Tute racing personalizzate con il Configuratore 3D Sparco

 Tute racing personalizzate con il Configuratore 3D Sparco

Il motorsport è un mondo molto vario e appassionante, che riunisce tantissimi fanatici in tutto il mondo. Molti, anche non essendo professionisti, spesso si cimentano in competizioni amatoriali per dare sfogo alla loro passione e gareggiare con amici o avversari. Spesso l’inesperienza o delle semplici casualità portano a incidenti che possono rivelarsi molto gravi per la salute di questi aspiranti piloti, magari perché non dotati della tuta adatta! 

La tuta è una parte fondamentale dell’abbigliamento da gara, che oltre ad essa comprende casco, scarpe e guanti. Anche se si tende a sottovalutarla, una tuta da racing ha un’importanza fondamentale, perché non solo protegge da eventuali incidenti grazie ai materiali resistenti al calore e ignifughi, ma garantisce anche comodità e traspirazione nel corso di sessioni di gara a volte estenuanti, aiutando a dare il meglio di sé stessi in pista. 

Le tute da corsa di questo tipo sono pensate per coprire tutto il corpo del pilota: esse possono essere a un pezzo o composte da giacca e pantaloni, e solitamente hanno delle spalline particolari, che possono venire usate da appiglio per sollevare un pilota in caso di incidente o per aiutarlo a uscire dall’abitacolo in caso di problemi. 

I materiali maggiormente utilizzati per la produzione di tute da gara sono ad esempio il Kevlar o le fibre di carbonio. Il più diffuso però è il Nomex, un materiale sintetico resistente al fuoco e al calore. Non si tratta di un vero e proprio strato ignifugo: se esposto alle fiamme, il Nomex sviluppa uno strato esterno simile al carbone, che protegge il resto della tuta dal diffondersi del fuoco. Così facendo i piloti possono scampare a incidenti anche gravi e venire portati in salvo senza danni e senza ustioni che metterebbero in grave pericolo la loro salute. 

Per scegliere la tuta adatta a voi innanzitutto, dovete verificare che sia leggera e poco ingombrante. Solitamente conviene prenderla leggermente più grande, soprattutto perché d’inverno non di rado indosserete qualcosa sotto. La cosa più importante è che sia omologata FIA, particolare che certifica la conformità ai parametri di sicurezza stabiliti dall’associazione.

Non è difficile trovare dei siti sul web in cui comprare una tuta da racing, anzi. Ci sono tantissimi portali dedicati al mondo del racing in cui è possibile comprare tutta l’attrezzatura necessaria, delle marche più famose. Se si vuole andare sul sicuro si può anche direttamente comprare dai siti ufficiali dei brand. I nomi affidabili sono tanti, tra cui l’italianissima Sparco.

Sparco da più di 40 anni rappresenta il leader mondiale in attrezzatura da racing, essendo anche la prima azienda a realizzare una tuta apposita. Tra l’altro negli ultimi anni nel sito ufficiale dell’azienda italiana tramite il Configuratore 3D c’è la possibilità di acquistare tute racing e karting personalizzate, firmate Sparco!

Il configuratore 3D di Sparco consente di scegliere il colore della propria tuta, di inserire la bandiera relativa alla propria nazionalità, il proprio nome e il gruppo sanguigno, personalizzando il colore e il font. E’ inoltre possibile inserire dei loghi sul petto, sulle gambe, sulle maniche e sulla schiena. Per quanto riguarda la scelta della taglia, è possibile indicare una tra le taglie standard, oppure fornire dettagli relativi alle proprie misure, compilando specifici campi dedicati, tra cui: peso, altezza, circonferenza torace, circonferenza vita, bacino, coscia, larghezza spalle, manica, lunghezza busto davanti, lunghezza esterno gamba, lunghezza interno gamba, circonferenza collo, circonferenza bicipite e lunghezza cavallo.

Questo ha reso Sparco ambasciatrice dell’eccellenza italiana nel mondo, venendo scelta da team di successo come quello McLaren e quello FIAT che con la Lancia Martini ha vinto tutto nel WRC. Senza dimenticare piloti della Formula 1 tra cui Damon Hill, Mika Häkkinen, Michael Schumacher, Jacques Villeneuve e Jean Alesi.

 

Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *