MV Agusta Brutale 1000 Serie Oro: ciclistica perfetta

 MV Agusta Brutale 1000 Serie Oro: ciclistica perfetta

Se la F4 RC è stata il punto di partenza per lo sviluppo del motore della nuova MV Agusta Brutale 1000 Serie Oro, altri punti di contatto con la gamma e la storia MV Agusta si rinvengono nella ciclistica. Pioniera della cosiddetta “struttura mista” con traliccio in acciaio unito a piastre laterali in alluminio, MV Agusta porta avanti questo concetto ingegneristico – applicato anche alla nuova Moto2 pronta a scendere in pista nel 2019 – ma lo evolve significativamente sulla Brutale 1000 Serie Oro.

Le quote ciclistiche sono studiate per unire la maneggevolezza di una naked alla stabilità di una supersportiva: requisiti indispensabili, considerate le eccezionali prestazioni di questa naked, ottenute grazie alla combinazione unica di motore, ciclistica e aerodinamica. La velocità massima superiore a 300 km/h permette alla Brutale 1000 Serie Oro di sfidare modelli con destinazione esclusivamente racing e di conquistare il primato assoluto tra le naked.

MV Agusta Brutale 1000 Serie Oro: semimanubri per sottolineare la sportività

Il pilota impugna i semi manubri in luogo del più comune manubrio alto, scelta che sottolinea l’impostazione estremamente sportiva di questa moto e al tempo stesso è la soluzione migliore, considerate le velocità estreme di cui è capace.
In dettaglio: al telaio sono collegati il monobraccio, che contribuisce a contenere l’interasse in 1.432 mm, e la forcella Öhlins a regolazione elettronica, fissata a piastre di sterzo progettate ex-novo per la nuova Brutale 1000 Serie Oro. Anche il monoammortizzatore Öhlins TTX36 e l’ammortizzatore di sterzo sono gestiti dall’elettronica.

L’attento studio aerodinamico volto a migliorare la deportanza è evidente dai profili alari applicati ai lati del radiatore, per migliorare il carico sulla ruota anteriore ad alta velocità. L’effetto deportante inizia a essere sensibile oltre i 200 km/h e consente di avere uno sterzo più preciso alle alte velocità. Tutto questo senza penalizzare la maneggevolezza, da sempre punto di forza delle naked MV Agusta.

Stato dell’arte con l’impianto frenante Brembo

Come sempre allo stato dell’arte è l’impianto frenante, con le nuove pinze Brembo Stylema accoppiate a dischi flottanti da 320 mm di diametro; la gestione elettronica è affidata all’ABS Bosch 9.1, il più compatto e leggero sul mercato. Di serie la Brutale 1000 Serie Oro monta i sensori di rilevamento della pressione pneumatici e la catena Gold Racing.
Brutale non è solo potenza ma anche leggerezza ed efficacia. I cerchi in fibra di carbonio trattati con una speciale vernice trasparente con pigmento rosso contribuiscono a ridurre al minimo le masse non sospese.

La fibra di carbonio è protagonista di tutte le sovrastrutture, compreso il rivestimento del codino. La presenza di un filo di rame anodizzato rosso nella trama del carbonio rende unico l’impatto visivo e contribuisce a migliorare la rigidezza della struttura. Non potevano mancare la batteria al litio né moltissimi componenti lavorati CNC. Il risultato è il peso complessivo dichiarato di soli 184 kg a secco.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Redazione

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *