Catena di distribuzione quando va cambiata

 Catena di distribuzione quando va cambiata

La catena di distribuzione ha diversi ruoli essenziali nella nostra auto:

  • permette un corretto funzionamento del motore (e quindi evita danni dello stesso);
  • per via del legame con la pompa dell’acqua, consente al motore di non surriscaldarsi;
  • trasmette alle ruote l’energia necessaria per fare in modo che l’auto si muova.

E’ una componente tanto fondamentale per la nostra auto, quanto delicata, infatti, sebbene non ci sia bisogno di fare tanta manutenzione ( a differenza della cinghia di distribuzione), un deterioramento della catena di distribuzione comporterà delle spese molto alte, dovute al fatto che, per sostituirla, il meccanico dovrà smontare gran parte del motore.

Oltre ovviamente la possibilità di causare danni alla pompa dell’acqua ed altri, più gravi, proprio al motore.

Infatti, la catena di distribuzione ha come pecca quella di usurarsi (anche se, di solito, la sua durata di vita è uguale a quella del motore).

L’usura è dovuta a:

  • una lubrificazione inadeguata;
  • sollecitazioni;
  • tensione;
  • perdita del liquido refrigerante;
  • un allungamento;
  • uno strappo.

Infatti, la catena di distribuzione, quando l’auto arriva ad un certo numero di chilometri (in linea di massima più di 150.000), può rompersi.

Questa rottura, viene segnalata, nelle auto più moderne, da un segnale acustico che indicherà la necessaria sostituzione; nelle auto più “vecchie”, l’automobilista si accorgerà, da alcuni segnali, che c’è qualcosa che non va.

Potrebbe succedere, ad esempio che:

  • ci sia una prestazione bassa con l’avviamento a freddo;
  • ci siano dei rumori strani, come dei cigolii (che spesso vengono confusi con un problema della trasmissione);
  • ci siano giri al minimo irregolari.

Ad ogni modo, sul manuale di manutenzione di ogni veicolo, sono proprio le case automobilistiche che indicano quando sarà necessario sostituire la catena di distribuzione (di solito, da un certo chilometraggio in poi). Una buona norma è comunque quella di sostituire la catena di distribuzione fra i 5 e i 10 anni di vita.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *