Acquistare auto all’estero è possibile?

 Acquistare auto all’estero è possibile?

Molte persone decidono di acquistare un’automobile all’estero. Questo è possibile e molti preferiscono farlo perché alcune case automobilistiche (ad esempio tedesche) fissano dei prezzi più bassi rispetto a quelli italiani.

A prescindere dal prezzo

Ma a prescindere dal prezzo, quali sono gli altri fattori da considerare per rendere conveniente questa pratica?

Infatti, bisogna considerare che l’automobile dovrà essere trasportata, dopo essere stata acquistata, dal paese estero fino all’Italia (con una targa o senza).

La differenza sta nel fatto che, se si hanno tutti i documenti con sé, si potrà immatricolare l’auto direttamente all’estero e quindi trasportarla autonomamente in Italia.

Ma se l’immatricolazione non dovesse avvenire all’estero, per portare l’auto in Italia sarà necessario rivolgersi ad una società di trasporti specializzata nel trasferimento di autoveicoli (dunque considerare questo ulteriore costo), poiché la vettura sarà senza targa.

Oltre a questo costo

Oltre a questo costo, da aggiungere sono anche i costi accessori che vengono resi dalla concessionaria per sbrigare tutte le pratiche burocratiche

Ad ogni modo, se si decidesse di immatricolare l’auto acquistata in un paese dell’UE, saranno necessari documenti come la carta d’identità dell’acquirente, il certificato di conformità europeo della vettura e il modello NP2C o NP2D, a seconda che venga redatto o meno l’atto di vendita.

In più, bisognerà pagare tasse come l’imposta provinciale di trascrizione e quella per il rilascio di targhe.

Se invece l’immatricolazione e dunque l’acquisto avvengono in paese extra-UE,  bisognerà rivolgersi all’ufficio provinciale della Motorizzazione che indicherà tutta la documentazione necessaria ovvero il documento d’identità dell’acquirente, il titolo di proprietà, il modello NP2D e la carta di circolazione rilasciata in Italia, da consegnare in forma di fotocopia.

Alla luce di tutti questi aspetti, bisogna valutare se effettivamente ci sia convenienza nell’acquistare l’automobile all’estero piuttosto che in Italia dal momento che, come visto, non sono solo i costi ad essere diversi ma anche le pratiche burocratiche da adempiere.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *