Honda SH125 e SH150, nuovo motore eSP+ a 4 valvole

 Honda SH125 e SH150, nuovo motore eSP+ a 4 valvole

Il nuovo motore eSP+ (“enhanced Smart Power Plus”) da 124,5 cc a 4 valvole raffreddato a liquido dell’ Honda SH125 e SH150 offre un’accelerazione più rapida, una maggiore velocità massima e consumi migliori del precedente motore a 2 valvole. Lo stesso vale per l’unità da 156,9 cc dell’SH150i.

Per il motore 125

Per il motore 125 la potenza massima è di 12,5 CV (9,2 kW) a 8.250 giri/min (rispetto ai precedenti 8,9 kW a 8.500 giri/min), con una coppia di 11,4 Nm a 6.500 giri/min (in precedenza 11,5 Nm a 7.000 giri/min).

Per il motore 150

Per il motore 150 la potenza massima è di 16,2 CV (11,9 kW) a 8.500 giri/min (rispetto ai precedenti 11 kW a 8.250 giri/min), con una coppia di 14,2 Nm a 6.500 giri/min (in precedenza 13,9 Nm a 6.500 giri/min)

Le curve di potenza e coppia evidenziano graficamente quanto il nuovo motore sia ancora più potente, già da 4.000 giri/min fino a raggiungere i 10.000 giri/min.

Il consumo di carburante

Il consumo di carburante dell’SH125i (senza sistema Start & Stop attivato) è di 44,6 km/l (ciclo medio WMTC). Il consumo di carburante dell’SH150i (senza sistema Start & Stop attivato) è di 43,5 km/l (ciclo medio WMTC). Il motore dell’SH125/150i è conforme alle normative Euro5, un requisito fondamentale per uno scooter urbano, considerando che i nuovi limiti alle emissioni riducono drasticamente sostanze come monossido di carbonio, idrocarburi e ossidi di azoto rispetto alla precedente normativa Euro4.

Più sicura la guida in condizioni di scarsa aderenza

Un’ulteriore tecnologia che rende ancor più sicura la guida in condizioni di scarsa aderenza come ad esempio su asfalto bagnato è il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control), che monitora costantemente la velocità delle ruote e agisce se necessario per evitare lo slittamento della ruota posteriore. Quando l’HSTC entra in azione, una spia lampeggia sul cruscotto; il sistema può anche essere disattivato completamente tramite un tasto sul manubrio.

Un alesaggio maggiore da 53,5 mm e una corsa inferiore da 55,4 mm (rispetto ai precedenti 52,4 x 57,9 mm) hanno creato spazio per la camera di combustione a quattro valvole; il rapporto di compressione è ora di 11,5:1 (rispetto al precedente 11,0:1).

Le misure dell’SH150i sono invece di 60 x 55,5 mm (rispetto ai precedenti 58 x 57,9 mm) con un rapporto di compressione di 12 : 1 Il motore compatto è un capolavoro di centralizzazione delle masse. Il radiatore anziché essere montato sulla parte anteriore dello scooter è stato integrato sulla destra del motore stesso, per ottenere un’architettura semplice e leggera. La sua massa radiante ad alta efficienza permette l’utilizzo di una ventola di raffreddamento piccola, leggera e silenziosa.

La struttura interna del nuovo motore

La struttura interna del nuovo motore a 4 valvole sfrutta tecnologie a basso coefficiente di attrito: la superficie esterna della canna del cilindro presenta minuscole scanalature (aculei) per mantenere basso il consumo di olio e migliorare il raffreddamento; inoltre, il cilindro disassato riduce al minimo le perdite causate dall’attrito tra la parete del pistone e del cilindro nella fase di espansione. La resistenza al rotolamento all’interno della trasmissione è tenuta sotto controllo grazie all’impiego di tre cuscinetti principali, ciascuno dei quali è stato studiato in funzione dei carichi ai quali è sottoposto.

Per minimizzare il consumo di carburante, è presente il sistema Start&Stop, che spegne il motore a veicolo fermo dopo 3 secondi al minimo, per poi riavviarlo istantaneamente non appena si ruota la manopola dell’acceleratore per ripartire. Tramite il tasto sulla destra del manubrio si può disattivare.

Questa tecnologia ha un funzionamento esemplare in termini di silenziosità e prontezza, grazie al sistema di “rotazione inversa” dell’albero motore che lo fa ritornare alla posizione di punto morto inferiore del pistone (o posizione precedente alla fase di aspirazione), e a un meccanismo di decompressione che riduce la resistenza alla messa in moto causata dalla compressione. Infine, la silenziosità e prontezza del sistema è garantita anche dal generatore ACG che funge anche da avviamento, rendendo superflui il motorino di avviamento e i relativi ingranaggi di un sistema convenzionale.

  • Il nuovo motore eSP+ a 4 valvole offre più potenza, più coppia e consumi più contenuti
  • Controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control) di serie
  • Conformità Euro5, sistema Start&Stop e tecnologie a basso attrito

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *