Motor Valley Fest, il turismo nella Motor Valley

 Motor Valley Fest, il turismo nella Motor Valley

I dati dell’Osservatorio Turistico della Motor Valley sull’impatto turistico ed economico della Motor Valley nel territorio di riferimento 

I 15 musei, i siti di produzione, le 16 collezioni private, i 4 autodromi, tutti insieme rappresentano da alcuni anni una parte fondamentale dell’offerta turistica del territorio.

I visitatori totali di musei e collezioni (867.000) unitamente agli spettatori degli eventi che si svolgono negli autodromi (1.180.000), hanno superato 2 milioni (2.047.000) di cui, il 46% italiani e il 54% stranieri.

La ricaduta economica derivante dal movimento turistico ed escursionistico nei musei e collezioni della Motor Valley nel 2019 ha raggiunto 150 milioni di euro tra Bologna e Modena. Va inoltre sottolineato che il movimento nelle strutture ricettive nell’area di Modena-Bologna è stimato in oltre 520mila notti-camera (522.000 presenze).

E’ stato stimato anche l’impatto economico delle attività dei circuiti di Misano ed Imola che è risultato essere superiore ai 170 milioni di euro. Nell’area romagnola, di particolare rilievo le presenze turistiche prodotte dai 290 giorni di attività del circuito di Misano Adriatico, un dato che supera le 700mila notti-camera (tra addetti ai lavori, spettatori ed accompagnatori), il 90% delle quali si concentra nelle strutture ricettive della provincia di Rimini. 

LA MOTOR VALLEY

Dallara, Ducati, Ferrari, Lamborghini, Maserati, Pagani, sono solo alcuni dei brand ospitati nel territorio e amati da migliaia di appassionati in tutto il mondo. Fanno inoltre parte della Motor Valley 15 musei specializzati (tra cui il Museo Enzo Ferrari di Modena, il Museo Ferrari di Maranello, il Museo Automobili Lamborghini, il Museo Ferruccio Lamborghini, il Museo Ducati di Borgo Panigale e il Museo Horacio Pagani), 16 collezioni private e 4 autodromi per le gare sportive (il “Riccardo Paletti” a Varano de’ Melegari, l’Autodromo di Modena a Marzaglia, l’”Enzo e Dino Ferrari” a Imola e il Misano World Circuit Marco Simoncelli a Misano Adriatico).

STEFANO BONACCINI, PRESIDENTE DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA 

«Alla Motor Valley emiliano romagnola mancava un palcoscenico che ne raccontasse, in forma spettacolare e coinvolgente, tutti i protagonisti e i tanti aspetti, da quello del collezionismo a quello della mobilità del futuro, dalla formazione universitaria del Progetto MUNER alle competizioni e all’adrenalina, dai “battilastra” alle ultime e avveniristiche hypercar. Il Comune di Modena e la Regione, nonché la stessa Associazione Motor Valley e i tanti operatori pubblici e privati coinvolti, hanno raccolto la scommessa e le migliaia di visitatori della prima edizione del Motor Valley Fest lo scorso anno testimoniano che abbiamo visto giusto. La Motor Valley è una risorsa economica eccezionale e uno straordinario strumento di storytelling. Parla dell’Emilia Romagna a tutto il mondo. Imprenditorialità “dal basso”, schiettezza, passione e tenacia, sguardo legato alle tradizioni, ma rivolto al futuro, sono elementi fondativi dell’identità di questa Regione sui quali la Motor Valley è cresciuta e continua a crescere. Modena con i suoi monumenti Unesco, le piazze e i cortili, i sapori unici e il calore delle persone sarà, ancora una volta, la passerella per questo patrimonio unico, che dà lavoro a migliaia di persone e ogni anno attira nella nostra Regione milioni di turisti». 

CLAUDIO DOMENICALI, PRESIDENTE MOTOR VALLEY

«Motor Valley è un’eccellenza del Made in Italy che rappresenta la capacità di un territorio di fare rete e valorizzare le peculiarità che lo contraddistinguono a livello internazionale, facendo perno sull’industria dei motori e sulle innovazioni tecnologiche del mondo automotive, cuore pulsante dell’economia regionale. Oltre naturalmente al prestigio e al valore delle proprie università e alla cultura storica, artistica ed enogastronomica dell’Emilia-Romagna. Il Motor Valley Fest è senza dubbio il connubio e la massima espressione di tutto ciò. Oggi, inoltre, siamo felici ed orgogliosi di ufficializzare l’ingresso in associazione di un’Istituzione come la Federazione Motociclistica Italiana, che completa, valorizza e ufficializza ulteriormente il già prestigioso elenco di partecipanti, composto da 4 autodromi internazionali, 6 centri di formazione specializzati, 6 Case Costruttrici, 15 musei, 16 collezioni, 9 operatori del settore e 188 team sportivi».

GIAN CARLO MUZZARELLI, SINDACO DI MODENA

«Con il Motor Valley Fest guardiamo al futuro del settore automotive, partendo dalle solide radici che il nostro territorio può vantare. La manifestazione si apre anche quest’anno con un convegno internazionale dove ci si confronta su digitalizzazione, impatto dell’elettrico, sicurezza e si conferma anche la sezione dedicata ai giovani e all’innovazione con le Università della regione che avrà una collocazione in pieno centro storico. La città, infatti, si sta preparando ad accogliere migliaia di visitatori e turisti ampliando i luoghi di visita rispetto all’anno scorso per ammirare le opere d’arte dei motori tra le opere d’arte delle architetture storiche. E anche quest’anno la festa continua nelle serate di venerdì, la Notte dei Motori, e di sabato con la Notte Bianca che Modena tradizionalmente organizza in occasione della Notte europea dei Musei».

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *