Moto: Fmi e Confindustria Ancma scrivono al Governo

 Moto: Fmi e Confindustria Ancma scrivono al Governo

L’intero mondo delle due ruote a motore chiede attenzione al Governo. Il Presidente della Federazione Motociclistica Italiana Giovanni Copioli e quello di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) Paolo Magri hanno infatti indirizzato una lettera al premier Conte e ai titolari dei dicasteri dei Trasporti e dello Sport. Sul tavolo, tra le altre cose, la richiesta di incentivi all’acquisto, defiscalizzazioni per abbigliamento protettivo, maggiore chiarezza nelle disposizioni per l’uso delle motociclette in ambito sportivo e mototuristico.

Indotto importante

Le due realtà istituzionali rappresentano la totalità dell’offerta e dalla domanda di motociclismo sul territorio nazionale, da una parte l’industria delle due ruote che in Italia genera occupazione per un indotto di oltre 90mila persone e dall’altra tutta l’attività sportiva di settore e più di 110mila tesserati strutturati in 1740 Moto Club.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *