Consegnata ad Eicma la prima pronto pista Suzuki Ryuyo

Consegnata ad Eicma la prima pronto pista Suzuki Ryuyo

L’edizione numero 78 della “Fiera del Ciclo e Motociclo” è stato il palcoscenico perfetto per celebrare il primo e più veloce acquirente della RYUYO

L’edizione 2018 di EICMA è stata per Suzuki un clamoroso successo. Lo stand allestito al padiglione 22 della Fiera di Rho è stato infatti letteralmente invaso dagli appassionati, desiderosi di osservare da vicino la nuova Suzuki KATANA e tutte le altre novità della gamma 2019 di Hamamatsu. L’edizione numero 78 della “Fiera del Ciclo e Motociclo” è stato il palcoscenico perfetto per celebrare il primo e più veloce acquirente della RYUYO. Venerdì 9 novembre la numero #001 dell’esclusiva limited edition da pista allestita da Suzuki Italia sulla base della GSX-R1000R e realizzata in soli 20 esemplari, è stata “virtualmente” consegnata davanti ad una gremita platea di pubblico.

Una festa per tutti

Suzuki RYUYO è stata molto apprezzata dal pubblico di EICMA, che ha assistito festante alla consegna della prima unità prodotta. In rappresentanza di Suzuki Italia alla cerimonia sono intervenuti Gabriele Carè, Coordinatore dell’Ufficio Marketing, e Federico Macario, Product Specialist, che hanno simbolicamente consegnato le chiavi della moto all’appassionato pilota Francesco Piersanti. Il ventiseienne imolese ritirerà ora la RYUYO #001 presso il concessionario Cesari di Bologna e con lei parteciperà come wild card alla Coppa Italia 2019.

Le vendite delle RYUYO sarebbero dovute iniziare proprio a partire dall’Eicma, ma viste le pressanti richieste giunte da parte dei potenziali acquirenti, Suzuki ha deciso di anticipare la commercializzazione online. Ad oggi rimangono ancora disponibili pochi esemplari, quindi chi volesse diventare un esclusivo possessore di una RYUYO  farebbe bene ad affrettarsi a perfezionare la prenotazione sul sito internet dedicato shop.Suzuki.it/moto/RYUYO. Vista la linea mozzafiato, un equipaggiamento eccezionale e un prezzo di 29.990 Euro è facile prevedere che RYUYO sarà presto sold out.

Imbattibile tra i cordoli

RYUYO è stata concepita per essere la sportiva più veloce su qualsiasi circuito, pronta ad accettare ogni sfida, come recita l’hashtag #challengethefastest che l’ha accompagnata al lancio. Prima ancora del cronometro, sono però il banco dinamometrico e la bilancia a certificare la supremazia di questa Suzuki, che dispone dell’eccezionale potenza di di 212 cv e ha un peso di soli 168 kg. Le prestazioni superlative di RYUYO e la sua incredibile efficacia nella guida non si spiegano però solo con i numeri presenti nella scheda tecnica. A rendere la moto incredibilmente performante e sfruttabile sono un’attenzione ai dettagli unica e un’impareggiabile dotazione racing. Grazie a loro e libera dai vincoli imposti per la circolazione stradale, RYUYO segna un importante miglioramento in ciascuno degli aspetti chiave del progetto GSX-R: Run, Turn e Stop ovvero motore, ciclistica e freni.

Per elevare le performance a un livello di eccellenza assoluta, Suzuki Italia si è avvalsa del supporto di partner affermati, considerati vere autorità sulle piste di tutto il mondo, come Yoshimura per l’elettronica e lo scarico, Öhlins per le sospensioni e Brembo per i freni. L’elenco prosegue con Dunlop, Motul, Extreme Components, Bonamici Racing, DID e K&N.

Quello svolto da Suzuki è un lavoro estremamente prezioso. Scegliendo e testando i vari componenti ha infatti creato un pacchetto racing perfettamente equilibrato ed è molto competitivo anche dal punto di vista del prezzo.

Un nome leggendario

RYUYO è il nome della leggendaria test track di Suzuki, dove la Casa ha sviluppato tutti i modelli dagli anni Cinquanta in poi. Il percorso è lungo 6,5 km e si snoda vicino al mare, a poca distanza dal quartier generale di Hamamatsu. RYUYO è un impianto creato a immagine e somiglianza del Mountain Circuit dell’Isola di Man ed è la pista di collaudo più veloce al mondo, con un rettilineo di ben 2,3 chilometri. Con le sue caratteristiche il tracciato mette a dura prova sia la ciclistica sia il motore di qualsiasi mezzo, tanto che anche la GSX-RR ufficiale che corre in MotoGP è stata messa a punto inizialmente a RYUYO. Qui è determinante avere il migliore bilanciamento tra ciclistica e meccanica, lo stesso che caratterizza la GSX-R1000R e che oggi trova la massima espressione nel progetto RYUYO.

Vuoi conoscere meglio la nuova Suzuki Ryuyo?

Suzuki svela Ryuyo la supersportiva racing da 212 cavalli

Suzuki GSX-R1000R Ryuyo, motore da vera sportiva di razza

Suzuki GSX-R1000R Ryuyo, ciclistica snella per cambi di direzione ultraveloci

Suzuki GSX-R1000R Ryuyo, impianto frenante da prima della classe

Suzuki GSX-R1000R Ryuyo, carena in carbonio e componenti racing

Suzuki GSX-R1000R Ryuyo e i dettagli da pista: ma dove si acquista?

 






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *