Honda CMX 500 Rebel, motore bicilindrico bialbero

 Honda CMX 500 Rebel, motore bicilindrico bialbero

Il motore bicilindrico parallelo da 471 cc con raffreddamento a liquido e distribuzione a 8 valvole della Honda CMX 500 Rebel deriva da quello della serie CB500 (declinata nelle versioni naked, supersport e crossover). Per renderlo più adatto ad una custom ha ricevuto nuove impostazioni della mappatura di accensione e dell’iniezione elettronica, oltre ad un impianto di scarico dedicato, in modo da spostare l’accento sui valori di coppia e potenza ai regimi bassi e medi. L’erogazione è fluida e corposa, con un picco di potenza pari a 46 CV (35 kW) a 8.500 giri/min e una coppia massima di 43,3 Nm a 6.000 giri/min.

Le misure di alesaggio e corsa sono leggermente superquadre

Le misure di alesaggio e corsa sono leggermente superquadre, pari a 67×66,8 mm, con rapporto di compressione di 10,7:1. La fasatura dell’albero a gomiti è di 180° e un contralbero di bilanciamento primario è posizionato dietro ai cilindri, vicino al baricentro della moto.

La proporzione della triangolazione tra albero motore, albero della trasmissione primaria e del contralbero è molto compatta permettendo così la realizzazione di un motore poco ingombrante in senso longitudinale. Una profonda coppa dell’olio (con capacità del circuito di 3,2 litri) riduce il movimento del lubrificante al suo interno e la potente pompa assicura la perfetta lubrificazione.

La distribuzione bialbero (DOHC) a 4 valvole per cilindro sfrutta efficienti bilancieri a rullo, mentre il registro valvole tramite pastiglie calibrate rende il sistema leggero e affidabile. Stesso obiettivo raggiunto dalla catena silenziosa che comanda la distribuzione e che grazie al trattamento superficiale al vanadio raggiunge il massimo in termini di affidabilità e durata. Le valvole di aspirazione e scarico hanno un diametro rispettivamente di 26 e 21,5 mm.

Il design dei pistoni assicura l’equilibrio ottimale tra peso e resistenza. Il loro mantello presenta delle striature che creano interstizi in cui l’olio può fluire migliorando la lubrificazione. Infine, dopo un trattamento di nitrocarburazione, su di essi viene eseguito il processo AB1 in bagno di sale, che crea una membrana protettiva antiossidante.

Il basamento sfrutta canne dei cilindri con pareti sottili

Il basamento sfrutta canne dei cilindri con pareti sottili ottenute per colata centrifuga, mentre la spaziatura ridotta tra i cilindri garantisce compattezza e leggerezza. Particolare attenzione è stata riservata alla conformazione interna del carter, al fine di ridurre drasticamente le perdite per pompaggio che possono verificarsi con il manovellismo di 180°.

Il cambio a 6 rapporti è progettato per offrire cambiate facili e precise, con una spaziatura ideale sia per muoversi in città che per le gite del fine settimana, anche con passeggero. Per il modello 2020, una nuova frizione assistita/antisaltellamento rende il cambio ancora più fluido, riducendo al contempo il carico di funzionamento della leva della frizione del 30%.

Lo scarico con andamento 2-in-1 è dotato di catalizzatore e struttura a due camere (la seconda di risonanza), con silenziatore tondo da 120mm ad andamento basso dal suono cupo che si sposa perfettamente alla generosa erogazione di coppia a potenza.

Un nuovo sensore LAF contribuisce a far rispettare alla Rebel la normativa Euro5.

  • Bicilindrico parallelo bialbero raffreddato a liquido di 471 cc Euro5
  • Generosa erogazione di coppia ai bassi regimi
  • Nuova frizione assistita e con antisaltellamento
  • Nuovo sistema di scarico con sensore LAF al posto della sonda lambda
  • Potenza di 46 CV (34 kW), guidabile anche con patente A2
  • Scarico dall’inconfondibile andamento basso, da 120 mm


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *