La tradizione della Tortora Moto

La tradizione della “Tortora Moto” nasce nel 1904 a Nocera Inferiore per poi stabilirsi a Salerno negli anni Venti e rappresentare la più prestigiosa casa italiana di moto. Da quasi cento anni, nella città che è stata capitale d’Italia durante la seconda guerra mondiale, la famiglia Tortora è sinonimo di passione per le due ruote. A mantenere viva e forte la tradizione oggi c’è Erminio Tortora, che dal 1987 ha legato il proprio nome con quello della Bmw Motorrad, con risultati straordinari: “Ho – racconta Tortora – sempre creduto nella forza del marchio tedesco e nella sue capacità di ascoltare e soddisfare i clienti. Uno dei segreti è la qualità del prodotto unita ad una forte fiducia nei confronti di chi spende la propria credibilità con gli appassionati. Altro aspetto importante è l’aver sempre mantenuto alti gli investimenti sul prodotto, cosa che i competitor non hanno fatto. Ciò ha portato alla creazione di un prodotto eccellente. In Bmw, in particolare, sono stati bravi a non rinnegare il passato e al tempo stesso a rinnovare e ampliare la gamma. Ho appena acquistato una Gs 80 Parigi-Dakar con oltre 150.000 chilometri all’attivo; bene la moto va ancora alla grande”. Uno degli ingredienti del successo della casa dell’elica è la capacità di creare una community, una sorta di grande famiglia che vive la propria passione non solo in sella: “Quando – spiega Erminio – puoi contare su un prodotto di qualità, è normale, poi, creare dei gruppi itineranti per il mondo. Il <Sistema Moto BMW> ancorché costoso, rappresenta un punto di forza ineguagliato. Non basta vendere le moto solo perché prestigiose, occorre che funzionino correttamente nelle mani di tutti, esperti o meno. Educare, poi, la clientela al rispetto dei piani di manutenzione è difficile, ma ripaga il cliente con l’efficienza del mezzo e la sua rivendibilità a buone quotazioni. L’utente Bmw tiene al logo anche per quanto riguarda il settore dell’abbigliamento tecnico, e si fida delle sue caratteristiche. E’ consapevole che dietro c’è un lavoro di sviluppo e ricerca volto ad ottenere capi pregevoli, in grado di durare nel tempo e garantire il massimo comfort”. Non solo i biemmevuisti salernitani si rivolgono alla Tortora Moto: “Ci sono – dice il primo dealer moto della città di San Matteo – utenti che provengono da tutte le province campane e non solo. A spingerli a noi, credo, siano la nostra disponibilità, competenza e professionalità. Sono sicuri che la loro Bmw riceverà le giuste cure e attenzioni”. Alla sede di Via Silvio Baratta 187 è possibile ammirare l’intera gamma: “Da noi – sottolinea Erminio – tra modelli nuovi ed usati, c’è una sorta d’itinerario storico da ammirare. Sulle novità che ci attendono dico solo che grossa attenzione c’è nel settore degli scooter”.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *