Nuova Audi RS Q8: la Q più sportiva

 Nuova Audi RS Q8: la Q più sportiva

Dynamic photo Colour: Java Green

Nuova Audi RS Q8 è il top di gamma della famiglia Q. Coniuga le performance Audi Sport, l’eleganza di una coupé e la versatilità di un SUV. La straordinaria potenza di 600 CV si accompagna all’elevata efficienza garantita dal sistema mild-hybrid a 48 Volt. 

“Per la prima volta nei 25 anni di storia dei modelli Audi RS, abbiamo realizzato un SUV coupé con il DNA di un’autentica sportiva”, afferma Oliver Hoffmann, Amministratore Delegato di Audi Sport GmbH. “Grazie al V8 benzina biturbo, Audi RS Q8 è il top di gamma della famiglia Q”.

V8 4.0 TFSI: da 0 a 200 km/h in 13,7” e sistema mild-hybrid a 48 Volt

Il V8 4.0 TFSI di nuova Audi RS Q8 eroga 600 CV e 800 Nm di coppia. Quest’ultimo valore pressoché costante in un ampio range: da 2.200 a 4.500 giri/min. Il SUV coupé by Audi Sport scatta da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi, che diventano 13,7 secondi per raggiungere i 200 km/h. La velocità massima è autolimitata elettronicamente a 250 km/h. Optando per il pacchetto Dynamic plus, a richiesta, è possibile toccare i 305 km/h.

Il V8 4.0 TFSI, forte della sequenza d’accensione 1-3-7-2-6-5-4-8, è caratterizzato da un sound unico, possente e sportivo, sul quale il conducente influisce grazie al sistema di controllo della dinamica di marcia Audi drive select. L’impianto di scarico sportivo RS con terminali neri, a richiesta, garantisce un’esperienza acustica ancor più emozionante.

Rete di bordo principale a 48 Volt

Grazie alla rete di bordo principale a 48 Volt, il V8 biturbo coniuga straordinarie prestazioni ed elevata efficienza. L’alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) costituisce il cuore del sistema mild-hybrid (MHEV). Nelle fasi di decelerazione possono essere recuperati sino a 12 kW di potenza: questa energia viene immagazzinata in una specifica batteria agli ioni di litio, da cui viene successivamente veicolata ai dispositivi integrati nella rete di bordo.

Qualora il conducente rilasci il pedale dell’acceleratore a velocità comprese tra 55 e 160 km/h, Audi RS Q8 è in grado – in funzione del programma di marcia selezionato mediante l’Audi drive select – di avanzare per inerzia “in folle” o di veleggiare a motore spento per un massimo di 40 secondi. Non appena il conducente preme nuovamente l’acceleratore, l’RSG riavvia il motore in modo più rapido e progressivo rispetto a un motorino di avviamento tradizionale. La modalità start/stop è attiva già a partire da 22 km/h. Nella guida di tutti i giorni, la tecnologia MHEV riduce i consumi fino a 0,8 litri ogni 100 chilometri.

La tecnologia COD (cylinder on demand)

Al contenimento dei consumi contribuisce in modo decisivo la tecnologia COD (cylinder on demand) che disattiva i cilindri 2,3, 5 e 8 ai carichi medi e ridotti, disattivando le fasi d’iniezione e accensione e chiudendo le valvole di aspirazione e scarico. Nel funzionamento a 4 cilindri, la fasatura dei cilindri attivi viene adeguata in funzione della nuova mappa d’erogazione, così da ottenere il massimo rendimento, mentre le camere di combustione inattive vedono i pistoni muoversi senza dissipazioni d’energia. Non appena viene premuto con decisione il pedale dell’acceleratore, i cilindri “spenti” tornano attivi.

Il possente 8 cilindri a V appannaggio di RS Q8 è abbinato alla trasmissione tiptronic a 8 rapporti con convertitore di coppia, ottimizzata negli innesti, e alla trazione integrale permanente quattro. In condizioni di marcia ordinarie, il differenziale centrale autobloccante ripartisce la coppia secondo il rapporto 40:60 tra avantreno e retrotreno. In caso di perdite d’aderenza, la maggior parte della spinta viene trasferita verso l’assale che garantisce una superiore trazione: in funzione delle condizioni di guida, fino a un massimo del 70% all’avantreno e fino all’85% al retrotreno.

Un’intelligente funzione software che affianca la trazione quattro

Affrontando le curve con piglio sportivo, la gestione selettiva della coppia sulle singole ruote, un’intelligente funzione software che affianca la trazione quattro, frena in misura minima le ruote interne alla traiettoria, prima ancora che queste perdano aderenza, consentendo al differenziale di trasferire la spinta alle ruote con il grip migliore.

Per un comportamento di marcia ancor più dinamico, la trazione quattro può essere integrata dal differenziale sportivo posteriore, a richiesta. Il differenziale sportivo distribuisce attivamente la coppia tra le ruote del medesimo asse, a vantaggio del contenimento del sottosterzo e dell’agilità della vettura. Tramite il sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select, il conducente può modificare la strategia d’azione del differenziale sportivo.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *