La nuova BMW 740e iPerformance

La tecnologia di propulsione BMW eDrive sviluppata per le automobili BMW i debutta sulla nuova BMW Serie 7 che comprende ora tre ammiraglie di lusso con sistema ibrido plug-in. La propulsione è composta da un motore quattro cilindri a benzina dell’ultima generazione con tecnologia BMW TwinPower Turbo e da un motore elettrico che producono insieme una potenza di sistema di 240 kW/326 CV. La nuova BMW 740e iPerformance a passo normale e la nuova BMW 740Le iPerformance a passo allungato si distinguono per la loro dinamica d’eccezione, abbinata a un consumo di carburante nel ciclo combinato di 2,2 – 2,0 litri per 100 chilometri e un valore di CO2 di 50 – 45 grammi per chilometro (BMW 740Le iPerformance: 51 – 45 g/km)). Nella nuova BMW 740Le xDrive iPerformance (consumo di carburante nel ciclo combinato: 2,5 – 2,1 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 56 – 49 g/km) la potenza dei due motori viene ripartita dalla trazione integrale intelligente permanentemente tra le ruote anteriori e posteriori in base al fabbisogno. Grazie ai modelli ibridi plug-in della nuova BMW Serie 7, il massimo livello di piacere di guida, di comfort di viaggio e di lusso sono vivibili anche in combinazione con la mobilità esclusivamente elettrica, a emissioni zero. Le automobili BMW iPerformance rappresentano finora la realizzazione più coerente di EfficientDynamics in vetture del marchio BMW. Oltre a BMW eDrive, anche l’architettura della scocca con Carbon Core si basa sul know-how di BMW i. Per la carica della batteria ad alto voltaggio sono a disposizione una serie di prodotti e servizi innovativi, sviluppati originariamente per BMW i. A richiesta, i modelli BMW 740e iPerformance, BMW 740Le iPerformance e BMW 740Le xDrive iPerformance sono equipaggiabili con la BMW Laser Light antiabbagliamento che ha debuttato come anteprima mondiale nell’automobile sportiva ibrida plug-in BMW i8. La gestione energetica intelligente provvede a un’interazione ottimale di motore endotermico e motore elettrico. Grazie al boost elettrico, soprattutto la rapidità di risposta ha guadagnato sensibilmente a livello di dinamismo; inoltre, grazie all’Assist elettrico, il vantaggio di efficienza e la possibilità di guidare esclusivamente nella modalità elettrica in città e sulle strade extraurbane creano insieme un eccezionale di piacere di guida e di sostenibilità. L’autonomia elettrica nel ciclo di prova UE per vetture ibride plug-in è di 44 – 48 chilometri per la BMW 740e iPerformance e la BMW 740Le iPerformance

La tecnologia di propulsione BMW eDrive sviluppata per le automobili BMW i debutta sulla nuova BMW Serie 7 che comprende ora tre ammiraglie di lusso con sistema ibrido plug-in. La propulsione è composta da un motore quattro cilindri a benzina dell’ultima generazione con tecnologia BMW TwinPower Turbo e da un motore elettrico che producono insieme una potenza di sistema di 240 kW/326 CV. La nuova BMW 740e iPerformance a passo normale e la nuova BMW 740Le iPerformance a passo allungato si distinguono per la loro dinamica d’eccezione, abbinata a un consumo di carburante nel ciclo combinato di 2,2 – 2,0 litri per 100 chilometri e un valore di CO2 di 50 – 45 grammi per chilometro (BMW 740Le iPerformance: 51 – 45 g/km). Nella nuova BMW 740Le xDrive iPerformance (consumo di carburante nel ciclo combinato: 2,5 – 2,1 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 56 – 49 g/km) la potenza dei due motori viene ripartita dalla trazione integrale intelligente permanentemente tra le ruote anteriori e posteriori in base al fabbisogno.

Grazie ai modelli ibridi plug-in della nuova BMW Serie 7, il massimo livello di piacere di guida, di comfort di viaggio e di lusso sono vivibili anche in combinazione con la mobilità esclusivamente elettrica, a emissioni zero. Le automobili BMW iPerformance rappresentano finora la realizzazione più coerente di EfficientDynamics in vetture del marchio BMW. Oltre a BMW eDrive, anche l’architettura della scocca con Carbon Core si basa sul know-how di BMW i. Per la carica della batteria ad alto voltaggio è a disposizione una serie di prodotti e servizi innovativi, sviluppati originariamente per BMW i. A richiesta, i modelli BMW 740e iPerformance, BMW 740Le iPerformance e BMW 740Le xDrive iPerformance sono equipaggiabili con la BMW Laser Light antiabbagliamento che ha debuttato come anteprima mondiale nell’automobile sportiva ibrida plug-in BMW i8.

La gestione energetica intelligente provvede a un’interazione ottimale di motore endotermico e motore elettrico. Grazie al boost elettrico, soprattutto la rapidità di risposta ha guadagnato sensibilmente a livello di dinamismo; inoltre, grazie all’Assist elettrico, il vantaggio di efficienza e la possibilità di guidare esclusivamente nella modalità elettrica in città e sulle strade extraurbane creano insieme un eccezionale di piacere di guida e di sostenibilità. L’autonomia elettrica nel ciclo di prova UE per vetture ibride plug-in è di 44 – 48 chilometri per la BMW 740e iPerformance e la BMW 740Le iPerformance e di 41 – 45 chilometri per la BMW 740Le xDrive iPerformance (i valori dipendono dalla misura degli pneumatici selezionata).

Il meglio di due universi: BMW eDrive e tecnologia BMW TwinPower Turbo
Il motore a combustione interna utilizzato nei modelli ibridi plug-in della nuova BMW Serie 7 con tecnologia BMW TwinPower Turbo è derivato dalla nuova famiglia di motorizzazioni Efficient Dynamics. Con una potenza di picco di 190 kW/258 CV è il motore quattro cilindri più potente finora mai montato in un modello di serie di BMW. L’erogazione lineare di potenza e la coppia massima di 400 Newtonmetri, disponibile in un ampio arco di regime da 1 550 a 4 400 g/min, assicurano al propulsore da 2.000 cc delle caratteristiche prestazionali sportive e scattanti e, contemporaneamente, maestose. Inoltre, il nuovo motore si distingue per un’eccellente rotondità di funzionamento.

Il motore elettrico, costruito secondo il principio di un motore sincrono ad eccitazione permanente, offre un’elevata potenza specifica. La sua potenza massima è di 83 kW/113 CV. Come è caratteristico per tutti i motori elettrici, esso mette a disposizione la sua coppia massima di 250 Newtonmetri già da fermo. L’effetto di boost che supporta il propulsore endotermico determina un’emozionante rapidità di risposta. Inoltre, il motore elettrico assume la funzione di generatore che, a seconda della funzione ibrida selezionata, viene alimentato attraverso il recupero di energia in frenata oppure dal motore endotermico attraverso un efficiente aumento del punto di carico, così da alimentare la batteria ad alta tensione con la corrente prodotta.

Il motore elettrico è integrato interamente nel cambio Steptronic a otto rapporti. Questo assicura la guida nella modalità elettrica ad un alto livello di efficienza, ma anche il boost elettrico per incrementare la dinamica di guida e il recupero di energia in frenata. Il cambio Steptronic a otto rapporti si distingue per offrire un rendimento interno particolarmente elevato, il massimo livello di dinamica e di comfort di cambiata e una costruzione compatta. Come optional vengono offerti i paddles sul volante che permettono di eseguire manualmente i cambi-marcia, in modo particolarmente veloce e confortevole.

Nell’ambito della loro interazione a controllo intelligente, il motore endotermico e il motore elettrico erogano insieme una potenza di sistema di 240 kW/326 CV e una coppia massima comune di 500 Newtonmetri. La reazione immediata a ogni impulso proveniente dal pedale dell’acceleratore e l’erogazione dinamica e costante di potenza permettono di accelerare con la BMW 740e iPerformance da 0 a 100 km/h in 5,4 secondi e con la BMW 740Le iPerformance in 5,5 secondi.

Le caratteristiche sportive di guida sono state combinate con valori di consumo di carburante e delle emissioni particolarmente favorevoli. La BMW 740e iPerformance e la BMW 740Le iPerformance misurano un consumo di carburante nel ciclo combinato di 2,2 – 2,0 litri per 100 chilometri. Le emissioni di CO2 risultanti dal consumo di carburante sono di 50 – 45 grammi per chilometro (BMW 740Le iPerformance: 51 – 45 g/km; valori nel ciclo di prova UE per vetture ibride plug-in, variabili in base alla misura degli pneumatici selezionata). La straordinaria efficienza della tecnologia BMW eDrive, sviluppata con il know-how di BMW i, si manifesta anche nella guida nella modalità esclusivamente elettrica, localmente a emissioni zero. Il consumo di corrente misurato nella guida nel ciclo di prova UE delle ammiraglie di lusso ibride plug-in è di 13,3 – 12,5 kWh per 100 km per la BMW 740e iPerformance e di 13,3 – 12,6 kWh per 100 km per la BMW 740Le iPerformance (valori variabili in base alla misura degli pneumatici selezionata).

BMW 740Le xDrive iPerformance: trazione integrale permanente, anche nella guida esclusivamente elettrica
Dopo lo Sports Activity Vehicle BMW X5 xDrive40e iPerformance, la BMW 740Le xDrive iPerformance è il secondo modello in cui sia nella guida in puro elettrica che nell’utilizzo del motore endotermico o delle due unità combinate, la forza viene ripartita permanentemente tra tutte le quattro ruote. La trazione integrale intelligente assicura, in tutte le condizioni meteorologiche e stradali, una trazione ineccepibile, una stabilità di guida ottimizzata e una maggiore agilità nella guida dinamica in curva.

Il coordinamento perfetto della distribuzione di forza tra le ruote anteriori e posteriori assicura alla BMW 740Le xDrive iPerformance una capacità di spunto particolarmente dinamica. L’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 5,3 secondi. Il consumo di carburante nel ciclo combinato della BMW 740Le xDrive iPerformance è di 2,5 – 2,1 litri per 100 chilometri, mentre il suo valore di CO2 è di 56 – 49 grammi per chilometro (valori nel ciclo di prova UE per vetture ibride plug-in, variabili in base alla misura degli pneumatici selezionata). Il consumo di corrente nel ciclo combinato UE della BMW 740Le iPerformance xDrive varia tra 13,9 e 13,2 kWh per 100 chilometri (valori variabili in base alla misura degli pneumatici selezionata).

Controllo della propulsione attraverso il pulsante eDrive
Con il pulsante eDrive, inserito nella consolle centrale, il guidatore può definire l’esercizio del propulsore ibrido plug-in. Nella funzione ibrida AUTO eDRIVE la gestione intelligente dell’energia assicura un’interazione tra motore endotermico ed elettrico a efficienza e dinamica ottimizzate. La strategia di esercizio ha l’obiettivo di guidare preferibilmente in elettrico a medie e basse velocità, così da sfruttare il più possibile il vantaggio della mobilità a emissioni zero. Il motore a combustione interna viene attivato a partire da una velocità di circa 80 km/h oppure in presenza di richieste di carico particolarmente intense.

Premendo il pulsante il guidatore può passare alla funzione di esercizio esclusivamente elettrico MAX eDRIVE. In questa configurazione la vettura viene azionata solo dal motore elettrico. L’attivazione del motore endotermico può avvenire in qualsiasi momento eseguendo un kick-down con l’acceleratore. Nel setup MAX eDRIVE, i modelli BMW iPerformance plug-in della nuova BMW Serie 7 raggiungono nella modalità esclusivamente elettrica la velocità massima di 140 km/h.

La configurazione Battery Control serve a mettere a definire manualmente lo stato di carica della batteria ad alta tensione. Il guidatore può impostare un valore target tra il 30 e il 100 per cento del massimo livello di carica, così da assicurarsi la successiva guida elettrica. Per esempio, durante la guida autostradale è possibile conservare o, addirittura aumentare, la riserva di corrente, così da utilizzare successivamente l’energia della batteria ad alto voltaggio per la guida in città a emissioni zero.

Driving Experience Control con modalità ADAPTIVE, netta distinzione tra le modalità SPORT, COMFORT ed ECO PRO
Anche i modelli ibridi della nuova BMW Serie 7 sono equipaggiati di serie con il nuovo tasto Driving Experience Control sulla consolle centrale. Premendo il pulsante il guidatore può attivare una taratura della vettura che ottimizza il dinamismo, il comfort oppure l’efficienza, a seconda delle sue preferenze. La variazione delle caratteristiche tra le modalità ECO PRO, COMFORT e SPORT è molto più marcata di quella delle vetture a propulsione tradizionale.

Inoltre, il tasto Driving Experience Control offre la possibilità di selezionare la modalità ADAPTIVE. In questo settaggio la taratura della vettura viene adattata allo stile di guida momentaneo e all’andamento della strada, in modo chiaramente percepibile per il guidatore.

Batteria ad alto voltaggio in tecnica agli ioni di litio: sviluppata appositamente per il nuovo modello, integrata a ingombro ridotto
L’accumulatore ad alto voltaggio è una batteria agli ioni di litio dalla capacità lorda di 9,2 kWh e una capacità netta di 7,4 kWh. La batteria è stata sistemata sotto il divanetto posteriore, a ingombro ridotto e in una posizione che assicura la protezione ottimale in caso di collisione. Per questo motivo, anche il bagagliaio dei modelli BMW iPerformance della nuova BMW Serie 7 ha una superficie liscia. La sua capacità è di 420 litri. Il volume di carico e la praticità del bagagliaio definiscono i parametri di riferimento nel segmento delle ammiraglie di lusso con propulsore ibrido plug-in.

Il flusso di energia tra la batteria ad alta tensione, il motore elettrico e l’unità di carica viene controllato da un’elettronica di potenza sviluppata appositamente. Un trasformatore di tensione regola inoltre l’approvvigionamento della rete di bordo da 12 Volt con energia della batteria ad alto voltaggio.

Ricarica semplice, confortevole e flessibile grazie ai prodotti e servizi innovativi di BMW 360° ELECTRIC
La batteria ad alta tensione può essere caricata con energia a ogni normale presa di corrente oppure a una Wallbox adatta, che offre intensità di corrente superiori, oppure a stazioni pubbliche di carica. Alla normale presa di corrente l’accumulatore si lascia caricare completamente in meno di quattro ore, mentre alla BMW i Wallbox il tempo di carica è inferiore a tre ore. Nell’ambito di BMW 360° ELECTRIC viene offerto anche il servizio ChargeNow per un accesso semplice alle stazioni di carica dei partner e una fatturazione confortevole dei costi mensili di energia.

Equipaggiamento di serie include la climatizzazione a fermo
Oltre ai proiettori LED, alla BMW Display Key, al pacchetto di navigazione ConnectedDrive, all’integrazione dello smartphone con la possibilità di carica induttiva della batteria del telefono e al sistema di comando iDrive, completato dalla funzione Touchscreen del Control Display e dalla funzione BMW Gesture Control, unica al mondo, il prestigioso equipaggiamento di serie dei modelli BMW 740e iPerformance, BMW 740Le iPerformance e BMW 740Le xDrive iPerformance comprende anche il riscaldamento a fermo e il raffreddamento a fermo per pre-condizionare la temperatura degli interni. Il sistema di riscaldamento e climatizzazione dei modelli ibridi plug-in funziona con l’energia della batteria ad alta tensione. Durante il processo di carica la climatizzazione a fermo viene alimentata dalla corrente della rete.

Il collegamento di carica della batteria ad alta tensione è inserito sotto uno sportellino, nella fiancata anteriore sinistra. La posizione elevata del collegamento facilita l’uso confortevole durante la carica. L’equipaggiamento di serie comprende il cavo di carica per il collegamento alla normale presa di corrente, integrato a ingombro ridotto nel bagagliaio. Nell’abitacolo dei modelli BMW 740e iPerformance, BMW 740Le iPerformance e BMW 740Le xDrive iPerformance, oltre al pulsante eDrive le dotazioni particolari del modello ibrido sono le rappresentazioni grafiche dedicate nella strumentazione combinata e sul Control Display. Il transfer tecnologico da BMW i viene annunciato nel design esterno attraverso la scritta “eDrive” sui montanti C, il logo BMW i sulle fiancate anteriori destra e sinistra, il doppio rene BMW con asticelle in blu BMW i e la copertura blu dei mozzi delle ruote.

Efficienza esemplare combinata con piacere di guida, comfort di viaggio e lusso su misura
Nei modelli iPerformance della BMW Serie 7 l’efficienza esemplare si fonde con una forma moderna e contemporaneamente futuristica di lussuoso piacere di guida e di comfort di viaggio. I sedili comfort, l’aerazione attiva dei sedili, la funzione di massaggio con Vitality Programme e il pacchetto di comfort termico vengono offerti come optional sia per la fila di sedili anteriore che posteriore. Nei modelli BMW 740Le iPerformance e BMW 740Le xDrive iPerformance il massimo livello di benessere individuale viene generato dall’optional Executive Lounge. Inoltre, per questi modelli è disponibile anche il tetto panoramico in vetro Sky Lounge.

L’offerta di sistemi di assistenza del guidatore comprende la nuova generazione del BMW Head-Up Display, il Park Assistant e i sistemi Driving Assistant, Driving Assistant Plus e Surround View. Anche i modelli iPerformance della nuova BMW Serie 7 sono equipaggiabili a richiesta con il pacchetto M Sport, il design esterno e interno Pure Excellence e con una composizione BMW Individual Design.

Produzione flessibile ed efficiente di propulsori elettrici nella configurazione specifica del modello
Nello sviluppo delle automobili BMW i BMW Group utilizza il know-how di produzione dei propri motori elettrici e delle proprie batterie ad alta tensione. La tecnologia BMW eDrive viene montata anche nei modelli BMW iPerformance. L’eccellenza nel campo dei sistemi di propulsione elettrica non si manifesta solo nei dati prestazionali dei motori elettrici e della batteria ad alta tensione, che sono superiori alla media, ma anche nell’efficienza della loro produzione. Un sistema modulare intelligente per la tecnologia eDrive e un concetto produttivo flessibile permettono a BMW Group di reagire rapidamente e in modo puntuale alle richieste dei clienti di tutto il mondo.

L’ingegnere Honda Ted Klaus offre un approfondimento sulla genesi della nuova Honda NSX: “È come trovare la compagna di ballo perfetta”.

Il Large Project Leader della nuova Honda nsx, tedklaus, ci offre un approfondimento sulla genesi e sulla filosofia di questa auto, oltre che sul significato del marchio Honda.

Concluso il World Ducati Week dei record!

Si è conclusa con un’affluenza record la nona edizione del World Ducati Week, il raduno internazionale che ogni due anni chiama a raccolta la community della Casa di Borgo Panigale. Provenienti da ogni parte del mondo, il WDW2016 ha coinvolto ed emozionato le decine di migliaia di motociclisti che si sono dati appuntamento al Misano World Circuit ”Marco Simoncelli” da venerdì 1 a domenica 3 luglio per celebrare e condividere la passione e l’entusiasmo per Ducati.
Moto e pubblico sono stati assoluti protagonisti di questa incredibile e singolare kermesse. In tre giorni sono state oltre 81.000 le presenze stimate per questa nona edizione, un numero importante e significativo che ha permesso di superare del 25% il 2014, quando a Misano arrivarono circa 65.000 persone. I partecipanti di questa edizione sono arrivati in Riviera provenendo da 5 Continenti, in rappresentanza di 66 Nazioni del mondo. Al WDW2016 il 60% dei motociclisti è italiano, ma è il restante 40% che conferma il potere e l’appeal del marchio Ducati nel mondo. I Ducatisti arrivano da tutta Europa, USA, Canada, Brasile, Emirati Arabi, Sud Africa, India, Indonesia, Malesia, Vietnam, Giappone, Australia e addirittura Sri Lanka, Puerto Rico, Bahrein, Kazakistan, Mongolia, Guatemala, Angola e Cina, da dove ben in quattro sono venuti a Misano in sella alle loro Ducati Multistrada 1200. Tutti appassionati e uniti dal “Rosso” comune denominatore di passione Desmo che, in un evento come questo, trova la sua massima espressione.
Il World Ducati Week 2016 ha confermato la grande evoluzione che Ducati sta vivendo in questi ultimi anni. Il titolo del WDW2016 è stato “More than Red”, ovvero: radici forti nel mondo delle moto sportive, ma anche nuovi modelli per nuovi segmenti. Come l’XDiavel, la nuova cruiser Ducati, la Multistrada 1200 Enduro, ma anche il nuovo Scrambler® Sixty2 400 e lo Scrambler® Flat Track Pro. Recenti novità della gamma Ducati, che hanno permesso ai partecipanti del WDW2016, di vivere nuove e uniche esperienze.
Significativo anche il dato sull’area occupata in questa edizione record del WDW, che ha visto un totale dicirca 90.000 mq di superficie occupata all’interno del Misano World Circuit “Marco Simoncelli”, l’80% in più rispetto allo spazio dell’edizione 2014. Questo ha permesso di offrire opportunità e iniziative uniche, come il DRE Enduro che si è svolto in un’area dedicata, dove è stato possibile offrire ai partecipanti alcune “pillole” della scuola fuoristrada Ducati, in sella alle nuove Multistrada 1200 Enduro o la Scrambler® Flat Track School, un vero e proprio corso per imparare a derapare su ovali sterrati. Degna di nota la grande presenza di Scrambler® in circuito che, inevitabilmente ha richiesto spazio e strutture, come per la prima Scrambler Reunion, che ha richiamato al WDW2016 oltre 2.000 scrambleristi da tutto il mondo. Tanto spazio in più anche per esposizione, intrattenimento e per la celebrazione del 90° Anniversario Ducati. IL WDW2016 ha, infatti, segnato l’apice dei festeggiamenti del compleanno Ducati e un grande spazio, all’interno del paddock, è stato occupato dall’area dedicata a questa ricorrenza con la storia dell’Azienda riproposta con moto, oggetti e fatti in un percorso di grande fascino ed emozione. A questo si aggiungono i tanti test ride previsti con le nuove moto Ducati, oltre al sabato sera che ha letteralmente invaso lo Stadio Santamonica, adiacente il circuito.
Non solo happening, ma anche attenzione a una gestione sostenibile. Un impegno importante per Ducati e per il suo grande raduno, che ha ricevuto la certificazione ISO 20121 per il Sistema di Gestione Sostenibile degli Eventi. Il WDW2016 è il primo esempio di evento sostenibile certificato nell’ambito delle due ruote.
Quelle del WDW2016 sono state tre giornate emozionanti e intense, con il culmine toccato sabato 2 luglio, che ha visto la massima affluenza di Ducatisti. Oltre alle tantissime attività previste dal programma dell’evento ad animare il fine settimana desmodromico, anche due divertenti ed emozionanti gare riservate ai piloti Ducati di MotoGP e SBK di oggi e di ieri: la “Scrambler Flat Track race by TIM” (disputata venerdì e vinta da Andrea Dovizioso) e la gara di accelerazione, la “Diavel Drag Race by Shell Advance” (corsa sabato e vinta da Scott Redding).
Entrambe le gare hanno visto il confronto tra piloti come Casey Stoner (due volte iridato della MotoGP, nel 2007 con la Ducati), Andrea Dovizioso e Andrea Iannone (i due piloti del Ducati Team), Loris Capirossi (ex pilota MotoGP Ducati), Chaz Davies (pilota Aruba.it Racing – Ducati), Troy Bayliss (tre volte iridato SBK con Ducati), Regis Laconi (ex pilota ufficiale Ducati e vincitore dell’edizione 2014 della Drag Race), Scott Redding (pilota OCTO Pramac Yakhnich) ed Hector Barbera (pilota Avintia Racing).
Sabato sera, sul palco dello stadio Santamonica di Misano Adriatico, Claudio Domenicali e i piloti Ducati hanno salutato tutti i Ducatisti e svelato la 1299 Panigale S Anniversario, versione speciale della Superbike bolognese, proposta in serie numerata nata per celebrare i 90 anni di Ducati, che ricorrono proprio il prossimo lunedì 4 luglio. Il palco si è poi infuocato con la musica rock di Piero Pelù, che ha intrattenuto per due ore i partecipanti del World Ducati Week, per poi lasciare spazio alla partita di calcio di EURO2016 Germania-Italia e alla classica Rustida, il grande BBQ organizzato dai bagnini della Riviera Romagnola dove tutto il management Ducati cucina e serve piadine e grigliate alle migliaia dii partecipanti all’evento.
Come era prevedibile la “Closed Room” con all’interno l’anteprima 2017, la nuova Supersport Ducati, ha riscosso grande successo. Appassionati e Ducatisti hanno atteso anche alcune ore pur di poter entrare e godere di questa speciale ed esclusiva preview.
Il WDW resta un evento unico anche da un punto di vista di organizzazione e coinvolgimento dell’azienda. Tutti i dipendenti Ducati sono coinvolti in maniera attiva, sia in fase di preparazione che durante il fine settimana del grande raduno, che quest’anno ha visto oltre 200 persone dell’Azienda (manager, impiegati e operai) presenti in forma attiva all’interno dello staff organizzativo del WDW2016.
Ma la nona edizione del World Ducati Week è stata essenzialmente una pacifica e colorata invasione, sia per il Misano World Circuit “Marco Simoncelli”, ma anche per tutta la Riviera Romagnola, dove il rombo desmodromico delle Ducati ha fatto da colonna sonora a questo eccezionale fine settimana.
Questi i “numeri” che hanno caratterizzato e fatto passare alla storia, questa nona edizione del WDW:
  • 81.000 le presenze in circuito nell’arco delle tre giornate
  • 90.000 mq di spazio occupati, all’interno del Misano World Circuit dal WDW2016 (+ 80% su spazi occupati nel 2014)
  • 10.000 i giri in pista effettuati in totale da auto e moto durante il WDW2016
  • 70.000 foto scattate dai fotografi dello staff
  • 45 ore di video girati dallo staff durante i 3 giorni del’evento
  • 66 Nazioni di provenienza degli 81.000 partecipanti al WDW2016
  • 159 D.O.C. (Ducati Owners Club) presenti al WDW2016, provenienti da 38 Nazioni
  • 3 ore di Rustida allo Stadio Santamonica, dove 80 bagnini e 33 dirigenti Ducati hanno cucinato piadina e salciccia per i partecipanti al WDW2016
  • 121 differenti attività svoltesi in pista nelle tre giornate
  • 22 minuti il tempo che il serpentone di moto Ducati ha impiegato per uscire dal Misano World Circuit “Marco Simoncelli” per formare la parata di moto per Riccione
  • 1.600 partecipanti e oltre 7.200 prove superate (ovviamente a tema Ducati) nei tre giorni di “Caccia al Tesoro WDW2016”
  • 72 ore di scuole guida: DRE Safety (con Monster 821, Mionster 1200, Monster R e Hypermotard), DRE Enduro (con Multistrada 1200 Enduro), Fatl Track (con Scramler® Sixti2 400)
  • Oltre 700 test ride fatti durante il WDW2016 cn il nuovo XDiavel e Scrambler® Sixty2 400
  • 9 i titoli iridati al via della Flat Track by TIM e della Drag Race by Shell Advance: 2 MotoGP per Stoner, 3 WSBK  per Troy Bayliss, 3 per Capirossi (2 in 125 e 1 in 250), 1 in 125 per Dovizioso
  • 5.000 persone hanno visto all’interno della Closed Room la nuova Supersport Ducati
  • 8 pneumatici Pirelli “Diablo Rosso II” messi completamente sulla tela per i burn-out al termine della “Diavel Drag Race by Shell Advance”
  • 310 i giornalisti presenti (170 italiani e 140 stranieri)

WDW2016: a Misano è iniziata la grande festa Ducati!

Il successo del WDW2016 sembra destinato a superare le aspettative. La grande festa, che ogni due anni richiama Ducatisti e motociclisti da tutto il mondo, è in pieno svolgimento al Misano World Circuit ”Marco Simoncelli”. In programma da venerdì 1 fino a domenica 3 luglio, il World Ducati Week 2016, già dal suo primo giorno di apertura, promette un’affluenza record per una 9a edizione ricchissima di contenuti, di attività, di emozioni e tanta passione “rossa” da condividere.
Le 65.000 presenze registrate nell’edizione 2014 sono nel mirino. Sin dalla vigilia dell’evento di quest’anno, tutta la Riviera Romagnola è stata pacificamente invasa da  migliaia di Ducatisti provenienti da ogni parte del globo. La prevendita dei biglietti aveva già visto un incremento rispetto al 2014 del 51%, ma la conferma definitiva del successo dell’edizione 2016 è arrivata all’apertura dei cancelli e, subito dopo, con il paddock del circuito completamente pieno di moto.
Il pubblico del WDW2016 è eterogeneo e proveniente da ogni parte del mondo. Stando ai dati della prevendita il 60% delle presenze al grande raduno Ducatista è italiano, dal resto del mondo il rimanente 40% dei partecipanti a conferma del potere e dell’appeal internazionale del marchio Ducati. I Ducatisti arrivano da tutta Europa, USA, Canada, Brasile, Emirati Arabi, Sud Africa, India, Cina, Indonesia, Malesia, Vietnam e addirittura Giappone e Australia.
Meritano una segnalazione speciale i quattro Ducatisti partiti con le loro Multistrada 1200 da Pechino. Yan Chuang, Yang Tao, Zhao Yuewei e Li Yubin hanno percorso 10.400 chilometri attraversando la Cina, la Russia e l’Europa per arrivare al WDW2016.
Componente fondamentale dell’universo Ducatista sono i 157 Desmo Owners Club (su un totale di 253 sodalizi ufficiali presenti in tutto il mondo) arrivati al WDW2016. Un vero e proprio record di presenze, giunti da 35 Paesi per un totale di ben 5.391 membri di DOC (nel 2014 furono 3.627 e 3.029 nel 2012). In 105 di loro – in rappresentanza di 58 DOC – si erano ritrovati in moto a Genova per arrivare assieme al WDW2016 con tappa al Castello di Nipozzano, in Toscana, dove hanno vissuto in prima persona una giornata in sella alle Multistrada 1200 del DRE Enduro, la scuola guida off-road della Ducati che ha base proprio nella splendida tenuta dei Marchesi de’Frescobaldi.
Speciale sorpresa per i partecipanti al WDW2016, poi, una vera e propria “closed room” dove Ducati ha esposto un’anteprima della gamma 2017, il prototipo della nuova “Project 1312”. Soltanto i presenti hanno potuto ammirare la nuova moto, ovviamente senza poter scattare foto all’interno della struttura.
Tra le tante attività proposte durante la prima giornata del World Ducati Week 2016, c’è stata la tanto attesa Flat Track Race by TIM. La gara si è svolta sulla apposita pista all’interno del circuito, dove otto campioni di MotoGP e Superbike, in sella ad otto Scrambler® Flat Track Pro, si sono dati battaglia a colpi di spettacolari derapate e spettacolari inseguimenti. Dopo una serie di batterie a eliminazione diretta, il vincitore è stato Andrea Dovizioso che si è aggiudicato la manche finale davanti a Troy Bayliss.
Le opportunità e le iniziative che hanno coinvolto il pubblico del WDW2016 nel paddock e in pista sono state veramente tante in questa prima giornata del WDW2016. Restando nella “Land of Joy”, dove ci sono tante, divertenti, attività che animano lo Scrambler Village, è possibile provare l’emozione del Flat Track grazie a un orso Scrambler® che permette a tutti di imparare a derapare su ovali sterrati in tutta sicurezza e con istruttori esperti e piloti professionisti. A questo si aggiungono le “pillole” di DRE Enduro e i mini corsi in pista “Intro” e “Precision”, tenuti dagli istruttori del DRE. Non possono certo mancare i turni liberi in pista, così come il Ducati Garage Contest, il Ducati Heritage Contest e Custom Rumble Contest.
A conclusione della prima giornata, migliaia di moto hanno formato la Parata dei Ducatisti che dal Circuito di Misano ha portato il colorito corteo di rombanti moto fino all’Aquafan di Riccione, per divertirsi tutti insieme allo Scrambler Party dove scivoli e piscine hanno ospitato la Land of Joy al ritmo di musica anni ’90.
Il programma per sabato e domenica è altrettanto ricco e coinvolgente, con il paddock protagonista ancora indiscusso con la distesa di moto parcheggiate, le tante attività e, a partire dalle 17:30, la Drag Race by Shell, la gara di accelerazione sul rettilineo di partenza del Misano World Circuit “Marco Simoncelli” in sella alle potenti Diavel Carbon, con i piloti Ducati Corse nuovamente in pista per un altro divertente ed emozionante confronto. La gara decreterà il vincitore tra un parterre incredibile e di altissimo livello con piloti del calibro di Stoner, Iannone, Dovizioso, Capirossi, Davies, Laconi, Redding e Barbera.
A conclusione della serata di sabato 2 luglio, i piloti, i campioni di ieri e di oggi, saliranno sul palco dello stadio di Misano (adiacente il circuito), per un saluto al pubblico e per l’unveil di una nuova moto, dedicata espressamente al 90° anniversario Ducati (1926-2016). L’unveil precede un esclusivo concerto dedicato a tutti i presenti, e sarà un “ducatista” speciale come Piero Pelù, a concludere la serata con il suo travolgente rock. Quindi spazio al…tifo calcistico e tutti davanti al maxi schermo montato davanti alle tribune del concerto, per godersi a partita Italia-Germania, valida per i quarti di finale di Euro 2016.

La nuova BMW F 700 GS, F 800 GS e F 800 GS Adventure

Da anni i modelli GS della Serie F rappresentano il piacere che si prova guidando spensieratamente la propria moto, un feeling dinamico di guida su strada abbinato a un elevato livello di utilizzo anche in viaggio, e ad una solida competenza in fuoristrada. Per il model year 2017 BMW Motorrad ha ulteriormente ampliato le qualità delle enduro di classe media.

Come in passato, la nuova F 700 GS si rivolge soprattutto ai motociclisti che apprezzano il feeling di guida di una enduro ma non richiedono un’elevata competenza off-road. I suoi punti più forti sono l’altezza di seduta bassa, l’ampia versatilità e buone performance, accoppiate ad un consumo molto ridotto e ad un’ottima versatilità nell’uso quotidiano.

La nuova F 800 GS abbina la guida stradale e l’uso come moto da viaggio a marcate qualità in fuoristrada, creando una fusione di caratteristiche unica nella classe di appartenenza.

La F 800 GS Adventure, costruita sulla base della F 800 GS, offre soprattutto un livello superiore di utilizzo nei viaggi che permette di raggiungere le zone più remote del nostro pianeta. Piloti da turismo con un’affinità per la guida fuoristrada, globe-trotter ed enduristi in viaggio possono contare su un concetto autentico BMW GS Adventure nel segmento medio.

Adattamento alla norma Euro 4 e nuovi terminali di scarico
Per il model year 2017 i motori dalla cilindrata di 798 cm³ sono stati adattati alla nuova norma Euro 4. Il simbolo stilistico è il nuovo terminale di scarico in acciaio inossidabile. Inoltre, è stato ridisegnato anche il terminale di scarico sportivo HP Akrapovič, offerto come Accessorio originale BMW Motorrad.

E-gas per una risposta ulteriormente ottimizzata e modalità di guida “Rain”, “Road”, “Enduro” ed “Enduro Pro” – secondo le preferenze personali del guidatore
Grazie al sistema di e-gas, la richiesta del guidatore viene trasmessa da un sensore della manopola del gas alla gestione motore e successivamente alla farfalla. Il risultato sono un migliore dosaggio e una maggiore rapidità di risposta. Contemporaneamente, sono inoltre implementabili le nuove modalità di guida “Rain” e “Road”, offerte di serie, per la guida su fondi stradali umidi o asciutti nonché le modalità di guida “Enduro” ed “Enduro Pro”, disponibili come optional (solo per la F 800 GS e la F 800 GS Adventure) per la guida off-road leggera oppure più impegnata.

Strumentazione con quadranti nuovi e maggiore numero d’informazioni
La nuova F 700 GS, F 800 GS e F 800 GS Adventure sono dotate di quadranti nuovi, dalla leggibilità ottimizzata. Una spia di controllo supplementare MIL (Malfunction Indicator Light) tiene conto degli standard Euro 4; inoltre, il display è stato completato dall’indicazione delle modalità di guida.

Caratteri affilati grazie a colori e style dinamici
I caratteri forti e inconfondibili della nuova F 700 GS e della F 800 GS vengono assicurati rispettivamente da tre varianti di colore e di stile, nella F 800 GS Adventure da due vernici supplementari, dalla nuova carena, da un nuovo coperchio dell’airbox e da un nuovo carter del blocchetto di avviamento.

Sintesi degli highlight:

  • adeguamento alle norme Euro 4.
  • Nuovo terminale di scarico di serie e nuovo terminale di scarico sportivo Akrapovič, offerto come Accessorio originale BMW.
  • Sistema e-gas per una risposta del motore più veloce e una migliore dosabilità.
  • Modalità di guida ”Rain“ e ”Road“ di serie. Modalità di guida ”Enduro“ ed ”Enduro Pro“ (solo F 800 GS / F 800 GS Adventure) offerte come optional.
  • Strumentazione combinata con quadranti nuovi, spia di controllo MIL e visualizzazione delle modalità di guida.
  • Dinamici concetti cromatici e stilistici.
  • Catarifrangenti laterali sullo stelo e il fodero della forcella.