Il successo di EICMA anche sul web

Il successo di EICMA 2018 conquista anche la rete. La settimana milanese più importante al mondo per gli appassionati delle due ruote non è stata scandita solo dal numero di anteprime presentate, padiglioni attraversati e prodotti toccati con mano, ma anche dalla quantità di emozioni digitali suscitate. La 76ª Edizione dell’Esposizione Internazionale Ciclo, Motociclo e Accessori, chiude infatti i battenti a Fiera Milano-Rho con numeri record anche sul web.

Nei giorni di EICMA l’ufficio stampa e la redazione on line hanno scattato 10mila foto, girato oltre 47 ore di filmati prodotti in sei stazioni di editing, pubblicato sul sito web dell’evento espositivo 160 news, diffuso 15 comunicati stampa istituzionali, editato 52 footage video degli stand e percorso oltre 250 km all’interno del quartiere fieristico. Contenuti che anche attraverso le piattaforme social e digital ufficiali hanno raggiunto tantissimi appassionati ed addetti ai lavori. Sono infatti più di 900mila le visite al sito eicma.it e oltre 20mila i download dell’applicazione dedicata. E a stupire sono anche i numeri che riguardano l’attività sui canali social di EICMA: 1,3 milioni di utenti raggiunti e oltre 6,4 milioni di visualizzazioni dei post su Facebook e più di 850mila impression su YouTube, con 200mila minuti di visualizzazioni e quasi 58mila spettatori unici.

Grande successo anche per il canale Instagram, che durante la manifestazione ha fatto segnare un più 72% nel numero di follower, raggiungendo con le immagini e i video postati oltre 750mila persone e totalizzando circa 2,5 milioni di impression. Una tendenza confermata anche dalla popolarità ottenuta attraverso più di cento stories pubblicate sul social network di proprietà Facebook, che hanno totalizzato quasi un milione di impression.

“I social, e più in generale la rete, non solo hanno reso globale la competizione per coinvolgere nuovi utenti, ma – ha commentato il presidente di EICMA Andrea Dell’Orto – sono stati al contempo causa ed effetto dell’affermazione di un pubblico di appassionati sempre più esigente, che siamo riusciti ad ingaggiare e conquistare con la qualità dei contenuti prodotti. Approcciare il web con la qualità è una sfida avvincente e rappresenta un vantaggio anche per le imprese che scelgono EICMA per esporre i loro prodotti. Il successo digitale di questa edizione ci riempie di soddisfazione, perché segniamo un’altra tappa importante nel potenziamento della nostra strategia digitale”.

Shark Swal 2, l’integrale con la dotazione completa a LED

Il primo casco integrale che introduce una dotazione completa di LED (ma potete anche sceglierlo senza, denominato D-Skwal). Per la prima volta il concetto di sicurezza attiva diventa disponibile per il motociclista Eredità diretta dell’esperienza SHARK nel produrre caschi sempre innovativi e culmine di 25 anni di creazioni nel settore, SKWAL è il nuovo integrale presentato per la stagione 2014/2015 e punta di diamante della gamma SHARK in termoplastica iniettata. Aggressivo e versatile, ha i suoi punti di forza nel design, nel comfort e nella sicurezza, sia passiva sia attiva, per la prima volta al mondo in un integrale.

Shark Swal 2, linee moderne e aerodinamiche

Le linee del casco sono moderne e aerodinamiche: grazie alla progettazione F.E.M. le forme sono più compatte rispetto al suo predecessore e il peso è ridotto di quasi 100 grammi, pur a fronte di una dotazione tecnica più completa. Scolpito dal vento e dalla velocità, come se fosse stato plasmato da questi elementi, lo SKWAL presenta un profilo che sembra espressione della natura più che della tecnica, e che permette linee complessive molto fluide. Assolutamente stabile in velocità, ha qualità aerodinamiche esaltate dallo spoiler posteriore integrato.

Luci a led elemento di sicurezza

Lo SKWAL è un casco unico non solo per le sue linee, ma soprattutto per la dotazione di LED integrati nella calotta, che lo rendono il primo integrale al mondo dotato di questa tecnologia e in grado di introdurre il concetto di sicurezza attiva anche in un casco motociclistico. Fino ad ora, infatti, tutti i sistemi per accentuare la visibilità del motociclista in condizioni critiche presumevano un agente esterno che lo illuminasse, per essere efficaci.

Le luci LED rendono il casco elemento centrale per la sicurezza attiva, prevenendo situazioni di potenziale rischio: lo SKWAL non solo è molto riconoscibile in condizioni di luce calante, ma soprattutto diventa esso stesso strumento di sicurezza nelle situazioni di scarsa illuminazione o poca visibilità (pioggia, nebbia), situazioni in cui il motociclista è particolarmente vulnerabile rispetto ad altri utenti della strada. Le luci LED possono essere tenute accese a luce fissa o intermittente: nel primo caso una carica della batteria permette 5 ore di funzionamento continuativo, che diventano 10 nel secondo caso.

Ricordiamo la card presente nella confezione per registrare il casco sul sito della casa madre francese e attivare la garanzia di 5 anni.

HIGHLIGHTS

  • Primo casco integrale con luci LED integrate (si ricaricano con una semplice presa micro USB)
  • Visiera con “Pinlock MaxVision” di serie
  • Interni naturali trattati ai carboni attivi di bamboo per evitare allergie. Gli interni sono poi completamente asportabili e lavabili
  • “Autoseal system”: fa aderire la visiera alla calotta, per il miglior isolamento dall’aria e dall’acqua
  • Sistema di sgancio rapido della visiera
  • Predisposizione SHARKTOOTH
  • Easy Fit. Comfort ottimale per chi indossa gli occhiali
  • “Rapid Antifog System”: apre e blocca la visiera in una posizione anti appannamento
  • Peso di 1470 gr.
  • Disponibile XS (53/54 cm), S (55/56 cm), M (57/58 cm), L (59/60 cm), XL (61/62 cm)

20 Grafiche disponibili, tra queste le repliche Olivera e Sykes

Prezzo Skwal 2: a partire da 255,00 euro iva inclusa

Prezzo D-Skwal: a partire da 194,00 euro iva inclusa