Fantic Caballero, andiamo a divertirci per strade e nei campi

 Fantic Caballero, andiamo a divertirci per strade e nei campi

Tante cose si possono dire dell’azienda italiana Fantic Motor e del suo glorioso passato iniziato nel 1968 , ma oggi il complimento va ribadito e sottolineato per esser riusciti a far brillare nuovamente il loro iconico modello , con un prodotto che richiama i fasti del passato ma oggi in declinazione decisamente molto più ‘Urban’, il Fantic Caballero!

Fantic Caballero, scrambler moderno

Il risultato per dirla in modo moderno , una Scrambler Very Fun

  • FUN  perché è una moto che si fa guidare su strada come una super motard e che al tempo stesso,  se la butti dentro una qualsiasi strada bianca ti fa fare dei traversi con succulento godimento !! ;
  • FUN perché appena cominci a guidarla  , non ti crea alcun imbarazzo grazie alla azzeccatissima combinazione tra  peso piuma, un motore poco impegnativo ed una buonissima ciclistica ;
  • FUN perché dovunque tu vada sarà lei a catalizzare l’attenzione su di sè , raccogliendo consensi gratuiti.

Cosa mi è piaciuto :

  • Estetica – è una Scrambler , che viene esaltata da colorazioni evocative riviste in chiave moderna;
  • Maneggevole e compatta su ogni superficie , sia asfalto che sterrato;
  • Motore senza troppa potenza gestibile da chiunque , sia il neofita che l’esperto;
  • Impianto freni , con abs disattivabile per l’uso off Road;
  • Sound dai toni rochi e corposi grazie al doppio scarico Arrow ;
  • Raggio 19 all’anteriore e pneumatici di serie (Pirelli Scorpion Rally) che permettono di avere una impressionante  tenuta su asfalto e contemporaneamente viaggiare in off road soft in maniera sicura ;
  • Ottima componentistica di base ;
  • Moto guidabile già con patente A2 ;

Prima di continuare guarda la gallery:

 

Cosa non mi è piaciuto :

Larga nei fianchi , il che costringe alla guida sia in strada che in off road ad una postura forzata – inoltre questo allargamento , potrebbe far risultare alta la moto a chi non arriva 170 cm.;

  • Non c’è indicatore delle marce ;
  • Blocchetto dei comandi a sinistra , a mio avviso rivedibile ;

 Saliamo in Sella 

Appena si gira la chiave e si avvia la moto , la prima cosa che si nota è il gustoso sound che esce dallo scarico (Sdoppiato di fabbricazione Arrow per Fantic) , quasi a mandarti già dei messaggi subliminali del tipo…’Eccomi sono pronta ..andiamo a divertirci !!! ‘ …..

Il propulsore è un monocilindrico di 449 cc. Che con i suoi 40 Cv ricorda appunto le potenze delle moto passate, facili da gestire anche per chi è alle prime armi , o per chi  vuole una moto  guidabile già con patente A2.

La posizione in sella e la relativa seduta , va trovata a piacimento personale, in quanto il manubrio è largo (Cross Style) come le vecchie Caballero ,  e le pedane poste centrali al punto giusto, ma per effetto dei fianchi leggermente larghi , per chi è più basso di statura ,potrebbe risultare un pò alta .

Da subito si percepisce una qualità costruttiva tipicamente italiana, e viene voglia di personalizzarla  grazie ad una serie di accessori , che la possono trasformare ancor più in una Scrambler esteticamente unica

Quindi da guidare come è?

Ed in effetti , una volta messa in movimento la Caballero, conferma tutte le aspettative. Si muove leggera ed agile,  grazie anche ai suoi solo 150 kg circa , per le strade cittadine.

La dotazione di serie che prevede un cerchio anteriore da 19 pollici e posteriore da 18’ , equipaggiata con  gomme tassellate Pirelli , la fanno passare su strade rovinate (tipiche dei centri urbani) , su buche, rotaie, tombini, e pavè  con disinvoltura e sempre sicuri.

La ciclistica è affidata a sospensioni Fantic dedicate, sia per la parte anteriore che posteriore –La scelta della taratura in questo modello a mio avviso è più incline all’uso su strada che al fuoristrada .

Grazie anche a delle geometrie ben studiate la moto risulta ben sostenuta, e permette quindi di farne un uso decisamente sportiveggiante, quando si cominciano ad intravedere le curve tipiche di una gita in collina –

Con la ruota anteriore da 19 pollici risulta però,  meno reattiva e veloce nelle discese in piega di qualche concorrente della stessa categoria  , ma personalmente venendo da un raggio 21 che uso abitualmente , mi piace guidare più tondo , per cui l’ho trovata divertentissima.

Appena si mettono le ruote su una strada bianca,  la taratura delle sospensioni con poca escursione si fa sentire, soprattutto all’anteriore ,  facendola risultare un po più rigida , ma molto precisa nelle reazioni , da cui ne esce una confidenza immediata. Risultato che ti metti a fare i traversi con sorriso stampato sotto il casco.

Ad esaltare la nostra guida , come dicevo , c’è uno scarico che scandisce  con degli scoppi vigorosi , il rilascio del gas ad ogni cambiata , il che fa quasi nel mio caso, tornare un po’ adolescenti, a quando sostituivamo le marmitte o le bucavamo per averne un sound unico

Concludendo, posso tranquillamente affermare che  tutte le mie aspettative , di trovare una moto facile e divertente sono state ampiamente confermate.

Personalmente se volessi fare un appunto, avrei preferito un impianto frenate più mordente, ma lo stesso risulta comunque ottimamente modulato per le caratteristiche della moto

I miei complimenti a Fantic Motor, per aver brillantemente saputo reinterpretare in chiave moderna, una moto ed un marchio, che per il grande passato avuto, rischiava di non poter essere più replicato.

A mio avviso ottima anche la scelta, di aver nella gamma prodotti altri 3 modelli di Caballero, e precisamente la Rally con declinazione decisamente più OffRoad, la Flat Track che può far divertire tra I curvoni di un ovale, ma mio avviso risulta anche molto stilosa per un uso quasi da Cafè Racer. Infine la recentissima ed elegantissima DELUXE.

Un ringraziamento particolare a Matteo di  :

Franchini Moto srl –

https://www.motofranchini.com/


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *