La catena senza manutenzione di Regina arriva anche sulle moto di media cilindrata

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
catena

La storica azienda di Cernusco Lombardone amplia la rivoluzionaria gamma HPE con un prodotto di applicazione 520 completamente made in Italy, disponibile già dal prossimo novembre.

Innovativa, rivoluzionaria e 100% made in Italy. Regina annuncia l’arrivo dell’applicazione 520 nella sua gamma Z-Ring High Performance Endurance (HPE), la prima catena al mondo senza manutenzione. A due anni dal lancio dell’applicazione 525 per motociclette con motorizzazione di grandi cubature, la storica azienda di Cernusco Lombardone (LC) arriva così sul mercato con un prodotto dedicato alle due ruote di media cilindrata.

Disponibile già dal prossimo novembre

Disponibile già dal prossimo novembre, la nuova catena di Regina HPE 520 conserva tutte le caratteristiche uniche e di successo della sorella più grande. Tra le più importanti spicca il rivestimento Tetrahedral Amorphous Carbon (ta-C) sviluppato dai tecnici Regina e applicato sulle superfici delle bussole e dei rulli della catena, che garantisce resistenza, scorrevolezza e, soprattutto, permette di eliminare la ri-lubrificazione periodica effettuata dal motociclista ogni 500 km. Una particolarità esclusiva che, oltre ad aumentarne l’efficienza e la durata, minimizza l’impatto ambientale prodotto degli schizzi di lubrificante durante la marcia.

Infine, grazie agli importanti volumi produttivi raggiunti negli ultimi anni dalla catena HPE 525, Regina è riuscita a sviluppare economie di scala che hanno permesso all’azienda di Cernusco Lombardone, in provincia di Lecco, di ridurre i costi di produzione di queste catene. “Un vantaggio competitivo che – ha sottolineato Paolo Garbagnati, amministratore delegato di Regina – abbiamo voluto condividere con il mercato, rendendo l’intera gamma HPE decisamente più accessibile a tutti gli utenti ed appassionati attraverso la riduzione dei prezzi di vendita, nonostante il difficile periodo caratterizzato dalla continua crescita dei costi energetici e di quelli delle materie prime”.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti