanica tradizionale’ sulle auto elettriche consente a queste ultime di risultare molto più spaziose: si possono progettare spazi vitali interni più ampi e comodi. Il loro impatto inquinante, come accennato, è ridotto in modo drastico e sono semplici da guidare.

Senza contare che, proprio per i continui passi avanti fatti dalla ricerca tecnologica, queste auto offrono prestazioni di livello sempre più alto. Per quanto riguarda le operazioni di ricarica, esse possono essere effettuate non soltanto presso le colonnine stradali – normalmente presenti anche in luoghi accessibili al pubblico come i centri commerciali – ma anche sfruttando la rete domestica (in molti utilizzano il garage per un pit stop d’eccezione). E’ chiaro che in base al modello e alle specifiche tecniche, ma anche allo stato in cui si trova la batteria, potranno essere necessari tempi più o meno lunghi.

Le macchine elettriche sono pure autorizzate a transitare in qualsiasi zona della città (anche nella ZTL). Ad ogni modo, a prescindere dalla specifica tipologia di alimentazione dell’automobile, la possibilità come accennato di sfruttare servizi per prenotare un parcheggio smart in zona strategiche della città consente di vivere con maggiore serenità la parentesi di viaggio. Si stanno studiando, sempre nell’ottica di una continua e virtuosa progressione, nuovi modi per ridurre i tempi di attesa in merito al momento della ricarica delle batterie.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *