info noleggio a lungo termine

Quasi 50 mila italiani scelgono il noleggio a lungo termine

Auto di proprietà addio? Sembra essere questo il pensiero di una quota crescente di italiani, che rinuncia all’acquisto o al possesso di auto di proprietà

Auto di proprietà addio? Sembra essere questo il pensiero di una quota crescente di italiani, che rinuncia all’acquisto o al possesso di auto di proprietà per rivolgersi al canale del noleggio a lungo termine e ai servizi offerti dalle grandi società e dalle realtà emergenti anche online, attivi nelle principali città dello Stivale.

I dati di Aniasa

A rilevare questa tendenza è lʼAniasa, lʼAssociazione nazionale dellʼautonoleggio e dei servizi automobilistici, che ha di recente pubblicato i bilanci consuntivi del 2018 del noleggio, fornendo anche indicazioni di previsione sull’anno in corso: ebbene, a fine anno scorso erano circa 40 mila gli italiani che avevano rinunciato allʼauto di proprietà per sottoscrivere una formula di noleggio a medio o lungo termine di una vettura, mentre entro fine 2019 si dovrebbe salire almeno a 50 mila guidatori “temporanei”.

Un vantaggio per gli automobilisti

È lo stesso report di Aniasa a sottolineare che il volume indicato riguarda gli automobilisti privati, e quindi a questi numeri sono da includere le persone che beneficiano di unʼauto aziendale, inserita nel ciclo di sostituzione del parco veicoli di una flotta. Un ulteriore segno del fatto che la formula del noleggio conquista quote di mercato, arrivando a rappresentare un terzo del totale delle auto immatricolate in Italia.

Oltre 50 mila italiani interessati

Il fatto che anche i privati, magari per evitare lʼacquisto di una seconda auto di famiglia, si rivolgano sempre più al noleggio o al car sharing dimostra come gli scenari della mobilità stiano cambiando radicalmente. Lʼauto è un oggetto, un bene di consumo e come tale deperibile, destinato a perdere valore (e in fretta), ragion per cui lʼidea di un noleggio a 36, 48 o 60 mesi rappresenta un modo per muoversi sempre con un veicolo aggiornato e senza subire la perdita di valore della proprietà.

Il risparmio sui costi dell’auto

Lo studio dell’associazione approfondisce anche i motivi di questo successo, che iniziano ovviamente dal risparmio economico: si stima ad esempio che, anche senza essere in possesso di partita IVA, un automobilista che percorre tra 10 mila e 25 mila chilometri annui possano arrivare a risparmiare in un anno fino al 15 per cento sui costi tipici di una vettura di proprietà. Chi viaggia per distanze inferiori, invece, potrebbe avvantaggiarsi di soluzioni come il car sharing e il noleggio a breve termine, ideali per brevi tratti, per un classico weekend fuori casa e in generale per chi viaggia su chilometraggi limitati.

LEGGI ANCHE: Kymco: il noleggio a lungo termine della Mototecnica Isaia

Costi inferiori del 15 per cento

Il risparmio, come detto, viene calcolato rispetto ai costi generali di un’auto, ovvero non solo la cifra necessaria per l’acquisto, ma anche tutte le spese annue legate ad esempio all’assicurazione, al bollo e alle altre tasse in genere, ma anche la manutenzione ordinaria periodica. Tutte voci che sono comprese in un unico canone mensile, per chi sottoscrive un servizio di noleggio a lungo termine, che quindi si rivela una soluzione pratica soprattutto per chi viaggia per motivi di lavoro o di pendolarismo o per chi intende sostituire la seconda auto di famiglia.

Il successo della formula

Il presidente di Aniasa, Massimiliano Archiapatti, ha così commentato questi dati: “Costo fisso e pacchetti all inclusive stanno determinando il successo della formula” del noleggio a lungo termine, ha detto. Nello specifico, “a parità di modello e di percorrenza, stimiamo una convenienza media del 15 per cento rispetto alla proprietà, senza contare altri vantaggi, come non immobilizzare l’intero capitale per l’acquisto o il tempo risparmiato per la burocrazia dell’auto: bollo, assicurazione, manutenzione, eventuali multe o incidenti”, conclude Archiapatti.

Fonti utili: 






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *