Manutenzione invernale: consigli per una lunga durata della batteria

 Manutenzione invernale: consigli per una lunga durata della batteria

Il clima freddo mette a dura prova le batterie dei veicoli, riducendo significativamente le loro prestazioni. Ma controllarne regolarmente lo stato aiuta ad assicurare partenze sicure per tutto l’inverno. Exide Technologies, leader globale nelle soluzioni per
l’accumulo di energia, spiega come preparare le batterie ad affrontare la stagione fredda.

Il cambiamento climatico è reale

Il cambiamento climatico è reale e sta portando le temperature in Europa verso nuovi estremi. I picchi di calore record dell’estate scorsa le hanno viste salire a 40°C in Francia e quasi a 43°C in Germania. Eppure, solo poche settimane prima, un lungo periodo di freddo le aveva spinte ben al di sotto delle medie mensili di Febbraio e Marzo. Le temperature estreme influiscono sulle batterie: le alte temperature accelerano l’auto-scarica, spesso danneggiandole in modo permanente; mentre le basse temperature possono “dare il colpo di grazia”.

Il motivo per cui la temperatura esterna ha un impatto così rilevante sulla carica è che, durante la stagione fredda, il motore ha bisogno di più energia per avviarsi. “Le batterie per auto funzionano in modo ottimale a una temperatura di 27°C ma, al di sotto di questa soglia, le reazioni chimiche al loro interno rallentano”, afferma Guido Scanagatta, Senior Product Manager Transportation EMEA di Exide Technologies. “Nei climi freddi, la batteria deve resistere alla maggiore viscosità dell’olio e ad attriti più elevati nel motore. Nel momento in cui la temperatura scende a 0°C, anche la batteria più carica ha già perso circa un terzo della sua capacità d’avviamento iniziale. A temperature inferiori allo zero, per esempio a -18°C, la batteria ha solo il 40% di potenza.”

Le sfide della batteria

Durante la stagione invernale, la batteria deve anche soddisfare le massime esigenze, con più energia necessaria sia per le funzioni tradizionali quali avviamento, illuminazione e accensione, sia per alimentare i sistemi per l’intrattenimento e la sicurezza, sempre più presenti a bordo veicolo ed energivori.
“Se le prestazioni della batteria di un veicolo sono già state compromesse dal caldo estivo, i problemi possono risultare gravi”, continua Scanagatta. “Una volta nella stagione invernale, la sua capacità e l’accettazione di carica si saranno notevolmente ridotte”. Le funzioni aggiuntive a bordo oggi sono molte; dai sistemi di navigazione all’intrattenimento multimediale, dalle telecamere per la retromarcia ai sistemi di mantenimento della corsia fino all’aria condizionata, ai sedili riscaldabili, ai portelloni e agli specchietti automatici, al servosterzo. Anche se spente e parcheggiate, molte auto moderne con sistemi keyless potrebbero ancora assorbire energia dalla batteria.

La richiesta di miglioramento dell’efficienza dei consumi e di riduzione delle emissioni peggiora il problema. Scanagatta spiega che i Costruttori di veicoli, per raggiungere obiettivi ambiziosi, hanno aggiunto diverse funzioni ai loro modelli. Tra questi, ci sono i sistemi start-stop che moltiplicano le sollecitazioni su accensione e avviamento, in particolare quando si guida in contesti urbani.

Nel contempo, i Costruttori stanno riducendo le dimensioni del motore e provano, ove possibile, a ridurre il numero di funzioni alimentate direttamente dall’alternatore. Secondo Scanagatta, la soluzione sta nel selezionare una batteria in grado di resistere a cicli di scarica frequenti ed elevati seguiti da brevi periodi di recupero.

Scegliere la batteria giusta per prestazioni ottimali

Le batterie sono infatti la principale causa di guasti alle auto, secondo le statistiche di tutta Europa. Ciò comporta disagi e costi per i conducenti. Selezionando da subito la giusta batteria, il rischio che questa si scarichi durante l’inverno può essere significativamente ridotto. Tuttavia, se si verifica un guasto della batteria e si rende necessaria la sostituzione, è fondamentale scegliere il modello corretto, che sia conforme ai requisiti del Costruttore e si adatti allo stile di guida. A tale scopo, il Battery Finder Online di Exide (https://www.exide.com/eu/en/battery-finder), facile da usare e dotato di una moderna interfaccia utente, si rivela lo strumento ideale per trovare velocemente la migliore batteria in linea con le proprie esigenze.

Exide offre una gamma completa di batterie

Exide offre una gamma completa di batterie che comprende quelle al piombo (Standard e Premium), le EFB (Enhanced Flooded Battery) e le AGM (Absorbent Glass Mat, sia principali sia ausiliarie per sistemi start-stop). Quest’ampia gamma riflette la complessità del segmento di mercato ed Exide è in grado di offrire il prodotto giusto per qualsiasi applicazione, garantendo
affidabilità durante l’inverno.

Tuttavia, il vero valore aggiunto di Exide è l’utilizzo del carbonio come additivo chimico. Per le auto con motori moderni dotati di equipaggiamenti elettrici avanzati, Exide ha sviluppato le batterie Premium Carbon Boost 2.0, che si ricaricano due volte più velocemente rispetto alle batterie convenzionali. Scanagatta spiega: “Queste batterie sono ideali per le temperature estreme e per una guida in città o in condizioni impegnative. La tecnologia funziona bene anche nel traffico urbano irregolare, dove spesso le batterie sono ricaricate dall’alternatore in modo limitato. Le batterie Premium Carbon Boost 2.0 rappresentano un eccellente miglioramento anche per i veicoli tradizionali che necessitano di ricarica rapida”.

Le batterie Exide EFB con Carbon Boost 2.0 supportano anche tutti i veicoli che richiedono ciclaggio elevato, che abbiano o meno il sistema start-stop. Offrono inoltre maggiore potenza. “Gli alternatori intelligenti e la frenata rigenerativa sui veicoli con sistemi start-stop assicurano un recupero ottimale dell’energia, il massimo risparmio di carburante e minori emissioni di CO2,” continua l’esperto. “Le batterie Exide EFB Carbon Boost 2.0 per mezzi dotati di start-stop rappresentano un modo ulteriore per fornire “durata extra” ai powertrain tradizionali”.

Entrambe le gamme Premium ed EFB con Carbon Boost 2.0 presentano vantaggi tangibili per gli automobilisti che possono godere di costi di esercizio inferiori grazie al risparmio di carburante e a meno sostituzioni della batteria.

Prevenzione proattiva per affrontare l’inverno

Per complicare ulteriormente le prestazioni della batteria ai climi più rigidi, i problemi di autoscarica e corrosione causati dal caldo estivo si rivelano spesso solo quando il termometro scende, in autunno o in inverno, e per avviare il motore è necessaria più energia. “Fortunatamente, ci sono alcuni semplici accorgimenti con i quali si possono evitare i disagi causati dai guasti delle batterie,” dice Scanagatta.

“I professionisti dell’officina, grazie a tester intelligenti, possono prevenire i problemi fornendo per tempo consigli ai loro clienti”. Un tester batteria avanzato, come il tester batteria EBT965P di Exide Technologies, consente ai
meccanici di controllare lo stato di salute della batteria, con algoritmi proprietari di Exide che forniscono i dati necessari per informare il cliente sulla necessità di dover testare o sostituire la batteria. “Il consiglio più importante per gli automobilisti è di far controllare la batteria da un professionista durante tutto l’anno”, conclude l’esperto.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *