“Style Ducati”: il design dell’iconico marchio Made in Italy in esposizione a San Pietroburgo

Inaugura in Russia la prima mostra dedicata al design Ducati, “Style Ducati”, in programma per i prossimi cinque mesi al Museo d’Arte Contemporanea Erarta di San Pietroburgo.

L’esposizione si articola su due livelli: il primo ospita i momenti storici aziendali a partire dal 1926, quando i fratelli Cavalieri Ducati fondarono Radio Brevetti Ducati, e arriva fino alla presentazione del Desmosedici Stradale nel 2018, il primo motore V4 prodotto in serie a Borgo Panigale.

Al livello inferiore invece è possibile ammirare il fiore all’occhiello della mostra: la scultura “Fortitudo mea in levitate” (La mia forza sta nella leggerezza). Questo pezzo unico, creato partendo da tre blocchi di purissimo marmo di Carrara, comunica in modo estremamente evocativo un senso di leggerezza, volutamente in forte contrasto col peso del marmo, da sempre riconosciuto come il materiale nobile delle creazioni artistiche.
Da questa scultura, emblema del design come arte, si dispiega come in una parata a ritroso nel tempo l’esposizione dei modelli Ducati. In tutto sono esposte sedici “Rosse di Borgo Panigale”, alcune delle quali escono dall’Europa per la prima volta, insieme a concept di design, immagini e video esclusivi.

“La mostra Ducati all’interno del Museo Erarta di San Pietroburgo si caratterizza per un concept moderno, in cui ogni moto è presentata come un’opera d’arte. Si tratta di un percorso espositivo che vuole mettere in luce la ricerca estetica e le linee delle nostre moto” – dichiara Andrea Ferraresi, Direttore Centro Stile Ducati – “Si tratta di un viaggio nel mito Ducati. Iniziamo con il racconto dei Ducati Moments, ovvero i fatti, le persone, e le innovazioni tecnologiche che hanno fatto la storia dell’Azienda, per arrivare alle moto di serie di ultima generazione come il nuovo Diavel 1260”.

La mostra dedicata a Ducati testimonia il forte appeal e l’interesse che il Made in Italy e le “Rosse di Borgo Panigale” hanno in questo paese, che trova conferma nel nuovo processo di importazione sul territorio. Da gennaio 2019, Volkswagen Group Rus è infatti l’importatore ufficiale che si occupa della vendita, dell’assistenza post-vendita e della commercializzazione dell’intera gamma Ducati e Scrambler Ducati, così come dei ricambi, degli accessori e dell’abbigliamento dei due brand.

“La rapida crescita del mercato Russo, specialmente nel segmento big bike, rende questo paese sempre più importante e rilevante per il nostro business. Per questo siamo molto orgogliosi di essere presenti qui come ambasciatori del premium Made In Italy e di collaborare con uno dei più importanti musei d’Arte contemporanea del mondo” – dichiara Francesco Milicia, Vice President and Sales Director Ducati – “Siamo anche molto soddisfatti di poter contare sulla sinergia e la collaborazione del nostro nuovo importatore Volkswagen Group Rus. Far parte di un gruppo come Volkswagen ci aiuta a cogliere ancora di più le tante opportunità che questo mercato può offrire”.

Radio Scrambler Ducati si evolve

In occasione dell’evento mondiale World Radio Day il 13 febbraio – una giornata che celebra la condivisione, il dialogo e la tolleranza nel mondo attraverso la radio – Scrambler Ducati, che rappresenta proprio questi valori, lancia la nuova programmazione della Web Radio Scrambler Ducati.

Cinque soggetti originali per una serie di contenuti esclusivi in lingua inglese che raccontano il mondo Scrambler® attraverso gli occhi di biker che sono anche scrittori, viaggiatori e musicisti.

“From zero to hero” il travel blog con Riccardo Felici, “Scrambler Eggs” le storie musicali raccontate da Nero e Memphis, “Don’t call me Cinderella” il punto di vista femminile di Valentina RocketQueen e Federica Moschiano, “Writers” a cura di Elena Mearini e “Scrambler Snacks” le novità, i suggerimenti e gli approfondimenti sulla Land of Joy.

A conferma che Radio Scrambler Ducati è autenticamente connessa alla sua community, grande spazio viene riservato agli ascoltatori con le loro emozioni ed esperienze, all’intervento di campioni sportivi e piccoli grandi eroi delle due ruote.

Radio Scrambler Ducati interagisce e vive sui social, e a breve anche su una nuova, coinvolgente e intuitiva APP, e lo fa con un nuovo logo: due pistoni a forma di microfono e un payoff che richiama la vitalità di ogni Scrambler: “our rumbling sounds.”

La nuova programmazione si aggiunge al già ricco palinsesto musicale, ascoltabile in streaming web 24 ore al giorno, sette giorni su sette direttamente dal sito.

Alla DotoliM2 le anteprime bicilindriche della Royal Enfield

Royal Enfield presenta presso la propria rete vendita ufficiale, le nuove bicilindriche Interceptor e Continental Gt.

Per la storica casa si tratta di un passo fondamentale verso il gotha del motociclismo mondiale.

A Napoli, presso la DotoliM2, è possibile ammirarle e testarle: “Con – spiega il manager Maurizio Dotolile bicilindriche, Royal Enfield vuole diventare un brand globale. Pensate che il 6% della produzione mondiale di moto è targato Royal Enfield; c’è la voglia di diventare il primo costruttore mondiale. L’idea di base è riprendere gli stilemi degli ultimi modelli di successo degli anni ‘70; non dimentichiamo, tra l’altro, che è stata tra le prime case britanniche di larga diffusione a realizzare bicilindrici di cubatura importante. Sono moto interessanti, progettate da ingegneri inglesi, dotate di motore 4 valvole per cilindro, con contralbero di vibrazione e la fasatura a 270°. La frizione è anti saltellamento. Insomma è un motore essenziale e moderno al tempo stesso, raffreddato ad aria e olio.  E’ un progetto che ha 2 anime, con lo stesso telaio e motore; l’Interceptor richiama un look americano, tipo scrambler; la Continental Gt ha, invece, un look più sportivo. L’Interceptor è una moto rilassante che concilia con il mondo, piacevole da guidare. Due moto che, sono convinto, sapranno catalizzare l’attenzione di molti motociclisti. Chi le vuole ammirare dal vivo può farlo presso la nostra sede di Agnano alla Via Pisciarelli n° 69”.