Nuova 500X Cross Mirror, ancora più tecnologica e connessa

La nuova 500X Mirror è dotata del sistema UconnectTM 7” HD LIVE touchscreen con predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android AutoTM, per soddisfare i clienti più interessati alla connettività e agli ultimi trend nel campo dell’infotainment. Questo sistema di ultima generazione UconnectTM con schermo touchscreen ad alta risoluzione da 7″ si caratterizza per l’interfaccia Bluetooth con vivavoce, lo streaming audio, il lettore di SMS e il riconoscimento vocale, le porte Aux e USB con l’integrazione di iPod, i comandi al volante. Il cliente sarà inoltre sempre connesso con la ricca gamma di servizi UconnectTM LIVE.

Funzioni di Apple CarPlay e Android AutoTM

Le caratteristiche principali del sistema UconnectTM sono l’integrazione di Apple CarPlay (il modo più sicuro e smart di utilizzare un iPhone alla guida) e la compatibilità con Android AutoTM, che consente di godere di tutte le potenzialità di Google.Apple CarPlay fornisce indicazioni stradali ottimizzate a seconda delle condizioni del traffico e può essere usato per eseguire chiamate, inviare e ricevere i messaggi e ascoltare musica restando sempre concentrati sulla strada. Consente anche l’utilizzo di altre app per iPhone, come le applicazioni audio, di messaggistica e vocali preferite. CarPlay è dotato di controllo vocale Siri ed è stato progettato appositamente per l’utilizzo alla guida. Il sistema è compatibile inoltre con Android AutoTM, che consente di non uscire dall’ecosistema Android nemmeno mentre si è al volante “proiettando” applicazioni e servizi sul display centrale, ed è progettato per rendere il recupero di informazioni alla guida un esercizio facile e sicuro.

Il conducente può utilizzare Google MapsTM per ottenere indicazioni stradali e accedere con facilità a musica, contenuti multimediali e alle principali app di messaggistica. Un’interazione facile e immediata con i dispositivi assicura la comodità di usare lo stesso sistema operativo a cui si è abituati per restare sempre connessi non abbassando mai il livello di sicurezza, il che comporta un innalzamento del livello di ergonomia e della qualità della vita a bordo. Collegando uno smartphone Android al veicolo o all’impianto audio compatibile, le app Android Auto compariranno sul display della vettura. Per ulteriori informazioni sulla compatibilità con Android Auto visita support.google.com/androidauto.

Android Auto, Google Play e Google Maps sono marchi registrati di Google LLC.

Apple CarPlay è un marchio registrato di Apple Inc. 

Mopar® Connect: connessione remota, protezione massima

Sulla nuova Fiat 500X Mirror è disponibile a richiesta Mopar® Connect, l’innovativo set di servizi connessi dedicati alla sicurezza e al controllo remoto del veicolo. Esso si integra con i servizi di Uconnect LIVE e aggiunge nuove funzioni, come l’assistenza stradale, il soccorso in caso di incidente e la localizzazione del veicolo a seguito di furto. Inoltre è possibile controllare da remoto alcune funzioni del veicolo, come il superamento di una data soglia di velocità o l’uscita da una zona in precedenza definita sulla mappa e attuare il blocco e lo sblocco delle porte. Infine Mopar® Connect permette di ritrovare facilmente la vettura parcheggiata e di visualizzare sullo smartphone le informazioni sul suo stato, dal livello di carburante alla carica della batteria.

Grazie al progetto sviluppato con Targa Telematics, Mopar® Connect è disponibile anche in versione Fleet per imprenditori, liberi professionisti o società che possiedono flotte di veicoli aziendali: in aggiunta ai servizi sopra descritti, offre un pacchetto completo per monitorare e gestire in maniera efficiente ed efficace il parco auto.

Nuova 500X Cross Mirror, tutte le info in breve

Dedicata a un pubblico attento alla tecnologia, la nuova Mirror offre di serie il sistema UconnectTM 7” HD LIVE touchscreencon predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android AutoTM.

Non mancano i fari Full LED e tutte le innovazioni della nuova 500X lanciata lo scorso settembre, oltre a particolari satinati che ne valorizzano ulteriormente il design.

Mopar® Connect: l’innovativo set di servizi connessi dedicati alla sicurezza e al controllo remoto del veicolo.

Leader nel segmento nel 2018

500X nel 2018 in Italia con circa 50.000 immatricolazioni e una quota del 17,2 percento è stata leader nel suo segmento e la seconda vettura più venduta in assoluto. In Europa nei primi undici mesi del 2018, il crossover italiano si è confermato nella top ten della sua categoria.

Porte aperte dedicato in tutti gli show room Fiat nei fine settimana del 19-20 gennaio e 26-27 gennaio.

Nuova gamma Fiat 500X da 15.500 Euro.

Audi e-tron, batteria e tecnologia di ricarica che guardano al futuro

Con il primo modello di serie a propulsione esclusivamente elettrica, Audi si è trasformata da classica Casa automobilistica a fornitore di sistemi per la mobilità. Complici le molteplici soluzioni di ricarica domestiche e durante i tragitti, il Cliente viaggia a zero emissioni senza scendere a compromessi.

Batterie ad alto voltaggio: 95 kWh di energia

La batteria di Audi e-tron può accumulare 95 kWh di energia elettrica a una tensione nominale di 396 Volt. Porta in dote, come accennato, un’autonomia superiore a 400 chilometri, misurati secondo il realistico ciclo di marcia WLTP. Collocata sotto la cellula abitacolo, è lunga 2,28 metri, largo 1,63 m e alta 34 cm. La batteria, nel dettaglio, è costituita da 36 moduli di celle che si presentano come alloggiamenti in alluminio a forma di parallelepipedo, grandi all’incirca come una scatola da scarpe. Ogni modulo contiene dodici celle “pouch” (a sacchetto), dotate di un rivestimento esterno flessibile in materiale plastico rivestito in alluminio. Queste celle garantiscono una lunga durata a fronte di una maggiore densità di potenza ed energia. Le celle possono cedere e assorbire energia in modo continuo e riproducibile lungo un ampio intervallo di temperatura e carica. In futuro Audi utilizzerà per il proprio concept modulare delle celle prismatiche, equivalenti dal punto di vista tecnico, anche in vista di una strategia di approvvigionamento presso più fornitori.

I moduli di celle di Audi e-tron

I moduli di celle di Audi e-tron possono erogare e accumulare energia in un ampio range di temperature e condizioni di marcia. Nonostante un packaging molto compatto, possono contare su di un livello molto elevato di densità di potenza ed energia. In virtù della composizione chimica presente al proprio interno, le celle sono in grado di sopportare elevate sollecitazioni termiche e reagiscono in misura inferiore rispetto alle celle tradizionali. Conseguentemente, il pericolo d’incendio è minimo anche in caso di grave danneggiamento.

Il sistema di raffreddamento della batteria è situato esternamente alla scatola della batteria stessa, sotto il vano celle. Vano la cui struttura è costituita da profilati estrusi in alluminio piatti, suddivisi in piccole camere dette microport. Un innovativo adesivo termicamente conduttivo unisce l’unità di raffreddamento alla scatola della batteria. Il contatto fra i moduli di celle e la scatola è realizzato tramite il cosiddetto gap filler, un gel anch’esso termicamente conduttivo che viene pressato sotto ogni modulo. Questo gel costituisce una soluzione particolarmente efficiente, dato che trasmette uniformemente alla scatola della batteria il calore proveniente dalle celle, per poi cederlo al liquido di raffreddamento.

Gestione della batteria e di tutti i parametri

Il Battery Management Controller (BMC) esterno, alloggiato all’interno della cellula abitacolo di Audi e-tron, si occupa della gestione della batteria e di tutti i parametri di funzionamento (ad esempio lo stato di carica, l’erogazione di potenza e la gestione termica). Il BMC comunica con le centraline dei motori elettrici e con i controller dei moduli di celle (CMC), ciascuno dei quali monitora la corrente, la tensione e la temperatura dei citati moduli. Il Battery Junction Box (BJB), che integra i relè e i fusibili dell’alto voltaggio, costituisce l’interfaccia elettrica con la vettura e si trova nella zona anteriore del sistema batteria, ospitato in un alloggiamento in alluminio pressofuso. Lo scambio di dati fra il BMC, i CMC e il BJB avviene mediante un sistema bus dedicato.