Porsche 911, icona tra le auto sportive: 50 anni di fascino e appeal

 Porsche 911, icona tra le auto sportive: 50 anni di fascino e appeal

Moda, tendenze e stili sono in continua trasformazione, solo poche idee rimangono – quelle senza tempo, quelle che hanno in sé qualcosa di significativo che ci toccano nel profondo – come Porsche 911 quella che per tutti è la Porsche dei sogni, icona di stile e di affermazione sociale e professionale. 

Con una 911 nera arriva in fonderia il rampollo (Michael Nouri) protagonista di Flash dance cult movie degli anni ‘80, cosi come in “Point Break” altro film cult (USA, 1991) scatenati rapinatori-surfisti si divertono in Porsche 911, così anche in “American gigolo” e nei film di 007. Sono tante le persone che in questi 50 anni hanno sognato di possederne o guidarne una.

Il mito Porsche è cresciuto e si è rinnovato nel tempo

Il mito Porsche è cresciuto e si è rinnovato nel tempo continuando a rappresentare anche per i giovani di successo un punto di arrivo.

Tutto questo perché dal 1963 ad oggi, la Porsche non ha sbagliato un colpo continuando a rappresentare il punto di arrivo di professionisti e gente comune, con un team in continua ricerca per renderla sempre più moderna e confermarla status symbol anche del terzo millennio. 

La nuova 911 che verrà presentata a Roma il 14 marzo presso il Prati Bus District di Roma, è la somma di tutte le sue antenate, rappresenterà la tradizione con netta visione al futuro. L’evento sarà organizzato dalla Monica Mattei Events per Autocentri Balduina – la storica concessionaria presente sul territorio romano da oltre cinquant’anni e punto di riferimento nel settore automotive a Roma e provincia.

Un design, dunque, che unisce tradizione e modernità

Un design, dunque, che unisce tradizione e modernità, garantendo una dinamica più elevata sulla strada. E che stupirà tutti gli appassionati della 911 già in subbuglio per poterla ammirare nell’evento del 14 marzo nella capitale.

La silhouette della nuova 911 esprime un design senza tempo. Che sia anche un’auto moderna, lo si intuisce soprattutto dalla parte posteriore disegnata in modo preciso, chiaro ed energico. Il lunotto appare allungato visivamente e prosegue quasi senza soluzione di continuità nella griglia in colore nero del cofano, al cui interno è disposta verticalmente la terza luce stop. Immediatamente sotto, si trova la fascia di raccordo luminosa tra le luci tridimensionali con tecnica a LED e la nuova scritta del modello in colore argento chiaro. La parte inferiore del paraurti posteriore circonda i nuovi terminali di scarico dell’impianto sportivo.

Vista anteriormente, la nuova 911 racconta il suo passato e rivela anche molto sul suo futuro

Il look della nuova 911 è particolarmente atletico anche grazie alle ruote posteriori e anteriori di diverse dimensioni. Vista anteriormente, la nuova 911 racconta il suo passato e rivela anche molto sul suo futuro. I passaruota sono particolarmente pronunciati e sottolineano la forma energica e il DNA del design. Il cofano di nuova configurazione, con i due caratteristici rilievi laterali e il taglio dritto dell’apertura sul paraurti, è un omaggio ai modelli 911 delle prime generazioni. Nei fari principali con luce diurna a 4 punti e negli anabbaglianti viene utilizzata la moderna tecnica LED.

La telecamera e i sensori dei sistemi comfort e assistenza sono integrati nella parte inferiore del paraurti. La chiarezza della configurazione della nuova 911 è presente anche nei dettagli. Gli specchi retrovisori esterni di nuova progettazione hanno un taglio marcato, mentre le maniglie delle porte, incorporate nella carrozzeria, si inseriscono in modo armonioso nell’estetica della vettura. In generale, grazie anche a questi dettagli, il profilo della nuova 911 è ancora più compatto, raffinato e tecnico.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *