Climatizzatore, come si vede che è scarico?

 Climatizzatore, come si vede che è scarico?

Il climatizzatore è uno dei grandi elettrodomestici che maggiormente si utilizza durante l’estate. È importante, già prima del metterlo in utilizzo, eseguire la corretta manutenzione del proprio climatizzatore per non incorrere in problematiche come malfunzionamenti.

Se il proprio climatizzatore è scarico

Ad esempio, si può capire se il proprio climatizzatore è scarico in modo molto semplice, controllando i filtri che, se troppo sporchi, possono rallentare il condizionatore che quindi non farà il suo dovere ovvero refrigerare l’ambiente.

Una volta che ci si è accorti che i filtri sono sporchi, bisognerà smontare i pezzi e lavarli con acqua e aceto; successivamente, asciugarli con cura con un panno in microfibra e montarli di nuovo sul climatizzatore.

Un altro check da effettuare è verificare gli stati del vaporizzatore e del condensatore che, sempre per via dello sporco, potrebbero non funzionare al meglio.

Dunque pulire anche questi altri pezzi ed infine controllare le ventole e le lamelle (queste ultime potrebbero essersi piegate e dunque sarà importante raddrizzarle).

Quindi, il climatizzatore potrebbe essere scarico quando è sporco e, senza interpellare un tecnico, si potrà provvedere alla pulizia di tutti i pezzi.

Se non dovesse ancora funzionare

Se nonostante questi step il climatizzatore non dovesse ancora funzionare, bisognerà controllare lo stato dei tubi vicini all’unità esterna: se si ghiacciano, allora il gas refrigerante non è più ad un livello tale da essere sufficiente.

Allo stesso modo, il climatizzatore sarà scarico quando si notano delle perdite o dei rumori del motore: infatti, il climatizzatore in situazioni normali, quando funziona, non ha perdite di gas e quindi quest’ultimo non si consuma mai.

Quindi, quando ci si accorge che ci sono delle perdite, non bisogna procedere subito alla ricarica ma richiedere un parere da un esperto che valuterà il da farsi in base al punto in cui c’è la rottura o la perdita del gas e successivamente ricaricare il climatizzatore o farlo fare ad un esperto.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *