Ducati World: si accendono i motori

Si accendono i motori di Ducati World, la nuova area di Mirabilandia dedicata alle “Rosse di Borgo Panigale”. Dal 18 aprile i visitatori del più grande Parco d’Italia potranno essere proiettati nel mondo delle due ruote: 35.000 mq completamente trasformati, per accogliere la prima area tematica al mondo ispirata a un brand motociclistico inserita in un parco di divertimenti.

Gli ospiti potranno divertirsi con Diavel Ring, dando libero sfogo a incredibili derapate, dosando marce e freni in sella alla power-cruiser di Borgo Panigale. Per i più piccoli c’è il Kiddy Monster, attrazione ispirata all’iconica naked Ducati, che consente ai giovani piloti di salire a bordo di una moto e provare la sensazione della velocità, in un contesto divertente, sicuro ed emozionante al tempo stesso.

Per avere la scarica di adrenalina di un giro in sella a una Panigale V4 R, il Ducati World propone i Motion Sphere: due sofisticati simulatori di ultima generazione, capaci di far provare una guida a tre dimensioni, molto vicina a quella dei veri piloti. La tecnologia e la meccanica altamente innovative di questi dispositivi rendono l’esperienza così realistica, da sembrare quasi vera. Nella stessa area sono stati allestiti altri sei simulatori, altrettanto divertenti e con la possibilità di “guidare” Monster 1200 R, Diavel Carbon e 1299 Panigale R Final Edition.

Il grande pubblico di Mirabilandia dovrà pazientare ancora qualche settimana prima di poter provare Desmo Race e Scrambler Run . È quasi pronto il primo duelling coaster interattivo a doppio binario. Un prototipo unico al mondo, attualmente nella fase finale di ottimizzazione del software, ma presto disponibile per garantire emozioni e adrenalina a tutti gli ospiti del Ducati World. Immediatamente a seguire arriverà anche l’apertura di Scrambler Run, l’attrazione ispirata al mitico Scrambler Ducati sinonimo di libertà degli anni ’60 e ’70, oggi riproposto in una moto con contenuti e tecnologia attuale.

Nell’Experience Building, con il suo suggestivo ingresso a forma di cupolino della Panigale V4, gli appassionati troveranno in esposizione permanente i più famosi modelli della casa motociclistica, per ammirare da vicino ogni singolo dettaglio.

Completano l’area uno store ufficiale, il Ducati World Shop, dove sarà possibile trovare abbigliamento, gadget e una serie di accessori, oltre ai tre punti ristoro: Paddock Cafè, Pit Stop e Scrambler BBQ . Quest’ultimo è una declinazione del format Scrambler Ducati Food Factory già presente a Bologna con due locali, che vuole proporre, anche attraverso il cibo, gli stessi valori di libertà e divertimento tipici del brand Scrambler® e della Land of Joy.

Il nuovo Diavel 1260 premiato per il suo stile con il prestigioso “Red Dot Design Award 2019”

Il nuovo Diavel 1260 si aggiudica il “Red Dot Award: Best of the Best” nella categoria “Product Design”, uno dei più prestigiosi riconoscimenti internazionali per il design.

Il “Red Dot Design Award” premia ogni anno, dal 1955, le proposte più originali e meritevoli per design e innovazione. Una giuria altamente qualificata, composta da 40 esperti di fama internazionale, ha valutato oltre 5.500 prodotti assegnando al nuovo Diavel 1260 l’importante titolo “Red Dot Award 2019: Best of the Best”.

Questo premio rappresenta il terzo successo per la Casa di Borgo Panigale, dopo i precedenti riconoscimenti ottenuti con due moto iconiche come la 1199 Panigale nel 2013 e con l’XDiavel S nel 2016, a dimostrazione di come una moto Ducati possa essere icona di stile, innovazione e performance.

Potente e muscoloso, il nuovo Diavel 1260 unisce le prestazioni di una maxi-naked all’ergonomia di una muscle cruiser. Il suo design ricercato reinterpreta lo stile Diavel in chiave contemporanea e integra alla perfezione il motore Testastretta DVT 1262da 159 CV, vero cuore pulsante di questa moto.

“Vincere un premio importante e ambito come il Red Dot Award è sempre difficile. Riuscire a conquistarlo per la terza volta, grazie a un’altra moto iconica come il nuovo Diavel 1260, è un tributo alla creatività e all’innovazione Ducati che ci rende veramente orgogliosi” ha commentato Andrea Ferraresi, Responsabile del Centro Stile Ducati. “Siamo consapevoli di fare moto emozionanti, ricercate e belle, però avere un riscontro così autorevole è sempre gratificante e stimolante per chi lavora nel mondo della progettazione e dello stile. A competere per questo riconoscimento ci sono tantissimi iscritti tra i maggiori protagonisti del design mondiale. Ora ci aspettiamo altrettanto entusiasmo da parte degli appassionati: la moto è, infatti, già nei concessionari Ducati”.

L’8 luglio in Germania, nell’Aalto Theather di Essen, si terrà il Gala del “Red Dot Award”, con un parterre di 1200 invitati composto dai più importanti esponenti del design internazionale, che rappresenta l’apice di questo riconoscimento.

La cerimonia di premiazione del Red Dot Design Award 2019 si inserisce all’interno di un intenso calendario: sono infatti diversi gli appuntamenti dei prossimi mesi dedicati al design e al nuovo Diavel 1260.

Margine operativo confermato al 7% per Ducati

Ducati chiude il 2018 consolidando la crescita che ha caratterizzato gli ultimi anni della Casa motociclistica bolognese. 53.004 (2017: 55.871) le moto consegnate ai clienti di tutto il mondo, risultato che ha permesso di mantenere le vendite sopra alle 50.000 unità per il quarto anno consecutivo, nonostante il mercato globale delle moto oltre 500 cc sia calato del 2,7%. Le condizioni si sono rivelate particolarmente impegnative negli Stati Uniti, fino allo scorso anno il primo mercato per Ducati, registrando un calo di quasi il 9%.

Il fatturato, a chiusura dell’esercizio 2018, ha raggiunto € 699 milioni (2017: € 736 milioni), il risultato operativo è stato di € 49 milioni (2017: € 51 milioni), con un margine operativo del 7%, ovvero la stessa percentuale fatta registrare nel 2017. L’Azienda di Borgo Panigale è riuscita quindi a compensare il calo dei volumi di vendita generato dalla flessione del mercato grazie al successo dei modelli a più alta marginalità, come ad esempio la Panigale, che ha permesso di mantenere il risultato operativo al livello dell’anno precedente.

I dati finanziari di Audi Group relativi all’esercizio 2018, di cui Ducati rappresenta il segmento motociclistico, sono stati comunicati in occasione della conferenza stampa annuale che si è svolta nella sede di AUDI AG ad Ingolstadt.

“L’anno 2018 è stato impegnativo sotto diversi punti di vista ma siamo soddisfatti della nostra performance finanziaria malgrado un anno non facile  – ha dichiarato Claudio Domenicali, CEO Ducati Motor Holding – L’Azienda sta generando le risorse per continuare a finanziare lo sviluppo di nuovi prodotti il che ci fa ben sperare anche per il futuro”.

Oliver Stein, CFO Ducati Motor Holding, ha aggiunto: “La solidità finanziaria è estremamente importante per l’Azienda per poter supportare il programma di sviluppo tecnologico in cui Ducati è attualmente impegnata a pieno regime”.

Ducati Motor Holding conta oggi in totale 1.591 dipendenti. La rete vendita della Casa motociclistica di Borgo Panigale comprende 720 concessionari in oltre 90 paesi.

Al via con una novità la quarta edizione dei Days of Joy Scrambler Ducati

Tornano per la quarta edizione i Days of Joy, gli appuntamenti per chi vuole esplorare il mondo Scrambler® tra corsi di guida, attività outdoor e puro relax. Novità 2019 sono le Scrambler Experience in Romagna e in Toscana, due itinerari per godersi strade affascinanti, sapori tipici delle colline italiane e tanto divertimento.

Si parte sabato 6 aprile da Cesenatico con la Scrambler Experience Romagna. Tour di una giornata, su asfalto o strade bianche, che permette di apprezzare la nuova gamma Scrambler®. Il checkpoint sulle colline dell’Appennino Tosco-Romagnolo a metà giornata permette di gustare la cucina locale in un ambiente rilassato in stile Land of Joy mentre, al rientro, il gran finale con arrivo in spiaggia e BBQ Beach serale in riva al mare di Cesenatico.

Due giorni di guida, il weekend del 6 e 7 luglio , su e giù per le colline senesi caratterizzano invece la Scrambler Experience Toscana. Oltre 200 km il primo giorno e più di 150 km il secondo, per un’esperienza a 360° on e off road. Un piacere da gustare alla Fattoria Pieve a Salti (Siena) insieme ai sapori dei prodotti tipici e all’atmosfera rilassata che contraddistingue tutti gli eventi della Land of Joy. Questo appuntamento è realizzato in collaborazione con il comitato organizzativo dell’Eroica®, storica gara ciclistica, sulle cui strade è sviluppato parte del percorso.

Divertimento e didattica si fondono nei corsi di guida proposti al Vairano Country House, nelle campagne pavesi a due passi da Milano, il 2 giugno e l’8 settembre. La Flat Track School, per imparare a derapare su ovali sterrati in sicurezza, la Scuola Off Road in sella alla Desert Sled per affrontare l’Off Road Track, la Scrambler Basic Riding School dedicata a tutti gli aspiranti motociclisti per imparare ad andare in moto in attesa di prendere la patente.

Relax e divertimento in mezzo al verde sono l’altro punto di forza dei Days of Joy, ovvero un BBQ all’aperto in stile americano, chill area con musica, sdraio e ombrelloni, biliardino, l’opportunità di provare l’intera gamma Scrambler Ducati e l’immancabile Cooking Class tra fornelli e brace per seguire un’autentica lezione di barbecue con un famoso maestro di cucina.

Il coordinamento dei tour e tutti i corsi sono tenuti dagli istruttori di Due Ruote.

Altra novità dei Days of Joy 2019 è la partecipazione all’evento di Pirelli, a testimonianza di quanto la sinergia di successo tra due eccellenze italiane non si limiti solamente a una collaborazione tecnica.

Tutti i partecipanti riceveranno un welcome kit con gadget marchiati Scrambler Ducati.

“Style Ducati”: il design dell’iconico marchio Made in Italy in esposizione a San Pietroburgo

Inaugura in Russia la prima mostra dedicata al design Ducati, “Style Ducati”, in programma per i prossimi cinque mesi al Museo d’Arte Contemporanea Erarta di San Pietroburgo.

L’esposizione si articola su due livelli: il primo ospita i momenti storici aziendali a partire dal 1926, quando i fratelli Cavalieri Ducati fondarono Radio Brevetti Ducati, e arriva fino alla presentazione del Desmosedici Stradale nel 2018, il primo motore V4 prodotto in serie a Borgo Panigale.

Al livello inferiore invece è possibile ammirare il fiore all’occhiello della mostra: la scultura “Fortitudo mea in levitate” (La mia forza sta nella leggerezza). Questo pezzo unico, creato partendo da tre blocchi di purissimo marmo di Carrara, comunica in modo estremamente evocativo un senso di leggerezza, volutamente in forte contrasto col peso del marmo, da sempre riconosciuto come il materiale nobile delle creazioni artistiche.
Da questa scultura, emblema del design come arte, si dispiega come in una parata a ritroso nel tempo l’esposizione dei modelli Ducati. In tutto sono esposte sedici “Rosse di Borgo Panigale”, alcune delle quali escono dall’Europa per la prima volta, insieme a concept di design, immagini e video esclusivi.

“La mostra Ducati all’interno del Museo Erarta di San Pietroburgo si caratterizza per un concept moderno, in cui ogni moto è presentata come un’opera d’arte. Si tratta di un percorso espositivo che vuole mettere in luce la ricerca estetica e le linee delle nostre moto” – dichiara Andrea Ferraresi, Direttore Centro Stile Ducati – “Si tratta di un viaggio nel mito Ducati. Iniziamo con il racconto dei Ducati Moments, ovvero i fatti, le persone, e le innovazioni tecnologiche che hanno fatto la storia dell’Azienda, per arrivare alle moto di serie di ultima generazione come il nuovo Diavel 1260”.

La mostra dedicata a Ducati testimonia il forte appeal e l’interesse che il Made in Italy e le “Rosse di Borgo Panigale” hanno in questo paese, che trova conferma nel nuovo processo di importazione sul territorio. Da gennaio 2019, Volkswagen Group Rus è infatti l’importatore ufficiale che si occupa della vendita, dell’assistenza post-vendita e della commercializzazione dell’intera gamma Ducati e Scrambler Ducati, così come dei ricambi, degli accessori e dell’abbigliamento dei due brand.

“La rapida crescita del mercato Russo, specialmente nel segmento big bike, rende questo paese sempre più importante e rilevante per il nostro business. Per questo siamo molto orgogliosi di essere presenti qui come ambasciatori del premium Made In Italy e di collaborare con uno dei più importanti musei d’Arte contemporanea del mondo” – dichiara Francesco Milicia, Vice President and Sales Director Ducati – “Siamo anche molto soddisfatti di poter contare sulla sinergia e la collaborazione del nostro nuovo importatore Volkswagen Group Rus. Far parte di un gruppo come Volkswagen ci aiuta a cogliere ancora di più le tante opportunità che questo mercato può offrire”.

Radio Scrambler Ducati si evolve

In occasione dell’evento mondiale World Radio Day il 13 febbraio – una giornata che celebra la condivisione, il dialogo e la tolleranza nel mondo attraverso la radio – Scrambler Ducati, che rappresenta proprio questi valori, lancia la nuova programmazione della Web Radio Scrambler Ducati.

Cinque soggetti originali per una serie di contenuti esclusivi in lingua inglese che raccontano il mondo Scrambler® attraverso gli occhi di biker che sono anche scrittori, viaggiatori e musicisti.

“From zero to hero” il travel blog con Riccardo Felici, “Scrambler Eggs” le storie musicali raccontate da Nero e Memphis, “Don’t call me Cinderella” il punto di vista femminile di Valentina RocketQueen e Federica Moschiano, “Writers” a cura di Elena Mearini e “Scrambler Snacks” le novità, i suggerimenti e gli approfondimenti sulla Land of Joy.

A conferma che Radio Scrambler Ducati è autenticamente connessa alla sua community, grande spazio viene riservato agli ascoltatori con le loro emozioni ed esperienze, all’intervento di campioni sportivi e piccoli grandi eroi delle due ruote.

Radio Scrambler Ducati interagisce e vive sui social, e a breve anche su una nuova, coinvolgente e intuitiva APP, e lo fa con un nuovo logo: due pistoni a forma di microfono e un payoff che richiama la vitalità di ogni Scrambler: “our rumbling sounds.”

La nuova programmazione si aggiunge al già ricco palinsesto musicale, ascoltabile in streaming web 24 ore al giorno, sette giorni su sette direttamente dal sito.