Nissan Qashqai, tutte le caratteristiche del nuovo modello 1.3 benzina

Nissan Qashqai, tutte le caratteristiche del nuovo modello 1.3 benzina

I vantaggi del nuovo motore benzina 1.3 che alimenta il Nissan Qashqai sono molteplici, dalla silenziosità ma anche per il consumo su strada

I vantaggi del nuovo motore benzina 1.3 che alimenta il Nissan Qashqai sono molteplici, dalla silenziosità ma anche per il consumo su strada. Ma vediamoli nel dettaglio.

Vantaggi complessivi (per tutte e tre le versioni)

  • Migliori performance in termini di risposta del motore, erogazione della potenza e della coppia.
  • Più comfort a bordo grazie al minor rumore dal motore, che, erogando una maggiore coppia ai bassi regimi, non necessita di salire troppo di giri per garantire il necessario spunto e accelerazione.
  • Minori consumi e minori emissioni di CO2 e di particolato. Questa maggiore efficienza è il risultato di una completa riprogettazione del motore rispetto alle precedenti unità a benzina Nissan.
  • Minori costi di esercizio, con intervalli di manutenzione che passano da 20.000 km a 30.000 km.

Vantaggi per i clienti – 1.3 benzina 140 CV MT

(Rispetto al motore 1.2 da 115 CV)

Incremento di coppia: +50 Nm (ora 240 Nm)

Incremento di potenza: +25 CV (ora 140 CV)

Minori emissioni di CO2 (NEDC-BT): -8 g/km (ora 121 g/km) con cerchi da 17”

Minori consumi (NEDC-BT): – 0,3 l/100 km (ora 5,3 l/100 km) con cerchi da 17”

Vantaggi per i clienti – 1.3 benzina 160 CV MT 

(Rispetto al motore 1.6 da 163 CV)

Incremento di coppia: +20 Nm (ora 260 Nm)

Potenza molto simile: -3 CV (ora 160 CV)

Minori emissioni di CO2 (NEDC-BT): -13 g/km (ora 121 g/km) con cerchi da 17”

Minori consumi (NEDC-BT): -0,5 l/100 km (ora 5,3 l/100 km) con cerchi da 17”

La tecnologia del motore 1.3 benzina nel dettaglio

Testata

  • La forma compatta del nuovo motore lascia più spazio sotto il cofano e contribuisce a ridurre il peso complessivo del veicolo.
  • La nuova testata è di forma triangolare. Gli iniettori sono installati centralmente per ottimizzare la combustione.
  • Il collettore di scarico è in parte integrato nella testata per rendere più efficiente il raffreddamento dei gas di scarico e la combustione, specie ai bassi regimi e in presenza di carichi elevati.
  • È stato aggiunto un filtro antiparticolato, che elimina le particelle presenti nei gas di scarico intrappolandole in una struttura microporosa a nido d’ape, che si rigenera automaticamente ad intervalli regolari.

Rivestimento spray degli alesaggi

  • Per la prima volta, questa tecnologia innovativa adottata anche per il motore di un modello a elevato volume di vendite.
  • Usando una torcia al plasma, si spruzza un sottilissimo film di acciaio a elevata durezza sulla superficie interna dei cilindri per potenziare la conduttività termica durante la combustione.
  • Oltre a consentire significative riduzioni di peso, questa tecnica contrasta con efficacia le detonazioni incontrollate (clicking) nel motore e aumenta il rapporto di compressione, a tutto vantaggio dell’efficienza.
  • Il rivestimento spray degli alesaggi si traduce in una riduzione dei consumi e delle emissioni pari all’1%.

Turbocompressore

  • Il turbocompressore è ora dotato di una valvola per il ricircolo dei gas (“e-waste gate”), che sostituisce quella pneumatica presente sui motori della precedente generazione.
  • La nuova valvola rende più reattivo il turbo, soprattutto ai bassi regimi.
  • Consente inoltre una mappatura ottimale del motore senza compromettere la guidabilità.

Iniettori

  • Gli ugelli degli iniettori sono dotati di 6 fori, per migliorare la nebulizzazione del carburante.
  • Sono alimentati da un common rail da 250 bar, una pressione più elevata rispetto ai 200 bar del motore da 1.2 litri.

Variatore di fase con bilanciere

  • Il treno valvole presenta un bilanciere con supporto a guida idraulica, al posto dei classici bicchierini, che permette la riduzione dell’attrito interno e una maggiore durevolezza.
  • Il motore risulta più efficiente grazie alla fasatura variabile indipendente dei due alberi a camme di aspirazione e scarico.

L’adozione del nuovo motore 1.3 benzina, più efficiente e performante, è parte della Nissan Intelligent Mobility, la roadmap strategica di Nissan per il futuro della mobilità, che ridefinisce il modo in cui i veicoli sono guidati, alimentati e integrati nella società.

Nissan Intelligent Mobility è declinata in tre pilastri: Intelligent Driving (tecnologie per una guida più sicura e piacevole), Intelligent Power (motori più efficienti ed elettrificati) e Intelligent Integration (sistemi di connettività e integrazione con la società).

Nell’ambito dell’Intelligent Driving, è stato da poco introdotto su Qashqai il sistema di assistenza alla guida ProPILOT di ultima generazione, che assiste il conducente in fase di sterzata, accelerazione e frenata.

Attivo su singola corsia in autostrada e strade ad alto scorrimento e ottimizzato per gestire situazioni di traffico a bassa velocità e di crociera ad alta velocità, Nissan ProPILOT consta di tre funzioni:

–        Intelligent Cruise Control: regola la velocità e mantiene la distanza dal veicolo che precede nella stessa corsia di marcia.

–        Lane Keep Assist: agisce sullo sterzo per aiutare a mantenere il veicolo al centro della corsia, anche in presenza di un veicolo che precede.

–        Traffic Jam Pilot: permette di seguire la vettura che precede alla distanza stabilita, se necessario rallenta fino a fermarsi e poi riparte.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *